Gp2- Wsr:”Il tempo stringe, i motori sono pronti”

0

00_pantano_montmelo.jpg

Monaco, in questo week-end, non ospiterà solo la F1 ma anche la Gp2 e Wsr e quindi perchè non anticiparvi qualcosina di queste due categorie che rappresenteranno un contorno gustoso al main show di Domenica.

Iniziamo con la serie più importante tra le due, e quindi entriamo in argomento Gp2 che avrà sicuramente tra i protagonisti Pantano e Grosjean. Chi segue le corse il Sabato pomeriggio e la Domenica mattina di ogni week-end formulistico, sa che questi due ragazzi hanno in mano le possibilità di poter vincere il titolo che può avere sorti diverse per entrambi. Una vendetta morale per Pantano, una futuro assicurato per il francese. Ma tornando a Monaco, l’anno scorso vinse Pastor Maldonado che attualmente corre con il Piquet Sports e non ha avuto vita facile, benchè viene ancora considerato come uno dei papabili alla vittoria finale del titolo. Ma non ci sarà della partita solo il venezuelano, infatti non si deve scartare il caro Filippi che non ha ancora dato segni di vita nell’anno della sua “consacrazione”. Oltre a lui, Zuber e Senna certamente non mancheranno e con la sfortuna che hanno avuto ad Istanbul, addirittura il brasiliano colpì un cane in pieno, sicuramente avranno la loro occasione sul circuito monegasco. Come ben sapete, a Monaco fino all’anno scorso, come tradizione, si correva una gara unica e lunga, ma dal 2008 le cose cambieranno perchè si effettueranno due corse come negli altri appuntamenti. Passando dal mondo Gp2 a quello Wsr, il pronostico si restringe verso due ragazzi scatenati e tra questi, uno è il nostro portabandiera e prende il nome di Marco Bonanomi. Il lecchese non mancherà all’appello dell’appuntamento più prestigioso e vedendo i risultati precedenti, non ci resta che augurargli buona fortuna. Da Monza a Spa gliene sono successe di tutti i colori ma alla fine in qualifica è sempre stato tra i migliori. Però, per il vostro dispiacere, il vero favorito sarà Gledo Van der Garde che sicuramente avrà in pugno la vittoria e non sarà una sorpresa se a mattina inoltrata, dalle parti della Cote d’Azur, si innalzerà una bandiera tricolore nel cielo monegasco.

Stefano Chinappi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image