Meritiamo lo spettacolo o solo le innovazioni?

6

Adesso basta. Si sta esagerando e non poco; sembrano passati anni luce da quelle competizioni che mi facevano emozionare e battere il cuore. Ero piccolo, ma avevo tanta passione e tanta speranza in quel mondo che mi aveva rapito l’anima a volte mi capita di chiudere gli occhi e ripensare a quando Hakkinen e Schumacher davano spettacolo fin dalle prove libere, Nieto e Melandri partivano appaiati e terminavano le gare dopo innumerevoli sorpassi a soli 2 millesimi di distacco; penso a Rossi e Gibernau che facevano a botte per sorpassarsi e dico tra me e me: che battaglie ragazzi! Ricordo inoltre mio zio, grande appassionato di motori che mi ripeteva continuamente che il vero spettacolo c’era ai suoi tempi, nelle grandi lotte tra Mansell e Piquet, Prost e Senna, Mick doohan e biaggi ecc, e mi chiedevo come fosse possibile che quei capolavori che vedevo io potessero annoiarlo; “colpa dell’eletronica e dell’innovazione che sta prendendo il sopravvento” ripeteva. A distanza di anni, posso dire tristemente che aveva ragione. Ragazzi apriamo gli occhi, le competizioni a motore sono allo sfascio; non a livello di progresso, ma di spettacolo. Molti, in particolare i piu giovani, mi hanno ribattuto che il mondiale di formula 1 2007 si è concluso in maniera esemplare, con un finale di campionato mozzafiato ed una classifica piloti sempre incerta; la stessa cosa mi è stata detta per la Motogp: nel 2006 Rossi ha perso il mondiale per un pelo e solo all’ultima gara. Sono daccordo ma: in questi ultimi due anni quanti hanno seguito una gara di f1o di moto rimanendo in suspance dal primo all’ultimo giro? Se analizzassimo veramente quanti hanno alzato il dito a questo enigma, rimarremo davvero delusi. Il mio articolo vuol essere una provocazione, una minaccia contro questo mondo sportivo che sta retrocedendo in termini di emozioni: la vogliamo finire con tutta questa elettronica? Ci rendiamo conto che le gare del motomondiale finiscono al primo giro e le gare di f1 terminano alle qualifiche? possiamo mai continuare ad esaltarci solo per un guasto di una vettura, per un sorpasso ai box, per una sbandata di un pilota o sciocchezze simili? Voi dei piani alti sapete che vi seguiamo nonostante tutto? Sapete che meritiamo molto di piu di quello che ci offrite? Non basterebbe molto, solo tornare ad un pò di tempo fa, ai tempi di mio zio, quando i piloti scendevano dalle vetture stremati dalla fatica, quando una competizione era una gara di sorpassi e non altro, quando le emozioni in formula uno erano queste http://www.youtube.com/watch?v=swTubU6qHxU&feature=related quando quelle in motogp erano queste http://www.youtube.com/watch?v=nm2fxN56oDA&feature=related , quando una gara motoristica, era capace di lasciarmi senza fiato. Non chiedo molto, non chiedo di migliorarvi, chiedo solo che facciate un passo indietro.

Antonio Borsa

Condividi in

Autore

6 commenti

  1. Non sono molto d’accordo con la tua analisi. Trovo che gli ultimi tre mondiali (2006-2007-2008) siano tra i più belli di sempre. E non penso che le gare siano meno spettacolari di 10 anni fa, anzi. Nel 98 Schumancher vinse quasi tutte le sue gare grazie alle strategie di Ross Brawn ( proprio quel Ross Brawn che ha fatto andare a podio Barrichello domenica ), e già allora i sorpassi erano pochi se non addirittura meno di adesso. Non è che le gare di una volta fossero tanto più spettacolari, semplicemte erano più mitizzate, perciò sembravano epiche. Come disse Patrese in un intervista ad Autosprint, di gare noiose ce ne erano anche negli anni 80… Magari c’era piu spettacolo fuori dalla pista, i piloti erano più “personaggi”, le vetture erano piu scorbutiche, ma i sorpassi non erano tanti di più…Inoltre ricordo che i rifornimenti in gara sono stati introdotti nel 94 proprio per vivacizzare le gare, oramai divenute “noiose”… Se vuoi ti posso postare i video di miriadi di belle gare degli ultimi anni, come ad esempio Brasile 2006 e 2007.

  2. il fatto è che la mitizzazione avviene sia perchè, come si dice ” il vino è più buono quando invecchia” come dice Davide, sia perchè la F1 ha perso la genuinità che la caratterizzava prima, non che dieci anni versasse in condizioni migliori, o vent’anni etc (ognuno tende a valorizzare il passato, anche negli anni settanta o sessanta si dicevano le stesse cose). “Genuinità” in senso di scenario che la circondava: ci siamo affezionati per il modo in cui veniva inteso la parola sport, ora di sport non è più rimasto granchè e tutti gli aspetti possibili sono finalizzati al lucro ed alla vendita di un prodotto commerciale alla massa.
    Possono essere state anche belle in quanto ad imprevisti e spettacolo Europa 2007, Canada 2007, Australia 2008, GB 2008 ed altre.. però ora il giudizio su di esse è fortemente influenzato dal paragone con il passato.

  3. Discendente il

    Zonda,brasile 2006 e 2007 non sono paragonabili ad una sola gara del mondiale 2000,quel mondiale che vedeva due piloti partire accoppiati e finire la gara dopo 15 sorpassi a soli 2 millesimi di distacco….
    il discorso che faccio è anche sulla motogp…ci rendiamo conto della differenza tra una gara ai tempi di rossi e gibernau e di queste che vediamo adesso?

    ma la noto solo io sta differenza?

  4. fino al 2005 mi divertivo parecchio anche io a guardare la motogp, però avendola iniziata a vedere solo per vedere Rossi all’opera magari i miei giudizi sono fortemente condizionati dal tifo. Però c’è da dire che Rossi ogni volta ti tirava fuori dal cilindro delle garone..

  5. Discendente scusa l’ insinuazione: ma tu nel 2000, prima di guardare le gare, ti facevi qualche canna? hahahah
    Io se vuoi te le posso raccontare tutte le gare del 2000, una ad una… e tolta la gara di Spa tutti questi sorpassi tra Hakkinen-Schumacher non li ricordo… Quello fu anzi un mondiale giocato molto sulle strategie e sull’ affidabilità. Mondiale di cui ho bellissimi ricordi in quanto il primo da ferrarista ( per che sono giovane ), ma oggettivamente spettacolo puro e crudo all’ americana pochino…
    Ma a me la F1 piace così com è, se mi prende voglia di sportellate guardo Nascar o Wtcc…

  6. I duelli Gibernau- Rossi non li ho mai visti, Rossi si metteva a ruota del catalano il quale altro non sapeva fare che tirarselo dietro come un tonto per tutta la gara. Quando poi questo finiva le gomme Rossi che le aveva più fresche lo passava e vinceva, l’unica cosa che cambia da quei tempi ad oggi è che Rossi non vince più così facilmente…

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image