MotoGP – Qatar: la Yamaha vuole correre

0

fiat-yamaha-team
Come anticipato nei post precedenti, ieri notte i team della MotoGp si sono dichiarati favorevoli rispetto alla soluzione trovata: si corre oggi alle ore 21 locali (ore 20 per l’Italia) con breve warm-up per valutare le condizioni della pista ed eventualmente meglio settare le moto. Rispetto a questa decisione, però, c’è da sottolineare che non tutte le squadre hanno espresso parere favorevole. I team privati, infatti, avrebbero preferito lasciare “cadere” la cosa e soccombere alla furia degli elementi. Sia dal punto di vista logistico (costi alloggio e trasferta), sia da quello sportivo, comunque si concluda, la trasferta in Qatar sarà un “bagno di sangue”. Non avendo preso alcuna posizione ufficiale, la Dorna e la Federazione Motociclistica Internazionale non interverranno economicamente in favore di alcuna squadra.
Al coro dei privati si aggiunge anche la voce di Daniel Pedrosa che avrebbe preferito evitare la gara di oggi per recuperare forze e feeling con la moto. Dalla parte dei sì, invece, l’intero Fiat Yamaha Team del quale abbiamo raccolto le dichiarazioni rese questa mattina a mezzo stampa.

Valentino Rossi:
E’ stato davvero frustante essere sulla griglia di partenza e rinunciare al via pochi istanti prima. Dopo la gara della 125 pensavamo di essere al sicuro, la pista era ormai asciutta. Dopo sei mesi senza gare e tutti i test ed il lavoro svolto in questi ultimi giorni, ritengo che la decisione di correre sia corretta. Sarà strano perché in questo sport penso non sia mai capitata una competizione di lunedì. Sarà dura aspettare ancora; la pressione sarà ancora maggiore ma sono contento di avere l’opportunità di correre. Dobbiamo tenere le dita incrociate perché potrebbe comunque piovere anche se le previsioni tendono a scongiurare questa ipotesi. Altro fattore importante è che verrà trovata qualche soluzione per pulire il tracciato. Dopo la pioggia, infatti, l’asfalto è molto sporto. E’ possibile che vengano fatte girare delle auto per gommare la pista.”

Jorge Lorenzo:
Sono contento della decisione. Voglio davvero correre questa gara! Per noi posticipare la gara non è un grande problema, dopo tutto il lavoro svolto è meglio aspettare e correre. Sono comunque dispiaciuto di quanto è accaduto perché ero pronto per la competizione. Ora è necessario mantenere la concentrazione per la gara.

Lin Jarvis – Managing Director Yamaha Motor Racing
Ovviamente eravamo piuttosto infastiditi rispetto alla mancata partenza della gara. Tuttavia quelle di ieri non erano delle circostanze normali. Dopo un’intenso confronto all’interno del nostro team tra i piloti, Masahiko Nakajima, Davide Brivio e Daniele Romagnoli abbiamo deciso di sostenere la possibilità di correre il lunedì. Chiaramente questo comporterà grandi inconvenienti per ognuno di noi, dovremo cambiare i voli, prenotare altri Hotel per il nostro staff ma riteniamo che sia una scelta dovuto in favore dello sport!

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image