Gp2 Asia:”La grande beffa!”- la cronaca…

0

sentul.jpg

Sentul- Gara 1

Grande vittoria di Luca Filippi nella prima gara di Sentul, seconda tappa del mini campionato della GP2 Asia. Il pilota italiano del team Meritus, secondo al via dietro a Vitaly Petrov, ha saputo gestire perfettamente la difficile corsa, caratterizzata dal lungo ingresso di due safety-car. Quando Petrov ha commesso un imperdonabile errore andando in testacoda, Filippi si è ritrovato primo e nel finale, quando ha avuto qualche difficoltà, ha contenuto con esperienza Sebastien Buemi. Lo svizzero ha disputato una delle sue migliori gare in GP2.

La FMSI è salita sul terzo gradino del podio con Adrian Valles, autore di una bella corsa. Fantastico il debutto di Ben Hanley, quarto con la monoposto del team Campos dopo che è partito dalla nona fila. Quinto il doppio vincitore di Dubai, Romain Grosjean. Primi punti per Milos Pavlovic e la BCN che domani in gara 2 scatteranno dalla prima fila assieme a Bruno Senna (pessima la gestione della sua gara dal muretto box).

Cronaca:
Non partono Kamui Kobayashi e Marcello Puglisi, afflitti da noie tecniche.
Ottimo avvio di Petrov mentre Filippi chiude bene la porta a Valles. Al 1° giro passano Petrov, Filippi, Valles, Grosjean, Chandhok, Senna, Buemi e Fauzy. Bakkerud viene speronato da Chandhok e poi colpito in pieno dall’incolpevole Schlegelmilch. Dietro, Tahinci manda in testacoda Hanley e Khan si ferma con la sospensione anteriore danneggiata. Entra la safety-car e il 90 per cento dei piloti prende la via dei box. Non rientrano Senna, che guida il gruppo, e Bonanomi, terzo. Strategia che al momento appare sbagliata.

Incredibilmente lenti e inadeguati i mezzi di soccorso. Nove giri per tirare fuori dalla ghiaia le monoposto di Bakkerud (trainata con molta difficoltà da una jeep e non da un trattore come logica vorrebbe) e Schlegelmilch. Si riparte al 13° giro! Senna guida su Yoshimoto, Bonanomi, Jelley, Herck, Valsecchi, Valerio. Poi Petrov, il primo tra coloro che hanno fatto il pit-stop, Valles e Filippi. E proprio Filippi, approfittando di un errore di Valerio, supera in una curva il brasiliano e Valles, che poi perde altre posizioni. Fauzy va in testacoda, ma riparte. Si insabbia Chandhok dopo un testacoda solitario.

Sbatte Nunes, che centra le gomme in uscita della veloce curva che porta sul rettifilo dei box e al 19° giro rientra la safety-car. In fila indiana, Senna, Yoshimoto, Bonanomi, Petrov, Filippi, Buemi, Valles, Hanley (gran rimonta), Grosjean. I primi tre devono fermarsi per il pit-stop. Ai box si ferma Ebrahim con problemi tecnici. Si riparte con Senna e Yoshimoto davanti, poi Petrov, Filippi che resiste a Buemi. Al 26° giro colpo di scena: Petrov mette la ruota posteriore destra sull’erba in fase di frenata e finisce in testacoda. Dietro, errore di D’Ambrosio che taglia la chicane e si gira, ritirandosi. Si ferma anche Bonanomi, che aveva fatto il pit, per noie tecniche. Valsecchi va all’attacco di Tung, ma sbaglia tutto in frenata e va nella ghiaia della chicane.

La direzione gara infligge un drive through ai primi due, Senna e Yoshimoto. Filippi è ora in testa con Buemi, Valles e Hanley alle spalle. Valsecchi finisce la sua gara nella ghiaia, Yoshimoto si ritira dopo un’uscita. Hanley è nella scia di Valles e spinge a fondo per la conquista del terzo posto. Filippi allunga su Buemi mentre Valles ha messo metri importanti tra se ed Hanley. Filippi rallenta nel corso dell’ultimo giro e Buemi gli si accoda pericolosamente, rischia anche di tamponarlo, ma sotto la bandiera a scacchi Luca vince portando al successo il team Meritus, appena alla sua seconda prova in GP2.

italiaracing.net

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image