IRL-CCWS: Ora è tutto vero!

2

irl_logo_opt.jpg

E’ diventata ormai una formalità l’annuncio dell’evento che tutti aspettavano da dodici anni.

La IRL e la CCWS si riuniscono, anche se teoricamente, parlare di reunion, sarebbe un pò troppo azzardato visto che per come si è esplicata , si tratta di una resa formale della Champ. Per dettagli sull’accordo, avvenuto Lunedi’ notte, sono attese delucidazioni al più presto. Intanto tutte le scuderie della Champ Car sono state invitate a provare le Dallara già nei prossimi imminenti tests, e a frenare lo sviluppo dei telai, ormai pensionati, Panoz.

La Newman Haas, PKV, Forsythe, Walker and Conquest si aspettano di avvantaggiarsi dal passaggio alla corte di Tony George. Infatti la fornitura vetture sarà completamente gratuita, per non parlare dell’incentivo surplus di circa un  milione di dollari  per abbandonare la Champ. Altre scuderie come la Minardi European sono ancora ufficialmente sul procinto di decidere. La NHL,Forsythe e PKV correrano con due vetture, la Conquest e la Walker-Australia con una e forse anche Minardi e Rocketsports se dovessero convincersi. Una cosa è certa: l’aggiunta di almeno sedici vetture in griglia, aggiunte a quelle già presenti in IRL, sarà un qualcosa di proficuo come mai negli ultimi anni.

Per quanto riguarda gli appuntamenti di Long Beach e di Motegi, si è dipanata la questione e si è giunti ad  una risoluzione, con l’appuntamento nell’ Estremo Oriente spostato a data da destinarsi verso l’estate. Tony George ha assicurato anche la presenza di altri appuntamenti dell’ex campionato rivale, inclusi Edmonton in Canada, circuito aeroportuale,  e il cittadino di Surfer’s Paradise nella terra dei canguri. Quest’ultima forse sarà una gara non ufficiale, e dunque non valevole per il campionato. In complessivo saranno probabilmente diciannove appuntamenti nel 2008, con anche Toronto e Messico (Hermanos Rodriguez) e forse Cleveland e  Portland sotto osservazione per il 2009.

L’annuncio ufficiale sarà dato presto, il tempo per Kalkhoven, responsabile del campionato Champ, di ritornare dall’Inghilterra e confermare quanto già trapelato ampiamente.

Per quanto riguarda il nome, ancora massimo riserbo , ma si pensa ad una soluzione di compromesso che accontenti entrambe le parti (Indycar World Series), oppure la semplice e tradizionale nomenclatura Indy Racing League , visto che di fatto si potrebbe ragionevolmente parlare di un accrescimento di questa serie. Improbabile invece la denominazione “Indycar”.

Sarà dunque un ritorno ai fasti del passato. Almeno formalmente, sperando infatti che questo soladizio ritrovato serva per davvero a rilanciare l’immagine di entrambe le serie.

MN

Condividi in

Autore

2 commenti

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image