ALMS – seconda sessione a Sebring, comanda Sarrazin

0

200px-stephane_sarrazin_2007_mil_milhas_brasil1

 

Nel pomeriggio della giornata di mercoledì 18 Marzo si è svolta la seconda sessione di prove libere a Sebring, in vista della 12 ore in programma nel week end. Come già accaduto in mattinata con Franck Montagny è ancora la Peugeot 908 Hdi numero 8 a segnare il miglior tempo, con al volante Stephane Sarrazin (già pilota Minardi, nelle foto) che precede le due Audi R15 Tdi. Va detto che nemmeno durante il pomeriggio è riuscita a scendere in pista la Peugeot #7. I tempi sul giro segnati durante la tornata di test pomeridiani non sono eccezionali se raffrontati a quelli teoricamente preventivabili, difatti  durante la pausa di metà giornata sono cadute alcune goccie di pioggia che hanno reso leggermente peggiore il grip offerto dall’asfalto. In casa Audi, come in mattinata alle spalle della Peugeot, è stata la vettura #2 ad ottenere il miglior risultato, girando a soli 214 millesimi dall’auto francese, mentre la #1 è rimasta staccata di circa sette decimi dalla gemella, non dando l’impressione di aver trovato le regolazioni ottimali per la 12 ore. Il medesimo discorso può esser fatto per le vetture del Team Acura, le quali hanno continuato a girare su buoni tempi in prospettiva di gara, senza però essere riuscite a staccare rilievi cronometrici da primato.

La prima giornata di prove libere dell’evento Sebring 2009 è stata difficile da interpretare per la mancata partecipazione , per diverse motivazioni, di circa una decina di vetture della classe LM P1 e per le condizioni della pista mutevoli, passando dalla polvere e dal caldo mattutino alla scivolosità del pomeriggio a causa della lieve pioggia caduta. Per questo motivo i tempi fatti segnare sono abbastanza lontani da quanto ci si poteva aspettare, specie rispetto alle prove non ufficiali di lunedì scorso. Come indicazioni massimali, le Peugeot (nonostante abbia fatto girare solo una macchina), sembrano le auto più in forma al momento, a proprio agio sulla pista floridense sia guidate da Montagny che da Sarrazin, con le Audi ancora alla ricerca dell’optimum cronometrico con la nuova R15 Tdi. C’è da scommettere però che in gara le tedesche saranno certamente in grado di competere per la vittoria fino all’ultimo. Indicativamente, per le auto a benzina il terzo gradino del podio sembra il massimo ipotizzabile, infatti anche nel pomeriggio le Oreca e le Aston Martin non sono sembrate in grado di impensierire seriamente la Peugeot e le Audi.

                                     C.J.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image