IRL: Il pre-stagione non vive solo di mercato

0

Iowa Gli addii, rispettivamente di Dario Franchitti, titolato nella stagione appena conclusasi, e di SamHornish jr. , una pietra miliare di questa categoria, non hanno destato sconforto nell’ambiente della Indy Racing League. Il campionato di Tony George sembra aver trovato nuova linfa con l’ingaggio di nuovi promettenti talenti , come Alex Lloyd, e graditi ritorni , Ryan Briscoe e Ryan Hunter-Reay. Il primo vincitore della categoria cadetta ,la “Pro Series”, ha avuto l’onore di farsi predisporre una terza vettura dal Target Chip Ganassi, e presto si confronterà con i veterani , e titolati, Scott Dixon e Dan Wheldon.
Ryan Hunter-Reay ha un recente passato in Champ Car, con alterne fortune e , propriamente non si potrebbe parlare di un vero “ritorno”. Utilizzare una terminologia simile ha certo una valenza particolare: una piccola sfumatura per mettere in risalto il fatto che tornerà a sfrecciare sugli speedway, ma lo farà con la categoria regina delle ruote scoperte, dopo una breve avventura in Nascar nell’anno appena passato. Prenderà il posto del controverso Jeff Simmons, che forse ha bruciato le opportunità di restare nel giro che conta, con troppi incidenti causati dalla foga e frustrazione di trovarsi quasi sempre in coda. L’australiano Briscoe, invece, fino a qualche anno fa era considerato un giovane con ampie prospettive di successo , ma alcuni problemi legati agli sponsors e la sua indecisione sul cosa “fare da grande”, non lo hanno fatto sbocciare completamente. Di formazione europea, ha sfiorato la f1 prima di tentare l’avventura oltreocenao, dove ha maturato con il tempo un rapporto simbiotico con gli ovali, o rings come preferite, nel corso della stagione 2005. Dopo il brutto incidente a Chicagoland sembrava compromessa la sua permanenza in IRL, e cosi’ è stato perchè dopo una lunga riabilitazione, Ganassi lo ha scaricato.Il suo nome è improvvisamente ricomparso quest’anno, nel corso della rocambolesca INDY 500, dove ha guidato una terza Penske apprestatagli da Roger Penske. Il suo presente? Ora è la punta di diamante della Mclaren Marlboro d’America. E un sicuro sfidante per la lotta al titolo. Il re è caduto. E infatti Franchitti non ha nulla da perdere, visto che non sarà presente al via per difendere il suo titolo . Un titolo conquistato con i denti, partendo con gli sfavori dei pronostici. Una carriera lunga, rispettabile, in cui ha visto nascere talenti come Zanardi, Kanaan , Hornish, Wheldon e Dixon , giusto per citarne alcuni, che sono sempre riusciti a sopraffarlo nel conquistare gli onori della cronaca. E ora ha il suo momento di gloria più che meritato. Lascia il sedile della sua AGR, ad un giovane giapponese , Mutoh , cosi’ da completare l’opera di ringiovanimento in seno al team di Michael Andretti. Delicata è la posizione di Scott Sharp, il primo campione della categoria, nel 1996, l’anno in cui si corsero solo tre appuntamenti. Pilota di Rahal nel 2007, ha instaurato un contenzioso legale con la sua ex-squadra, accusato di aver violato un contratto pluriennale che lo avrebbe legato per molti anni alla ex-scuderia di Danica Patrick. Però non si sa bene se per correre altrove, oppure per appendere il casco al chiodo dopo anni di onorato servizio ( anche una pole in Texas quest’anno), e forse intraprendere una carriera da manager. Chissà forse proprio con l’intenzione di rilevare la scuderia del campione 1992.

Argomento test: Scott Dixon e Ryan Hunter-Reay hanno girato in questi giorni nel circuito stradale di Sonoma, meglio conosciuto come Infineon Racing, per testare le modifiche alle curve denominate “6” e “7” . Secondo gli organizzatori dell’evento sono cambiamentiche garantiranno più opportunità di sorpasso. Mentre ad Homestead, Miami Helio Castroneves, Tony Kanaan, Ryan Briscoe, Ed Carpenter, e Hideki Mutoh hanno partecipato ad un test per i pneumatici Firestone. La curiosità è dettata dal fatto che nello stesso giorno, stesso ovale, si è registrata la presenza anche di alcune vetture Panoz della Champ Car. Infine Alex Lloyd eDan Wheldon saranno a Sebring , il 17 Dicembre. Sarà il primo vero approccio ufficiale di Lloyds alla guida della sua Ganassi.

MN

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image