Indycar- Ad Iowa Briscoe comande le libere 3, ma si risveglia Moraes

0

moraes

Nelle libere 3 è il pilota della Penske Ryan Briscoe a far segnare il miglior crono. Le ultime libere disputatasi nell’ovale da neanche un miglio, sono state divise in due semi-sessioni come quelle della mattina, per permettere alle scuderie di recuperare altro prezioso tempo perso. Il giapponese Hideki Mutoh è stato un contendente duro per l’ “Aussie” per tutta la durate delle prove, ed alla fine il suo distacco è di solo 0.00529 secondi. Terzo è il suo veterano compagno di scuderia Kanaan che ,secondo nel suo gruppo, è stato il terzo miglior tempo del pomeriggio  a soli 0,0003 secondi da chi lo precede. Danica Patrick è riuscita a piazzare la terza AGR nella Top Five, dietro all’altra Penske di Castroneves. Dixon ,che si presenta qui con una veste tutta nuova (una livrea blu “Energizer” come consuetudine ogni anno), è soltanto dodicesimo, mentre sesto il suo compagno di scuderia. Il neozelandese ha lavorato sulla messa a punto per la gara. Rahal Letterman con Hunter Reay, dopo l’evento spiacevole di Texas, entra nella “top Ten” con una settima posizione, mentre si rivede in spolvero la  Aj Foyt di Darren Manning. Marco Andetti completa la serie di piazzamenti nei migliori dieci assieme alla Vision di Carpenter, mentre la sorpresa del giorno è Mario Moraes, che quest’anno con la sua Dale Coyne complessivamente è sempre risultato il più debole del gruppo nelle prove, qualifiche e gare. E’ sua l’undicesima posizione, miglior risultato per le scuderie ex-Champ Car.

In questa sessione non si sono verificati incidenti, ma come vi abbiamo fatto sapere nell’articolo precedente, nè la Roth Racing con Marthy Roth, nè la seconda Dale Coyne di Junquerira prenderanno parte alla gara. Il canadese per via dei pochi fondi necessari a poter riparare la vettura incidentata, il secondo per via delle sue condizioni fisiche non proprio ottimali (la Dale Coyne schiererà comunque una sola vettura ad Iowa e non ci sarà nessun sostituto del brasiliano). Una nota: entrambi gli incidenti si è scoperto essere causati non da errori dei rispettivi piloti, ma da cedimenti meccanici.

Con la dipartita, almeno per questa gara della Pacific Coast Motorsport, scendono a ventiquattro le vetture in gara.

1. Ryan Briscoe Penske 17.4206
2. Hideki Mutoh Andretti Green 17.4735 + 0.0529
3. Tony Kanaan Andretti Green 17.4738 + 0.0532
4. Helio Castroneves Penske 17.4812 + 0.0606
5. Danica Patrick Andretti Green 17.5068 + 0.0862
6. Dan Wheldon Ganassi 17.5230 + 0.1024
7. Ryan Hunter-Reay Rahal Letterman 17.5759 + 0.1553
8. Darren Manning Foyt 17.5838 + 0.1632
9. Marco Andretti Andretti Green 17.5852 + 0.1646
10. Ed Carpenter Vision 17.5884 + 0.1678
11. Mario Moraes Dale Coyne 17.5913 + 0.1707
12. Scott Dixon Ganassi 17.5937 + 0.1731
13. Vitor Meira Panther 17.5969 + 0.1763
14. Graham Rahal Newman/Haas/Lanigan 17.6119 + 0.1913
15. Will Power KV 17.6156 + 0.1950
16. John Andretti Roth 17.6457 + 0.2251
17. Buddy Rice Dreyer & Reinbold 17.6461 + 0.2255
18. Oriol Servia KV 17.6565 + 0.2359
19. EJ Viso HVM 17.6642 + 0.2436
20. Enrique Bernoldi Conquest 17.7282 + 0.3076
21. Jamie Camara Conquest 17.7956 + 0.3750
22. Justin Wilson Newman/Haas/Lanigan 17.8227 + 0.4021
23. AJ Foyt IV Vision 17.8358 + 0.4152
24. Milka Duno Dreyer & Reinbold 18.2930 + 0.8724

MN

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image