Indycar: Frank Perera fuori! Dentro Camara alla Conquest

0

jaime-camara.jpg

Notizia che ha dell’incredibile e che scuote il mondo della Indycar. Per problemi di natura economica e finanziaria del suo sponsor personale, la “Opes PrimeFrank Perera, uno dei giovani più promettenti del panorama delle corse nordamericane, è stato costretto a lasciare il volante della sua Conquest, per far posto ad un pilota dalla valigia “piena”. Il nome di questi è Jaime Camara, ormai ventisettenne e considerato a suo tempo una stella nascente mai sbocciata, per via delle scarse opportunità di cui ha goduto nel corso della sua carriera. Il cambio avverrà già a partire dalla gara di domenica prossima nel Kansas Speedway , quarto appuntamento del campionato, quinto se si conta anche la gara californiana di Long Beach. Sarà dunque il pilota brasiliano ad affiancare il confermato Enrique Bernoldi al volante della scuderia Conquest per il resto della stagione.

Per la cronaca, il neo-driver ha nel corso degli anni ha svolto mansioni di tester alla Andretti Green Racing negli ultimi due anni, e ha corso per tre stagioni nella Indy Pro Series- “E’ una grande opportunità quella che mi è stata data, correre per la Conquest Racing. Ho lavorato duramente sin dal 2005 fin da quando sono giunto negli USA per correre a livello professionistico, ed è un sogno che si concretizza. Non ho mai pensato di emigrare in Europa, il mio obiettivo è stata sempre la Indycar Series, nel vecchio continente c’è tutta un’altra mentalità che gira attorno alle corse. E poi quest’anno c’è stata la riunificazione, c’è entusiasmo attorno a questa categoria, e tanta competizione. Tutto questo è fantastico.”

Bachelart, responsabile della scuderia- “Jaime sarà un elemento importante per il gruppo. Con la sua esperienza sugli ovali e quella di Enrique sugli stradali e cittadini avremo a disposizione una combinazione assortita.” Lo stesso team manager ha aggiunto di essere molto dispiaciuto per come è andata l’avventura di Perera che aveva iniziato la stagione sorprendendo tutti, soprattutto in qualifica mettendo al sicuro delle importanti prestazioni, a cui si va ad aggiungere la sesta posizione finale a Long Beach. ” Frank ha fatto un lavoro ineccepibile e spero rimarrà con noi come terzo pilota per il resto dell’anno, ma se arriverà una proposta importante da un altro team lo libereremo subito dandogli la possibilità di continuare a dimostrare le sue ottime qualità.”

Ricordiamo che i problemi finanziari della Opes Prime hanno avuto ripercussioni negative sul pilota stesso perchè lo sponsor che supportava la sua vettura, la ARES, ha deciso di rescindere il contratto che lo legava al team, il quale non ha avuto altra scelta che quella di appiedare Perera, ormai privo di sponsorship, per far correre ancora due vetture nel campionato. Purtroppo la situazione finanziaria delle scuderie neo-entrate ex-Champ Car non è delle migliori , e fin dall’inizio ci si aspettava una situazione del genere. Fatto che sta che dopo Gommendy , Pagenaud e Dornboos le corse americane perdono un altro giovane elemento su cui puntare per il rilancio della serie.

MN

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image