GP2 Test Le Castellet Day 1 – Valsecchi e Kobayashi si dividono la posta in palio

0

00_durangovalsecchi

Prima giornata di test collettivi a Le Castellet che si apre allo stesso modo di come si chiuse quella precedente (Jerez, il mese scorso). Valsecchi in testa nel turno inaugurale e Kobayashi leader nella sessione pomeridiana. Il pilota di Erba, sempre con la fedele Durango, ha stabilito il miglior crono di 1:18.496, distanziando ampiamente il belga D’Ambrosio e l’altro italiano Filippi, il quale ha finalmente ritrovato il giusto passo grazie all’ottimo lavoro eseguito dalla Super Nova; cari ricordi per il monregalese che dovrebbe passare con gli spagnoli della Racing Engineering per la stagione europea. Tra le conferme della top 3, una sorpresa non guasta mai visto il risultato provvisorio di Michael Herck, quarto con un crono di tutto rispetto nonostante l’enorme distacco dai big. Dunque, mentre la DPR esce dal purgatorio dopo lunghe stagioni passate nelle retrovie, notevole sesto piazzamento fatto registrare dal rookie Turvey con ISport, alle spalle del giapponese Kobayashi che si rivelerà il più veloce nel pomeriggio. Ottimo settimo per Luiz Razia; il brasiliano è il maggior candidato a vestire la tuta del team Arden per la prossima stagione, nonostante stia testando in queste sessioni francesi con il FMSI. Altra notevole performance proviene da Tsukakoshi, ottavo con Campos; risultati eccellenti per questo “sconosciuto” pilota proveniente dal lontano Oriente,  dove stiamo assistendo ad un positivo ribaltamento generazionale. Numerosi talenti in Giappone? Neppure in Svizzera possono lamentarsi con Fabio Leimer, vice campione della F.Master 2008, ed autore del decimo miglior tempo di mattinata.

Infine, per quanto riguarda gli altri italiani, Onidi e Puglisi si sono inseriti rispettivamente in sedicesima e diciottesima posizione; il brianzolo, quest’oggi con Durango, ha beffato seppur di poco l’unica donna presente in pista, la svizzera Natascha Gachnang.

GP2 – Test Le Castellet – 1° Turno:

1 – Davide Valsecchi – Durango – 1:18.496 – 28 giri
2 – Jérôme D Ambrosio – Dams – 1:19.969 – 53
3 – Luca Filippi – Super Nova – 1:20.022 – 37
4 – Michael Herck – DPR – 1:20.779 – 37
5 – Kamui Kobayashi – Dams – 1:20.980 – 26
6 – Oliver Turvey – iSport – 1:21.161 – 43
7 – Luiz Razia – FMSI – 1:22.126 – 63
8 – Koudai Tsukakoshi – Campos – 1:22.255 – 36
9 – Vitaly Petrov – Campos – 1:23.783 – 21
10 – Fabio Leimer – Trident – 1:23.844 – 49
11 – Andreas Zuber – Racing Engineering – 1:24.220 – 34
12 – Giedo Van der Garde – iSport – 1:24.237 – 30
13 – Nelson Panciatici – Arden – 1:24.408 – 41
14 – Julien Jousse – Trident – 1:24.479 – 36
15 – Will Brat – DPR – 1:24.728 – 50
16 – Fabio Onidi – Super Nova – 1:25.135 – 37
17 – Sten Pentus – Racing Engineering – 1:25.414 – 40
18 – Marcello Puglisi – Durango – 1:25.501 – 41
19 – Natacha Gachnang – FMSI – 1:26.060 – 68
20  – Christian Ebbesvik – Arden – 1:26.144 – 41
21 – Roldan Rodriguez – Piquet GP – 1:26.744 – 10
22 – Nico Hulkenberg – ART – 1:27.336 – 23
23 – Charles Pic – Piquet GP – 1:28.200 – 19
24 – Alberto Valerio – ART – 1:28.498 – 38

Secondo Turno:

Balza in testa Kobayashi, invece scende Valsecchi fino a chiudere dodicesimo. Ma a sorprendere nuovamente dalle parti del tracciato di Le Castellet è stata la DPR, protagonista anche nel pomeriggio con il rookie Will Brat. Salgono invece le quotazioni di Koudai Tsukakoshi con Campos grazie all’eccellente terzo crono finale. Alle spalle del nipponico si sono inseriti il nostro Filippi, il quale ha confermato l’ottima prova del mattino, e soprattutto il transalpino Pic, che non ha saputo resistere all’idea di sconfiggere nuovamente il rivale di numerose battaglie in Wsr, Van der Garde.

Con il calare del sole si svegliano in ART; Hulkenberg, nelle retrovie nel primo turno, ha chiuso decimo dinanzi all’efficace Razia. Tra piloti efficaci s’intende, dunque importante citare il ritorno in pista per il talentuoso Conway grazie ad ISport; solo tredicesimo crono per il britannico, in lotta per un posto in Indycar con gli altri avversari targati Honda. Infine, solo diciannovesimo Onidi con Super Nova, tale da garantirgli, nonostante tutto, un’aggiunta importante di esperienza. Invece è cresciuto Marcello Puglisi, che ha chiuso diciassettesimo alle spalle di Herck, tornato alle posizioni abituali dopo l’exploit del mattino.

GP2 – Test Le Castellet – 2° Turno:

1 – Kamui Kobayashi – Dams – 1:15.434 – 29
2 – Will Brat – DPR – 1:15.749 – 48
3 – Koudai Tsukakoshi – Campos – 1:16.072 – 40
4 – Luca Filippi – Super Nova – 1:16.082 – 23
5 – Charles Pic – Piquet GP – 1:16.221 – 32
6 – Giedo Van der Garde – iSport – 1:16.268 – 15
7 – Jerome D’Ambrosio – Dams – 1:16.368 – 41
8 – Roldan Rodriguez – Piquet GP – 1:16.394 – 33
9 – Andreas Zuber – Racing Engineering – 1:16.395 – 17
10 – Nico Hulkenberg – ART – 1:16.432 – 31
11 – Luiz Razia – FMSI – 1:16.520 – 46
12 – Davide Valsecchi – Durango – 1:16.541 – 16
13 – Mike Conway – iSport – 1:16.557 – 25
14 – Vitaly Petrov – Campos – 1:16.638 – 23
15 – Alberto Valerio – ART – 1:16.893 – 14
16 – Michael Herck – DPR – 1:17.268 – 16
17 – Marcello Puglisi – Durango – 1:17.457 – 27
18 – Julien Jousse – Trident – 1:17.472 – 32
19 – Fabio Onidi – Super Nova – 1:17.656 – 39
20 – Sten Pentus – Racing Engineering – 1:18.205 – 22
21 – Fabio Leimer – Trident – 1:18.353 – 34
22 – Christian Ebbesvik – Arden – 1:18:549 – 2
23 – Nelson Panciatici – Arden – 1:19.404 – 17
24 – Natacha Gachnang – FMSI – 1:28.710 – 22

Stefano Chinappi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image