F1: i piloti minacciano lo sciopero per il GP di Silverstone

0

quarto-stato

Sembra assurdo, ma il Gp di Silverstone rischia di non disputarsi per… sciopero dei piloti! La notizia, diffusa dal settimanale tedesco Auto motor und sport, sembra trovare conferma in molti siti del web. La causa della protesta sarebbe da addebitarsi alle assurde “tasse” che la Fia ha imposto a partire dal 2008 per il mantenimento della superlicenza, la “patente” dei piloti di Formula 1. Tanto per dare qualche cifra, da quest’ anno la quota annuale fissa che ogni pilota deve pagare è passata da 1.500 a 10.000 euro, ai quali vanno aggiunti 2.000 per ogni punto conquistato nella classifica mondiale. In ragione delle nuove norme, il campione del mondo Kimi Raikkonen ha dovuto sborsare più di 200.000 euro, così come Hamilton e Alonso. Non una follia per piloti che guadagnano svariati milioni di euro, ma certamente del tutto ingiustificata considerando le spropositate cifre che la FIA ricava dal mondo Formula 1. Probabilmente, la GPDA (l’associazione dei piloti, ndr) cerca di sfruttare il momento favorevole creato dalla vacillante posizione di Max Mosley, contestando solo ora una regola approvata ormai da un anno. La cosa pare tuttavia poco realistica, considerando l’ enorme interesse economico che c’è dietro al circus: televisioni e sponsor hanno ormai il controllo su

Condividi in

Autore

Studente di ingegneria meccanica a Perugia

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image