Lms- 1000 km di Spa:”Peugeot imprendibile”

0

__44_peugeot_n8_640.JPG

Il week-end era iniziato con un dominio Peugeot e alla fine, in una Domenica inaspettata di sole sul circuito di Spa, la Casa del leone si è assicurata un successo di notevole importanza, grazie al trio formato da Minassian- Genè- Villeneuve. Per la 908 Hdi Fap numero 7, si tratta del secondo successo stagionale dopo la 1000 km di Barcellona.

Insomma, 5 ore e mezza di puro spettacolo in cui non sono mancati i colpi di scena, come il brutto incidente da parte di Wurz con l’altra Peugeot. Il prototipo francese n.8, con alla guida l’austriaco, era uscito di pista nel tratto della Stavelot, quando era addirittura al comando della corsa. Week-end quasi perfetto per loro, vista la presenza sempre più ingombrante dell’Audi con la mitica coppia Rockenfeller- Premat, che sta davvero suscitando interesse, a differenza di Mcnish e Capello che hanno avuto ancora sfortuna (Vedi Montmelò e Monza) e hanno dovuto abbandonare ogni speranza di poter lottare contro le imprendibili Peugeot. Per i due prototipi della Casa di Iglostadt, un secondo ed un quarto posto finale. Terzo posto per la Courage Oreca capitanata dalla spericolata coppia, Lapierre-Panis. Altri colpi di scena non sono mancati, come il ritiro per la Lola Aston Martin del team Charouz, che ha avuto a che fare con un problema di natura tecnica. Spostandoci in Lmp2, come previsto dai pronostici e dagli addetti al lavoro, da notare la vittoria da parte della Porsche Rs Spyder del team Van Merkstejin, che ha stritolato la concorrenza dei rivali in casa della Horag Racing ed infine, del Team Essex. Insomma, un vero e proprio trionfo per le barchette di Stoccarda ed è una notizia di notevole interesse in vista di Le Mans. Sfortunato Belicchi, che ha avuto degli inconvenienti con la sua Lola Judd dello Speedy Racing Team Sebah. Spostandoci nella categoria GT1, da notare il trionfo da parte della Corvette del team Alphand, che ha avuto come pilota più forte in assoluto, Guillame Moreau. Seconda la Lamborghini guidata da Kox e Rusinov, appartenente al team IPB Spartak Racing. Per loro, anche un incidente nel tratto comprendente la Stavelot e Blanchimont, che gli ha compromesso la leadership della categoria. Infine, successo in GT2 per la Ferrari F430 del team Virgo Motorsport, guidata da Bell e Bruni. Insomma, un successo che finalmente riporta la Rossa di Maranello in vetta in una categoria dell’Endurance. Sono state ore di pura adrenalina sullo storico circuito belga, ma adesso verrà il bello perchè Le Mans non è poi cosi lontana e con dei prototipi così, l’attesa sarà incredibilmente sensazionale.

Stefano Chinappi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image