Indycar- Montagny è veloce e convincente nei suoi tests

1

montagny

Franck Montagny ha riportato risultati più che confortanti e soddisfacenti nel suo primo test in Indycar, assoluto debutto personale sui circuiti ovali. A Sparta, sul  Kentucky Speedway , ha il francese ha compiuto circa duecento giri con il miglior crono di 218,180 miglia orarie: sarebbe stato il quarto miglior tempo in assoluto nelle qualifiche dell’evento Indycar Series 2008 corsosi ad Agosto.  A questo punto sembra rafforzarsi la candidatura di Montagny a pilota titolare nel 2009. Bisogna ora vedere quanto sia convinta la AGR di puntare su di lui: in questo caso con Kanaan che ha prolungato il contratto per gli anni a venire (lo stesso dicasi per lo sponsor 7-Eleven), in “lizza” per far posto alla new-entry, assoluto jolly che Michael Andretti e Kim Green potrebbero giocare, ci sarebbero Danica Patrick il cui nome era stato timidamente accostato durante la stagione alla scuderia Rahal Lettermann, oppure il giovane Hideki Mutoh o Marco Andretti. La candidatura della prima dovrebbe cadere : se da una parte è vera la notizia secondo la quale Bobby Rahal potrebbe dal 2009 schierare due vetture , d’altro canto  se questo accadrà, probabilmente sono  altri nomi destinati ad essere presenti sulla lista del tricampione CART, in cima su tutti quello di Alex Lloyd. Il giapponese poi ha ben figurato nel campionato 2008 ed è stato premiato con il titolo di miglior debuttante assoluto dell’anno, riconoscenza assolutamente meritata per le prestazioni offerte soprattutto sui circuiti su cui si basa la sua formazione professionale, gli ovali appunto;  mentre per quanto riguarda Marco Andretti la sua situazione è alquanto complicata, visto che è l’unico  della scuderia che  secondo notizie ufficiali ancora deve prolungare il contratto. D’altronde dopo la buona stagione di debutto, coronata anche da una quasi vittoria ad Indianapolis, il suo rendimento è stato alquanto deludente e le sue prestazioni si sono rivelate inadatte per puntare ad una seria  e decisa candidatura per il titolo. Mai una vittoria , soltanto alcuni podii e soprattutto  tanti ritiri per incidenti e manovre alquanto azzardate e scorrette , anche a danno di compagni di squadra.

MN

Condividi in

Autore

1 commento

  1. La velocità ottenuta è poco indicativa, visto che su un ovale sono troppi i fattori che ti possono far guadagnare un paio di miglia pulite rispetto alla tua media: orario del giorno, temperatura aria e pista, eccetera. Più è freddo più si va veloce. Comunque Montagny è un bel pilota, ed il test gli è servito per iniziare a prendere confidenza per eventuali mosse future da parte del team. Secondo me il terreno è pronto per il 2010, dove potrebbero entrare sia lui che Matos (quest’ultimo direi sicuramente). Ora bisogna vedere se e per quanto rinnova Marco Andretti.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image