La Rubrica del Pilota: Giacomo Ricci – Dalla Cina con furore!

0

00_giacomoricci

Finalmente online la seconda intervista in esclusiva a Giacomo Ricci, il quale ci racconterà tutte le sue avventure e disavventure di questo week-end cinese di Shanghai, season opener del campionato asiatico GP2.

Dopo il ritiro di gara 2 e l’ottimo 13esimo posto agguantato nella prima corsa, come prevedi il tuo futuro in Gp2 Asia? Sempre con Trident?

Purtroppo in gara due mi sono dovuto ritirare:ero scattato bene al via ma mentre stavo sorpassando Iaconelli ci siamo urtati (incidente di gara)  e ho piegato la sospensione post destra e quindi sono stato costretto a ritirarmi !!!. Per quanto riguarda il mio futuro in Gp2 Asia per il momento non so nulla.Sarei felice di poter continuare la stagione con trident se ce ne sarà la possibilità !!!

Nel Venerdì parlavi di problemi con la vettura, credi di averli risolti nei giorni di gara?

Trident è sicuramente un buon team,sfortunatamente la macchina all’inizio del week-end non era velocissima e durante le gare abbiamo pagato questo svantaggio. La vettura è sempre migliorata durante tutto il fine settimana, ma la situazione di partenza non era positivissima e quindi siamo stati costretti a rincorrere, avvicinandoci sempre di piu alle vetture di testa!

Il lavoro svolto da Trident lo si può definire straordinario, perciò persiste la speranza di averti tra i big per il prossimo appuntamento di Dicembre, nel caldo Medio Oriente. Visto che hai avuto la fortuna di girare con le due Dallara, prima e seconda generazione, in questa stagione, parlaci delle differenze tra queste monoposto che esaltano il made in Italy nel mondo?

Entrambe le vetture sono molto performanti: sicuramente la cosa che ho notato di piu è la differenza di motore tra la macchina che corre nella Main series(motore molto veloce) e quella del campionato Asia, ci sono circa 100 cavalli di differenza tra  le l’una e L’altra! Per quanto riguarda il telaio ,quello della main è  piu raffinato e ti permette di entrare in curva ancora più forte e di tenere una velocità minima maggiore, in ogni caso anche la vettura dell’Asia è molto performante e regala grandi emozioni.
Stefano Chinappi – Giacomo Ricci (Per Eracemotorblog)
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image