Wtcc- Preview Brands Hatch:”Solito dominio Seat? Priaulx non ci sta”

0

00_brandshatchpriaulx

Welcome to Brands Hatch circuit, cari appassionati del Wtcc. Finalmente siamo giunti al sesto appuntamento stagionale e come sempre dobbiamo porre in cima alla lista dei favoriti la Seat. La Casa spagnola, se avete letto Erace la settimana scorsa, ha intenzione di mandare in pensione l’attuale Leon per far approdare la nuovissima Exeo. Ma non è questo il punto, quanto il fatto che la Seat sia molto indicata tra i favoriti per l’ennesimo colpo doppio in terra nemica. Si, la casa di Priaulx, il quale certamente non vorrà restare con le mani in tasca per tutto il week-end, anzi, ha già dichiarato battaglia ai nemici sempre più vicini al trionfo nel mondiale costruttori. Nelle file della Seat spuntano due nomi interessanti: Tarquini e Muller, separati solo da un punto in classifica e con i favori tutti dalla parte del francese. Nell’ultimo week-end disputatosi, sul tracciato dell’Estoril, c’era attesa nel veder trionfare sia Chevrolet che Bmw e quindi si prospettavano giornate tranquille per il cinghio, almeno in classifica. Ma sin dalle libere, la Seat con Rydell, Monteiro e Muller presero in mano le redini del gioco fino ad arrivare nella Domenica con due gare che hanno visto trionfare proprio lo svedese, ai danni di Larini che era partito in pole, e il padrone di casa portoghese. Risultati di certo importanti, ma lo è ancor di più il doppio piazzamento sul podio di Muller, favorendone il risucchio completo ai danni di Tarquini, vittima di un incidente in gara 1 e cauto nella seconda frazione. Di certo, il quantitativo di zavorra per il nostro portabandiera è sceso in maniera notevole, diversamente dall’avversario francese che dovrà subire le conseguenze del doppio risultato conquistato. Mentre in Seat la lotta è decisamente ai ferri corti, in Bmw si respira più un’atmosfera di tranquillità poichè Priaulx è rimasto aggrappato al campionato con le maniere forti, ma non in maniera tale da poter tentare l’assalto completo nella sua nazione. Situazione decisamente più apprensiva per Farfus, anonimo all’Estoril non gode di buoni precedenti da queste parti ma se ne farà una ragione e proverà a ritornare con la mente a Pau 08, ultima gara che vinse prima di ricadere nell’oblio. Invece, dopo aver compiuto una stagione disastrosa senza cogliere mai un risultato decente, Jorg Muller pare rassegnarsi all’idea di dover aiutare il suo compagno ma non nasconde il suo grande desiderio, vincere almeno una corsa e beffare l’altro nemico Porteiro, il quale lo si è visto decisamente in forma negli ultimi due appuntamenti. Infine, Larini, pilota Chevy, ha subito una grossa beffa all’Estoril dopo la pole conquistata a mani basse. Lui stesso aveva dichiarato che il motore Tdi garantisce maggior potenza in partenza, soprattutto quando è lanciata, quindi in parte si era rassegnato. Ma arrivati nella patria del motorsport, il toscano non può fallire e darà battaglia pur se dovrà sfidare l’altro padrone di casa, Rob Huff, autore di una stagione fantastica che potrà solamente migliorare di gara in gara. Insomma, la Chevrolet tenterà l’assalto e cercherà di non fallire nuovamente. Per quanto riguarda Honda, Volvo e Lada, le parole da sprecare sono poche perchè saranno loro gli ospiti illustri dell’inferno che si creerà per soli tre giorni nel paradiso di Brands Hatch.

Stefano Chinappi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image