Ecclestone, Mosley, cosa state combinando?

4

Sono anni che seguo la f1, e mai come in questo periodo il circus piu bello del mondo si sta trasformando in un circo vero e proprio. Non si capisce piu niente, da regolamenti assurdi a penalizzazioni esagerate, dall’abbandono di circuiti storici alle soap opera quotidiane tra i continui battibecchi di Bernie e Max: che cosa sta succedendo? un tempo si parlava di queste due figure come delle legende, soprattutto la prima, capace di rendere questo sport uno dei piu seguiti al mondo, poi qualcosa si è rotto, in modo irrimediabile. Ci sono due punti che vorrei mettere in risalto: la prima è che per Ecclestone la formula 1 è piu un business che uno sport, lo dimostra il fatto che non si è fatto scrupoli a cancellare alcune piste storiche per accoglierne altre nelle zone piu disparate del mondo, la fama prima di tutto, poi tutto il resto. La  cosa può essere messa in risalto anche dalla continua voglia di stravolgere il regolamento, ancora ed ancora, soprattutto quando una vettura mostra un dominio assoluto: nel 2000 la federazione decise di rimuovere il berillio, (sostanza tossica, ma come tante altre) ed in quel momento storico la Mclaren, la scuderia che padroneggiava, aveva un motore che sfruttava tantissimo questa sostanza. Nel 2003, visto il dominio Rosso, si decise di cambiare la formula delle qualifiche, e nel 2005 si sfiorò l’assurdo: sfruttando la poca efficienza delle bridgestone nel passo gara, si decise di annullare i cambi gomme, a favore delle scuderie che montavano gomme michelin. Il secondo punto è: come è stato amministrato il caso spy-story? qui urge attenzione. La Mclaren è stata privata del titolo costruttori, ma non di quello piloti; molti hanno pensato ad un favoreggiamento dei vertici nei confronti della scuderia Anglo-Tedesca, credetemi, non è cosi. L’unico motivo del perchè le frecce d’argento non sono state squalificate del tutto è perchè sensa di loro il campionato era finito, e nessuno avrebbe piu guardato le restanti corse. Non contenti quest’anno Dennis e co. stanno subendo squalifiche su squalifiche, a volte ingiuste se rapportate a tutti i permessi che altre scuderie (soprattutto quella rossa) hanno. Mi vien da pensare che qualcosa non quadra,soprattutto se negli ultimi tempi Ecclestone e Mosley stanno continuamente a battibeccarsi perchè l’uno vuole che l’altro se ne vada e viceversa.

concludo ricordando a qualcuno che l’anno scorso, durante la bufera Spy, dichiaro a tutto il mondo di essere inorridito da quello che Dennis aveva fatto, che meritava la squalifica a vita, che non si era comportato a dovere, che doveva andarsene. Adesso, a distanza di tempo, dopo i video che sono usciti, penso che qualcuno farebbe meglio ad andarsene sul serio, prima che la formula 1 subisca un tracollo.

Antonio Borsa

Condividi in

Autore

4 commenti

  1. Lo vedo più come uno sfogo che come un’analisi oggettiva dei fatti.
    Quest’anno la Federazione non transigge: Chi sbaglia paga. Se le McLaren sbagliano pagano, è successo. Se le Ferrari sbagliano, pagano. Dopo i fatti accaduti lo scorso anno la federazione segue le regole, e di fatti non si lamenta nessuno se non voi. D’altronde con un pilota che fino all’anno scorso se le vedeva tutte passare liscie, è logico che ora qualcosa è cambiato. In definitiva, mi sa che il rispetto delle regole proprio non lo conoscete, o non lo volete conoscere.

  2. Discendente il

    si si…infatti raikkonen dopo aver buttato fuori Sutil ha avuto pesanti penalizzazione…la vostra solita obiettivita…….tutta da ridere….

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image