F1- Gp d’Australia:”Valutazioni da Melbourne”

0

45358_080036aus.jpg

Continuiamo con le valutazioni dei protagonisti del gp d’Australia che si è concluso ieri mattina e che ha regalato emozioni a non finire.

L.Hamilton voto 10– Perfetto, eccezionale in ogni singolo momento della gara e deve ringraziare il suo compagno Kovalainen, per aver gestito la situazione alle sue spalle. Dopo la partenza è un funambolo e neanche la minacciosa Bmw di Kubica può impensierirlo. Dopo l’anno da rivelazione assoluto nel 2007, è arrivato il momento di scalare la vetta per entrare nell’olimpo dei campioni, e con questa Mclaren potrà farlo già da subito.

N. Rosberg voto 8,5– Come non dargli ragione quando sul podio fa uscire tutta la sua grinta, fa sorridere una Williams che è in crescita ma che non è ancora pronta per il successo o per il ruolo di terza forza. Ma Nico li sta portando nella direzione giusta e vedere il tedesco sul podio, nei prossimi anni diventerà un abitudine. Parlando della gara, Rosberg è stato straordinario perchè con tutta la confusione che c’era in pista, non ha mai sbagliato ed è rimasto concentrato anche quando un certo Raikkonen stava volando in pista e poteva impensierirlo, anche se lontano. Un voto ancora incerto perchè se dobbiamo attribuirgli un bel 9, dobbiamo aspettare la Malesia e tutte le altre gare del mondiale.

N.Heidfeld voto 7,5– Gara più che alla ribalta è stata quasi anonima, infatti il tedesco della Bmw si lascia prendere dalle situazioni e sfrutta tutta la sua esperienza che, abbinata al discreto ritmo gara della sua vettura, non si è fatto problemi e non ha mai destato preoccupazioni. Nell’ultima ripartenza a pochi giri dalla fine, potrebbe insidiare Hamilton ma sa che l’inglese è in forma e non lo lascierà passare, si rende conto che è meglio un secondo posto che un primo e quindi si accontenta. Complimenti Nick the Quick, vera mina vagante di questa stagione.

F.Alonso voto 9– Eh sì, grandissima prestazione dell’asturiano che, pur non avendo a disposizione la migliore Renault, non fatica e corre d’esperienza e di talento puro. Meraviglioso quando supera Kovalainen e un Raikkonen in difficoltà, purtroppo ne subirà un altro pesante dal finlandese della Mclaren ma si rifà subito in rettilineo superandolo. A differenza della Ferrari, ha sfruttato in modo superbo le safety car e quindi la sua tattica dei 2 pit stop ha funzionato alla grande, sfruttando anche i numerosi ritiri.

S.Bourdais voto 10– Calmo, preciso, di manico e freddo al momento giusto, non sbaglia nulla, corre aspettando le occasioni e come non dargli ragione in questa giornata che è successo di tutto e di più. Una grandissima prestazione al suo debutto che fa zittire tutte le voci che lo davano in piena difficoltà e con poche chance di sopravvivere allo spietato mondo del circus. Purtroppo ha a disposizione il pietoso e sfortunato motore Ferrari che non gli consente di resistere ad Alonso e Heidfeld che gli erano dietro, infatti una rottura del motore alla sua Toro Rosso spazza via tutto ciò che di buono si era costruito da solo. Prende almeno 2 punti ma ne poteva acquisire di più se arrivava al traguardo.

R.Barrichello voto 7– Dopo tante sofferenze e momenti da tragedia, Rubinho ha svolto un super gp con una Honda che non l’ha deluso in pista ma solamente ai box quando, per forza di cose, è dovuto rientrare nella pit lane quando vi era Safety Car in pista. Trova il semaforo rosso  ma non può fermarsi. Stop and go e squalifica rendono le cose molto difficili ed il brasiliano non porta a casa nessun punto. A pensarci, se si fermava nella pit lane dopo aver rifornito ed aspettava l’accendersi della luce verde, poteva portare a casa sia i punti che la faccia.

R.Kubica voto 7–  Maggior parte del voto è per le qualifiche dove piazza un maestoso secondo tempo. In gara si perde perchè Hamilton scappa ed il polacco non è ancora abituato ai grandi palcoscenici e la sola idea di andare sul podio o vincere, non lo ha caricato emotivamente. Purtroppo, con il susseguirsi delle Safety Car, ci rendiamo conto che il talento del polacco è ancora acerbo ma sà correre di giustezza. La sua gara finisce solo per colpa del kamikaze Nakajima ma nulla toglie che poteva fare di più. Insomma, aspettiamo la Malesia per una miglioramento sul passo gara.

H.Kovalainen voto 7– Se lo merita perchè ha svolto un lavoro fantastico, da vero seconda pilota che però, col suo talento, non merita. Si difende da vari attacchi e aiuta Hamilton senza problemi. Dimostra che se ha una f1 di livello rende e come se non rende, purtroppo si perde nella lotta con Alonso che perde alla fine ma ha saputo regalare a milioni di tifosi un sorpassone da leggenda. In Malesia dovrà fare ancora meglio se vuole puntare al podio e perchè no, ad una sorprendente vittoria.

Stefano Chinappi 

[tags]Hamilton, Rosberg, Kubica, Heidfeld, Bourdais, Toro Rosso, Mclaren, Alonso, Renault, Williams, Bmw[/tags]
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image