SBK: tutti a Salt Lake City

2

monza-start-2008.jpg

Dopo il tempio della velocità di Monza ritorna il mondiale delle derivate di serie, stavolta si corre sul suolo americano dopo quattro anni di astinenza e il prescelto per il ritorno è il Miller Motorsport Park di Salt Lake City. Anche se la pista è nuova per tutti si andrà ancora una volta a caccia di Troy Bayliss che a Monza ha ottenuto un discreto risultato in gara 1 prima di doversi fermare in gara 2 per problemi tecnici. L’australiano di casa Ducati dovrà guardarsi dalla Yamaha di Noriyuki Haga e dalla Suzuki di Max Neukirchner, vincitori delle due manches di Monza che sono i più seri candidati per il posto di rivali per la lotta al titolo. Ma non sono da dimenticare, visto che il circuito è nuovo, Carlos Checa con la Honda del team Ten Kate, Troy Corser con la Yamaha gemella di Haga, Max Biaggi e Ruben Xaus con le Ducati Sterilgarda Go Eleven. Ci si aspetta infine una buona prova dalle Kawasaki del team PSG-1, dal rientrante Roberto Rolfo, da Kyonari e Sofoglu, dai ducatisti Michel Fabrizio e Lorenzo Lanzi, con quest’ultimi che dovrebbero aver smaltito co,mpletamente hgli infortuni che ne hanno limitato le prestazioni ad Assen e  Monza.

Andrea Massari

Condividi in

Autore

2 commenti

  1. Stefano Chinappi il

    Finalmente un ragazzo che ha capito che a Utah ci stanno le cose serie.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image