Dtm:”Andare a 270 Km/h al Mugello….”

0

00000000000000000001.jpg

Benvenuto Dtm nel bel paese, e soprattutto sul circuito del Mugello. Le splendide vetture tedesche saranno le principali protagoniste di un week-end che si preannuncia davvero bollente. Audi e Mercedes, la sfida ritorna ad essere viva, più che mai. Ma più che altro, a rendere mostri questi bolidi, come non citare i veri protagonisti che a suon di sportellate e sorpassi, sono in grado di farti battere il cuore a mille e di aumentarti l’adrenalina che hai in corpo. Il primo su tutti è Timo Scheider.

Il 29 enne tedesco ha già dimostrato, nelle scorse gare, di essere il favorito numero uno. Ha saputo mettere in mostra tutto il suo talento e quell’esperienza, necessaria per poter sfidare gli altri contendenti al titolo. Dopo anni di duro lavoro, passati tra monoposto e vetture di serie evolute, finalmente Scheider si è sbloccato, regalando all’Audi il secondo successo della stagione, sul circuito di Oschersleben. Il principale antagonista del tedesco sarà Mathias Ekstrom. Lo svedese è stato autore di una buon inizio di stagione, trionfando a Hockenheim, ma ha profondamente deluso nel motopark. Capita di avere giornate no ma per lo svedese, questa è l’occasione giusta per tornare in gioco e rimanere il detentore del titolo, che potrebbe andare al compagno di vettura. Tra gli altri protagonisti, sempre rimanendo in casa Audi, c’è Martin Tomczyk. Il “pescatore” è noto per la sua solida grinta e il non arrendersi mai in ogni momento. Lo ha dimostrato sia al ring che ad Oschersleben, dove ha saputo conquistare punti importanti per sperare in un sogno che potrebbe diventare pura realtà, e cioè vincere il titolo. Ma tutti gli occhi saranno puntati su Jarvis, che è stato autore di due ottime sessioni di qualifiche fino adesso, ma in gara non ha mai dato il meglio. Vuoi per la sua inesperenza, vuoi per la sua sfortuna che a volte si intravede dalle sue parti. Spostandoci in casa Mercedes, la situazione non è delle migliori perchè il Kaiser della Casa di Stoccarda è Spengler. Il canadese, sempre solido e tenace, non è andato oltre il terzo posto, in questa stagione. Il passo di questa nuova C-Klass è davvero inferiore in confronto a quello delle nemiche A4. Norbert Haug, come anche i piloti e gli addetti al lavoro interessati, sono preoccupati ma allo stesso tempo ammettono che ci vorrà tempo per tornare ai livelli degli anni scorsi. Non manca la sfortuna però, visto che il vice-leader della Casa di Stoccarda, tale Paul Di Resta, non è riuscito a sfruttare al massimo le sue potenzialità, a causa di qualche inconveniente di troppo. Altri appetibili outsider saranno sicuramente Jamie Green e Gary Paffett, anche se quest’ultimo sta deludendo con il modello del 2007. Anche in casa Audi non mancheranno i soliti outsider di lusso, come Tom Kristensen o Markus Winkelhock.

Stefano Chinappi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image