FIA GT Zolder Gara – Nel segno del Vitaphone

2

00_maseratibertolini

Andrea Bertolini e Michael Bartels hanno vinto il round del FIA GT a Zolder ed hanno ulteriormente rafforzato la loro leadership in campionato. Il successo è scaturito da un ottimo stint a metà gara di Michael Bartels e da un secondo pit-stop effettuato molto tardi e molto velocemente dalla coppia italo-tedesca.

Il team Phoenix è stato colpito da varie sfortune, poteva ambire ad una doppietta invece si deve accontentare di un 2° posto e di una discreta 5° posizione. Infatti, verso fine gara, la coppia Marcel Fassler e Jean-Denis Deletraz hanno subito il ritorno prepotente della Aston Martin di Wendlinger e poi della DB9 di Allan Simonsen.

Anche l’Aston Martin ‘Jet Alliance’ di Wendlinger-Sharp poteva puntare ad una vittoria. Wendlinger ha condotto magistralmente la prima parte di gara fino al pit-stop quando ha ceduto l’auto a Ryan Sharp; quest’ultimo, poco dopo, con le gomme fredde ha fatto un errore da principiante andando a sbattere alla chicane Villeneuve. L’auto ha potuto riprendere la corsa ma ha perso molto tempo.

Sesta è giunta la seconda Maserati MC12 del team Vitaphone con a bordo Xandi Negrao-Miguel Ramos che hanno anticipato sul traguardo Greg Franchi-Vincent Vosse del team Larbre Competition.

La terza Macerati MC12 ‘Vitasystems’, pilotata dai bravi Lamy-Bobbi, è arrivata in 8° piazza.

Ritiro, invece, per la Corvette Z06 ‘SRT’ (Bouchut-Maassen) per problemi al motore e ritiro anche per la Saleen S7r ‘PK Carsport Phoenix’ (Kumpen-Longin) per un problema ad una sospensione.

Gara sfortunata anche per la 550 ‘ACA Argentina’ che s’è ritirata al giro 54.

In GT2 i primi classificati sono Gianmaria Bruni e Toni Vilander insieme alla loro Ferrari F430 ‘AF Corse’.

Il duo italo-finlandese ha ipotecato la vittoria quando la Porsche 997 ‘Prospeed’, dopo il primo pit-stop, è stata colpita, in un tentativo di sorpasso, dalla Ferrari F430 ‘Scuderia Ecosse’ di Jamie Davies.

L’incidente è accaduto mentre entrambe erano doppiate da una Maserati; alla Porsche di Collard questo inconveniente è costato più o meno 30 secondi, Davies, invece, è stato punito con 10 secondi di penalità.

Così ne hanno approfittato Matteo Malucelli e Paolo Ruberti che hanno conquistato il 2° posto dinanzi alla Porsche ‘Prospeed’ di Marc Lieb e Marcus Paltalla.

Paura per l’incendio che ha coinvolto la Ferrari di Zani-Moser del ‘Kessel Racing’, Moser durante il pit-stop è uscito anticipatamente dalla piazzola, di conseguenza la benzina è finita sugli scarichi incandescenti e l’auto ha preso fuoco. Per fortuna Moser non ha avuto danni fisici.

Da segnalare l’incidente alla prima curva che ha visto il ritiro di Thomas Biagi (Af Corse) e del poleman Rob Bell (CR Scuderia).

“Unica” partecipante alla classe G2 è stata la Gillet Vertigo (Bas Leinders-Renaud Kuppens) giunta in 17° posizione assoluta. Da notare anche la presenza dell’Aston Martin Vantage.

Gabriele Sbrana

1

1

GT1

Bertolini/Bartels

Maserati MC 12

2:00:47.551

80

159.18

2

6

GT1

Hezemans/Gollin

Corvette Z06

2:00:54.703

80

7.152

159.02

3

33

GT1

Wendlinger/Sharp

Aston Martin DB9

2:00:57.730

80

10.179

158.96

4

10

GT1

Simonsen/Peter

Aston Martin DB9

2:00:58.090

80

10.539

158.95

5

5

GT1

Fassler/Deletraz

Corvette Z06

2:01:16.781

80

29.230

158.54

6

2

GT1

Negrao/Ramos

Maserati MC 12

2:01:32.592

80

45.041

158.20

7

7

GT1

Franchi/Vosse

Saleen S7

2:01:33.250

80

45.699

158.18

8

17

GT1

Bobbi/Lamy

Maserati MC 12

2:00:51.935

79

1 LAP

157.09

9

50

GT2

Bruni/Vilander

Ferrari F430

2:01:08.361

77

3 LAPS

152.77

10

77

GT2

Malucelli/Ruberti

Ferrari F430

2:01:30.758

77

3 LAPS

152.30

11

60

GT2

Lieb/Palttala

Porsche 911 GT3 RS (997)

2:01:52.998

77

3 LAPS

151.84

12

61

GT2

Westbrook/Collard

Porsche 911 GT3 RS (997)

2:01:53.496

77

3 LAPS

151.83

13

95

GT2

Russo/Perez Companc

Ferrari F430

2:01:06.029

76

4 LAPS

150.84

14

55

GT2

Mullen/Sutton

Ferrari F430

2:01:25.401

76

4 LAPS

150.43

15

78

GT2

Camathias/Balbiani

Ferrari F430

2:01:50.427

76

4 LAPS

149.92

16

164

G2

Enge/Mucke

Aston Martin Vantage V8

2:01:50.559

76

4 LAPS

149.92

17

101

G2

Leinders/Kuppens

Gillet Vertigo

2:02:19.227

74

6 LAPS

145.40

18

62

GT2

Babini/Davies

Ferrari F430

1:41:44.494

63

17 LAPS

148.82

19

37

GT1

Lopez/Basso

Ferrari 550 Maranello

1:21:03.518

52

28 LAPS

154.18

20

57

GT2

Zani/Moser

Ferrari F430

1:09:42.274

43

37 LAPS

148.26

21

4

GT1

Kumpen/Longin

Saleen S7

56:11.775

36

44 LAPS

153.96

22

3

GT1

Maassen/Bouchut

Corvette Z06

45:03.117

30

50 LAPS

160.04

23

51

GT2

Biagi/Montanari

Ferrari F430

80 LAPS

N/A

24

56

GT2

Bell/Kirkaldy

Ferrari F430

80 LAPS

N/A

Condividi in

Autore

2 commenti

  1. Due errori…..uno Biaggi non è BMS Scuderia Italia ma AF Corse e la vertigo non era l’unica in classe G2, ma c’è da Nogaro anche la Aston Martin, che coinvolta nell’incidente alla prima curva ha solo cercato di portare a casa la vettura…..
    L’incendio della Kessel è stato causato da una partenza della vettura con bocchettone del rifornimento ancora agganciato, che strappandosi ha rovesciato 6-7 litri di benzina in pit-lane e sul cofano posteriore della vettura che è partita in fiamme. Dopo un solo giro è stata poi costretta al ritiro per via dei danni causati dalle fiamme stesse.
    La Ecosse dopo una penalità di drive trought per la manovra di Davies su Collard ha fatto un altro pit non in programma e poi si è ritirata.
    Ciao a tutti..Fabio, inge della 78 “BMS Scuderia Italia”

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image