Wtcc:”Un Muller bagnato…di gioia”

0

00_muller.jpg

Sotto il diluvio non cambia la storia. Seat davanti, Chevrolet e Bmw che corrono alle sue spalle, cercando uno spazio per entrare tra i migliori. Nonostante la penalità per il motore diesel, il proprio regime non può andare oltre i 4400 giri al minuto, nonostante le tante polemiche sui piloti che possono scontrarsi tra loro, un certo Yvan Muller con la sua Leon Tdi, ha portato a casa una pole position che rende la posta in palio ancor più nelle sue mani. Secondo e con molte difficoltà, Gabriele Tarquini ha dimostrato che l’esperienza molte volte è fondamentale per poter uscire dalle situazioni “quasi” impossibili.

Dietro al duo Seat, le Chevrolet non potevano mancare con Menu ed Huff. Nonostante il minor carico di zavorra da parte delle vetture americane, la pioggia e l’asfalto viscido hanno equilibrato la situazione handicap per le Seat, che così si sono trovate avanti senza problemi. Distacchi abissali per la Bmw che non riescono ad uscire allo scoperto e farsi trovare pronte. Nonostante ciò, Priaulx prende in mano la bandiera e si sforza, rischiando oltre il limite. Per il britannico, un sesto posto per aspirare a qualcosa di più. Stessa situazione per J.Muller e Farfus, autore di un lungo ad inizio sessione. Per quanto riguarda gli outsider, molto distante la Honda di Thompson che non è andato oltre il dodicesimo posto. Difficoltà per le Lada, di cui una è stata protagonista con l’olandese Van Lagen che uscendo fuori pista, non ha potuto realizzare granchè, provocando anche la situazione di bandiere rosse. Se domani sarà diluvio, per l’ex re del trofeo sul ghiaccio Andros, Yvan Muller non dovrebbero esserci problemi. Il divario tra il francese e gli altri è enorme, visto che il primo sulla pioggia passeggia mentre il resto dovrà andare oltre il limite.

 1.  Yvan Muller           SEAT Leon TDI        1:58.816
 2.  Gabriele Tarquini     SEAT Leon TDI        1:59.514  + 0.698
 3.  Alain Menu            Chevrolet Lacetti    1:59.610  + 0.794
 4.  Robert Huff           Chevrolet Lacetti    1:59.624  + 0.808
 5.  Jordi Gene            SEAT Leon TDI        1:59.902  + 1.086
 6.  Andy Priaulx          BMW 320si            1:59.941  + 1.125
 7.  Jorg Muller           BMW 320si            2:00.043  + 1.227
 8.  Augusto Farfus        BMW 320si            2:00.074  + 1.258
 9.  Alessandro Zanardi    BMW 320si            2:00.211  + 1.395
10.  Nicola Larini         Chevrolet Lacetti    2:00.381  + 1.565
11.  Rickard Rydell        SEAT Leon TDI        2:00.407  + 1.591
12.  James Thompson        Honda Accord Euro R  2:00.543  + 1.727
13.  Felix Porteiro        BMW 320si            2:00.956  + 2.140
14.  Stefano D'Aste        BMW 320si            2:01.062  + 2.246
15.  Sergio Hernandez      BMW 320si            2:01.110  + 2.294
16.  Pierre-Yves Corthals  SEAT Leon            2:01.366  + 2.550
17.  Tiago Monteiro        SEAT Leon TDI        2:01.743  + 2.927
18.  Jose Perez-Aicart     SEAT Leon            2:01.821  + 3.005
19.  Tom Coronel           SEAT Leon            2:02.332  + 3.516
20.  Franz Engstler        BMW 320si            2:03.350  + 4.534
21.  Andrei Romanov        BMW 320si            2:04.394  + 5.578
22.  Jaap Van Lagen        Lada 110             2:04.796  + 5.980
23.  Olivier Tielemans     BMW 320si            2:05.774  + 6.958
24.  Alexander Lvov        Honda Accord Euro R  2:07.463  + 8.647
25.  Ibrahim Okyay         BMW 320si            2:13.114  + 14.298
26.  Andrey Smetsky        Honda Accord Euro R  2:13.139  + 14.323
27.  Viktor Shapovalov     Lada 110

Stefano Chinappi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image