F1 – “Kubica-BMW: la prima pole della vita!”

0


08f1-02-malaysiagp-sun-15.jpg

SAKIR (BAHRAIN) 05.04.2008 A volte le coincidenze possono sembrare strane, o quanto meno cercate, trovate e volute. Ma per Robert Kubica la prima pole-position della vita in Formula Uno sarà sempre qualcosa di speciale legata al suo paese, visto che i colori della bandiera ufficiale polacca (bianco e rosso) sono anche i colori ufficiali della bandiera del Bahrain.
Tralasciando questa felice coincidenza, si nota una faccia triste, scura, amareggiata, quando, proprio oggi, non ha alcun motivo per esser tale. Il riferimento a Felipe Massa è evidente. Il brasiliano Ferrari, finora, ha risposto alle critiche con delle prestazioni favolose, non condite dalla pole soltanto per qualche chilo di troppo attribuibile alla benzina imbarcata.
Parliamoci chiaro: il tempo di Kubica (1’33” 096) è probabilmente frutto di un rifornimento di 10€ di benzina (non diesel!) effettuato alla Esso dietro l’angolo di casa, mentre Massa, vedendo tutti quei pozzi di petrolio si sarà fatto prendere la mano ai box. Ma analizziamo bene ciascuna sessione.

Q1 Lo start delle qualifiche ufficiali avviene alle ore 13 italiane. Al solito i big compiono qualche comparsata, mentre Sato si diletta ad imitare il Massa visto in Malesia. Stranamente, vista l’assenza di alcun pericolo, i commissari fanno esporre una bandiera rossa insensata. Forse volevano incitare la Ferrari ma non hanno ben capito lo scopo delle bandiere in pista. Tralasciando questi dettagli colpisce l’eliminazione di Coulthard e quella di Vettel oltre a quella degli ormai veterani “eliminati dalla Q1” Fisico, Sutil, Davidson e Sato. Solo per la cronaca Massa fa segnare il miglior tempo: 1’31”937.

Q2 Al solito la fase transitoria delle qualifiche è un pò noiosetta. Massa si migliora (1’31”388) mentre Webber, Barrichello, Glock, Piquet, Bourdais e Nakajima si aggiungono a Coulthard & Co. nella lista degli eliminati.

Q3 Dopo le varie modifiche effettuate di settimana in settimana si giunge alla tanto attesa Q3. Ovviamente tutti si aspettano Massa e la pole va a Kubica, ma in questo sport è normale. Soltanto 22 millesimi di secondo separano i due, mentre dietro Hamilton precede un anonimo Raikkonen, più tardi ospite speciale di “Chi l’ha Visto” in compresenza con Kovalainen (5°) ed Heidfeld (6°).
Ottimo il settimo posto di Trulli, seguito a ruota da Rosberg. A sorpresa, dopo tre Gp, la Honda riesce ad accedere all’ultima sessione di qualifiche piazzando Button in nona piazza.
Infine, come ormai consueto, Alonso conquista, se di conquista si può parlare, la decima ed ultima piazza, ormai a lui riservata probabilmente fino a fine anno.

DEDUZIONI LOGICHE Al solito ci si appresta domani a vedere una gara scontata, almeno per certi versi.
Sicuramente ci aspettiamo Massa dietro Kubica fino alla prima sosta, per poi prendere il largo verso una possibile vittoria; ci aspettiamo anche un possibile sorpasso ai box di Raikkonen su Hamilton, anche se al finlandese questa pista non sembra garbare molto. Ci aspettiamo, infine, tanti tanti sorpassi e la consueta sosta al ventottesimo giro di Nando Alonso, che di campione del mondo sembra avere solo la nomina.
Se poi ci applichiamo alle coincidenze, il bianco e rosso sono anche i colori della Toyota, del casco di Raikkonen, il rosso Ferrari e, soprattutto, il bianco BMW che sicuramente, proverà, cercherà e, forse, riuscirà, a portare a casa la prima vittoria in Formula Uno. Ma qui le coincidenze le stiamo cercando, trovando e volendo.

Onlysicily per eRace

Valerio Lo Muzzo

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image