Indycar: “Qualifiche-E’ una Target Ganassi a mezzo servizio”

0


dixon.jpg

Cambiare la somma degli addendi non determina stravolgimenti ai fini del risultato finale. Nuova serie, nuovo format di qualifiche (non più i due giri canonici ma ben quattro) ma vecchi nomi alla ribalta. Scott Dixon con la vettura numero 9, è in pole ad Homestead nel primo appuntamento della serie riunificata con il tempo complessivo di 1.40.2341 !

L’australiano è risultato alla fine vincitore nel confronto inaspettato per la pole con il duo della Vision con il sorprendente AJ Foyt IV a mezzo decimo di secondo di distacco e Carpenter a sua volta (la cui vettura bianco-gialla porta i colori dello sponsor storico “Menard”) più attardato di circa 4 decimi dal suo compagno di squadra. Il pilota di Ganassi infatti, nelle quattro tornate complessive , la cui somma dei tempi di percorrenza determina la griglia di partenza della domenica, ha girato in media a 213.341 mph con il nipote di AJ Foyt subito dietro.

Il duello fra Dixon e la Vision ha però adombrato un altro risultato eclatante, i due incidenti che hanno visto coinvolti Jay Howard con Roth Racing e soprattutto il campione 2005 IRL Dan Wheldon, teammate di Scott Dixon. Uno dei favoriti alla vittoria finale, partirà dunque in ultima fila , e per l’inglese si attenua di molto la possibilità di collezionare la quarta vittoria consecutiva in Florida. Wheldon non si è comunque infortunato nonostante l’impatto alla curva quattro ma grazie ai risultati delle libere 1 e libere 2 dove è risultato il migliore del lotto, sarà comunque al via.

Critiche comunque alle nuove qualifiche da parte degli addetti ai lavori, i cui autorevoli pareri sono dell’idea che il nuovo sistema sia troppo lungo e dia vantaggio ai piloti che partono attardati per i loro giri veloci.

“Che qualifiche pazzesche, due incidenti, e un nuovo format! Essere davanti nella prima qualifica del dopo unificazione non conta tanto. Se vinceremo la gara allora sarà diverso.” i commenti di Dixon a caldo.Jay Howard invece ha riportato un lieve infortunio con la vettura numero 24 totalmente danneggiata. Comunque le sue condizioni sono più che buone e non si è reso necessario trasportarlo in infermeria. E’ in dubbio però la sua partecipazione domani, viste le difficoltà nel riparare la monoposto in tempi brevi.

In seconda fila troviamo la sorprendente Danica Patrick , in quarta posizione, mentre Ryan Briscoe partirà davanti all’altra giovane promessa Marco Andretti, che guida la AGR n.26 dalla livrea bianco nera, avendo abbandonato i vecchi colori rossoblu passati al giapponese Mutoh.

Helio Castroneves è settimo , mentre gli altri due piloti della AGR , Tony Kanaan e il debuttante Mutoh, completano la terza fila. Il canadese Roth , quasi cinquant’enne, decimo con il suo team privato, vettura n.25 dalla livrea nera con sponsor “Cirrus”. Questo risultato a coronamento dei grandi progressi fatti nel corso dei tests invernali. A seguire Rahal Letterman con Hunter Reay, e Meira con Panther. L’ultimo della pattuglia IRL è Rice davanti al primo classificato della Champ, a sorpresa il giovane Perera con Conquest, il quale precede nell’ordine Servia e Wilson. Poi troviamo Milka Duno in diciottesima posizione attardata di circa cinque decimi dal suo compagno di scuderia alla Dreyer, Buddy Rice appunto. Deludente Power con KV dietro anche a Bernoldi e Viso (questi con livrea nera con muso verde). Chiudono Junqueir e Moraes davanti agli incidentati già menzionati.

carpenter-php.jpg



 1.  Scott Dixon        Ganassi              213.341

 2.  Ed Carpenter       Vision               213.311

 3.  AJ Foyt IV         Vision               212.211

 4.  Danica Patrick     Andretti-Green       212.129

 5.  Ryan Briscoe       Penske               212.108

 6.  Marco Andretti     Andretti-Green       211.838

 7.  Helio Castroneves  Penske               211.581

 8.  Tony Kanaan        Andretti-Green       211.580

 9.  Hideki Mutoh       Andretti-Green       211.508

10.  Marty Roth         Roth                 211.458

11.  Ryan Hunter-Reay   Rahal-Letterman      210.744

12.  Vitor Meira        Panther              210.315

13.  Buddy Rice         Dreyer & Reinbold    209.486

14.  Darren Manning     Foyt                 209.319

15.  Franck Perera      Conquest             209.230

16.  Oriol Servia       KV                   209.021

17.  Justin Wilson      Newman Haas Lanigan  208.757

18.  Milka Duno         Dreyer & Reinbold    208.308

19.  Enrique Bernoldi   Conquest             208.130

20.  Ernesto Viso       HVM                  208.101

21.  Will Power         KV                   208.029

22.  Bruno Junqueira    Dale Coyne           207.434

23.  Mario Moraes       Dale Coyne           207.067

24.  Jay Howard         Roth                 -

25.  Dan Wheldon        Ganassi              -

I risultati completi in formato PDF direttamente dal sito della Indycar
http://www1.indycar.com/scoring/2008/reports/indycarseries/homestead/indycar-results-quals.pdf

MN

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image