A1 Gp Chengdu Sprint Race – Vittoria Irlanda, Italia quattordicesima

0

00_carroll

L’Irlanda di Adam Carroll porta a casa il primo successo in terra cinese con la Sprint Race. Alle sue spalle l’Olanda che conserva la posizione iniziale di partenza, terza la Gran Bretagna. In una gara combattutissima, l’Italia non è andata oltre la quattordicesima posizione, regalando in compenso una minima soddisfazione allo staff azzurro in terra cinese, conscio delle potenzialità che si possono ottenere in futuro con i prossimi appuntamenti.

La corsa comincia nel migliore dei modi per gli irlandesi, supportati dall’overboost umano Carroll, il quale prende subito il largo e si difende nel migliore dei modi dagli attacchi dell’Olanda. L’italia, sempre restando alla partenza, non arretra, anzi, guadagna numerose posizioni e si pone al centro gruppo. La rimonta non è impossibile e Piscopo comincia a fare sul serio.

Tornando ai piani alti della classifica, la Svizzera perde subito la terza posizione a favore di uno scatenato Watts. Confusione davanti, bagarre anche nelle retrovie con un Satrio Hermanto (Indonesia) infelice di guastare la festa alla compagnia, perciò si gira all’ultima curva del primo giro e riparte dall’ultima piazza. Purtroppo non è finita qui poichè la Cina ed il Brasile nelle tornate successive emulano l’indonesiano, dunque la Safety Car entra in gioco e rovina i piani dell’Irlanda, la quale aveva accumulato un enorme margine sulla compagine olandese. Nulla da fare 4 giri dopo, quando la Sc rientra ai box e le posizioni restano quasi immutate fino al traguardo, per la gioia dell’Irlanda di Carroll che si è dimostrata nettamente superiore.

E’ il Monaco, guidato da Clivio Piccione, a fare la parte del leone nel finale con l’India grazie ad un sorpasso splendido che porta il Principato in nona posizione. L’Italia resta quattordicesima; un risultato abbastanza notevole se notiamo le difficoltà attraversate dal Team di Ghinzani in terra cinese. Ma non è ancora finita vista la seconda corsa, la Feature Race che vedrà sempre nelle retrovie la compagine italiana. Pertanto, grande gioia per Carroll e l’Irlanda, soddisfazione invece per Olanda e Gran Bretagna che chiudono il podio di una corsa che si è rivelata a tratti fantastica.

Stefano Chinappi

A seguire la cronaca della Feature Race…

A1 Gp – Chengdu – Sprint Race.

1 – Irlanda – Adam Carroll – 18 – 22′58.470 –
2 – Olanda – Robert Doornbos – 18 – 23′00.507 – 2.037
3 – Gran Bretagna – Danny Watts – 18 – 23′12.831 – 14.361
4 – Svizzera – Neel Jani – 18 – 23′13.089 – 14.619
5 – Sudafrica – Adrian Zaugg – 18 – 23′18.578 – 20.108
6 – Portogallo – Filipe Albuquerque – 18 – 23′18.945 – 20.475
7 – Nuova Zelanda – Chris van der Drift – 18 – 23′25.694 – 27.224
8 – Francia – Nicolas Prost – 18 – 23′26.393 – 27.923
9 – Monaco – Clivio Piccione – 18 – 23′28.848 – 30.378
10 – India – Narain Karthikeyan – 18 – 23′30.738 – 32.268
11 – Australia – John Martin – 18 – 23′31.668 – 33.198
12 – Libano – Daniel Morad – 18 – 23′32.763 – 34.293
13 – Malesia – Fairuz Fauzy – 18 – 23′33.125 – 34.655
14 – Italia – Edoardo Piscopo – 18 – 23′35.011 – 36.541
15 – USA – Marco Andretti – 18 – 23′36.572 – 38.102
16 – Messico – David Garza – 18 – 23′40.981 – 42.511
17 – Cina – Ho – Pin Tung – 18 – 23′48.081 – 49.611
18 – Indonesia – Satrio Hermanto – 18 – 24′02.598 – 1′04.128
19 – Corea – Jin-Woo Hwang – 18 – 24′04.641 – 1′06.171
20 – Brasile – Felipe Guimarães – 14 – – 4 giri

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image