Indycar – Ufficiale la collaborazione Paul Tracy-KV Racing per la 500 Miglia

0

tracy.jpg

Paul Tracy , come previsto, ha ufficializzato la sua prossima partecipazione alla 500 Miglia del prossimo Maggio nella conferenza stampa tenutasi poche ore fa a Long Beach. Il quarantenne originario del Canada farà il suo ritorno in pista con la scuderia di Jimmy Vasser, suo ex-rivale ai tempi della Cart negli anni Novanta, la KV Racing. L’ultima partecipazione di “The Thrill from the West Hill” risale al lontano 2002 quando corse l’evento dell’Indiana grazie ad una partecipazione estemporanea nell’evento IRL da parte del sua scuderia di allora, il “Team Green” ora “Andretti-Green”.

Lo stesso Jimmy Vasser ha a lungo sperato di far firmare un contratto a Paul Tracy per dargli l’occasione di correre l’intero campionato ma questo non è stato possibile, nonostante le parti siano state molto vicine per lungo tempo, a causa del mancato apporto dei giusti sponsors. Una collaborazione agognata che, dunque,  si potrà concretizzare solo in occasione della gara dell’Indiana.

“Credo di poter parlare a nome di tutti gli uomini della squadra. Vorrei soltanto dire questo: dare la possibilità di far correre Paul ci riempie di soddisfazione ed il solo pensiero ci da una grande carica per affrontare al meglio l’evento importante” – le prime dichiarazioni a caldo del campione Cart 1996, Vasser.

“Sebbene Paul non abbia toccato il volante di qualsivoglia monoposto da competizione dallo scorso anno ad Edmonton, sono sicuro al cento per cento che ciò non sarà un forfait per lui. Lo conosco troppo bene per credere che sia altrimenti. Dopotutto lui ha più esperienza di me, ha debuttato prima e si ritirerà dopo. Riprenderà confidenza con la Dallara subito, è solo una questione di abitudine. Un buon rapporto con la velocità e l’aggressività nell’ approccio all’evento gara lo possiede per grazia ricevuta”.

Per Tracy un nuovo ritorno alla vita agonistica. Proprio nel giorno della sua conferenza è stato annunciata anche l’innocenza di Helio Castroneves, i destini dei due tornano curiosamente ad incrociarsi. Allora il brasiliano della Penske fu il  suo acerrimo rivale in quella che viene ricordata come la più controversa edizione della 500 Miglia degli ultimi anni, quella datata 2002. Allora fu Tracy ad uscirne sconfitto, non senza polemiche. Il canadese passò il brasiliano, leader della corsa, all’ultimo giro appena prima che la gara venisse interrotta da una bandiera gialla e conseguente caution provocata da un incidente che vide coinvolti altri due piloti. Nonostante Tracy avesse protestato e rinfacciato all’organizzazione gara di aver compiuto il sorpasso regolarmente in regime di bandiere verdi, la vittoria venne assegnata a Castroneves.

A detta del canadese – ” un evento che allora provocò un bruciore di stomaco continuo” –  ma che ora è  pronto a giurare che sia – “dimenticato, alle spalle”.

“Il passato non conta, non ho rancore, Helio meritò la gara come me perchè entrambi eravamo li’ a battagliare per la vittoria fino all’ultimo giro. Piuttosto sono pronto per questa nuova sfida. Dopo quell’edizione non sono mai tornato qui nelle vesti di protagonista. Indianapolis per me è un luogo speciale, carico di ricordi legati sopratutto alla prima fase della mia carriera, un tempio sacro per le competizioni automobilistiche, che tutti noi veneriamo. Vorrei riuscire quest’anno a completare ciò che non sono riuscito a fare in questi anni. Sarà difficile ma il mio sogno è quello di entrare nella storia di questa corsa dalla porta principale, desidero tanto che il mio nome compaia nell’albo d’oro dei vincitori”.

“Ho speso la mia intera vita nel mondo delle corse, una vittoria qui sarebbe il coronamento di tutti i sacrifici che ho dovuto nolente o volente sopportare”.

Paul Tracy sarà sponsorizzato dalla “GEICO”.

MN

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image