SBK: Lavilla felice di tornare

0

lavilla-2008.jpg

L’ex campione BSB Gregorio Lavilla ammette che non vede l’ora di fare il suo ritorno sul palcoscenico del mondiale Superbike con la nuova stagione che avrà inizio il prossimo weekend in Qatar.

Il 34enne spagnolo, che ha vinto il titolo BSB nel 2005, entra a far parte del team Paul Bird Motorsport, per il suo ritorno alla serie con con quest’ultimo – il solo tema britannico in WSBK quest’anno – facendo il passaggio dopo13 anni di corsa nei vari campionati britannici.

Lavilla saralirà a bordo delle Honda Fireblade preparate dal tema di di Phil Borley con il sostegno degli esperti del Regno Unito mella ventilazione Vent Axia e dell’energy drink Kick, facente parte del Global Brands, società che commercia prodotti come VK Vodka Kick.
Sebbene inizierà la stagione la stagione su una moto 2007 ,prima del debutto del team con la nuova moto quando la stagione europea avrà inizio a Valencia nel mese di aprile, Lavilla ammette che non poteva aspettare il compionato per cominciare – anche se ha aggiunto che lui non si aspetta che sia facile.

“Mi attende la sfida e sono molto entusiasta di far ritorno nel Mondiale Superbike,” ha detto. “Abbiamo ancora un sacco da imparare, con ciò molti nuovi circuiti e pneumatici, e anche una moto quattro cilindri dopo tre anni su un bicilindrico quindi sarà dura.

“Inoltre, vi sono almeno quindici piloti con supporto ufficiale là fuori, ognuno dei quali sarà molto veloce quindi dobbiamo essere realisti circa le nostre possibilità, soprattutto nella prima parte della stagione. Tuttavia, ho l’impressione di aver guidato bene nei test E farò del mio meglio come sempre “.

Il proprietario del team Bird ha ricordato dell’ultima volta in cui il suo team è stato impegnato in World Superbike, quando Shane Byrne ha vinto entrambe le gare a Brands Hatch come wild card nel 2003.

Come Lavilla, ha detto di non aspettarsi vita facile per i provenienti dalla BSB, anche se il cumbriano ha detto che l’obiettivo dell’anno è andare a podio.
“Sappiamo che la sua non sarà facile e sono sicuro che noi impareremo moltissimo nelle prime gare”, ha detto. “Ma io ho piena fiducia in tutto il team e in Greg, che è il motivo per cui ho firmato con lui affinchè gareggi noi, e speriamo di essere nella zona per conquisatre dei podi mentre la stagione avanzerà.

“Non siamo qui per fare numero, non lo siamo mai stati, e siamo tornati indietro alla scelta di un pilota per team che sarà la chiave per il nostro successo”.

[ via crash.net ]

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image