NASCAR – Talladega: Keselowski vince, Edwards decolla

0

rpm_a_cedwards2_288v

Dopo la vittoria di David Ragan nella gara di sabato della Nationwide Series, Talladega regala un’altra prima volta. In un dei finali più sensazionali della storia NASCAR, Brad Keselowski (pilota part-time che non disputa neanche tutta la serie) ha conquistato la sua prima vittoria in carriera, alla Aaron’s 499 disputata domenica al Talladega Superspeedway. L’ultimo giro è stato caratterizzato da uno spettacolare testa a testa tra Keselowski e Carl Edwards, conclusosi con una toccata tra i due che ha spedito Edwards contro Ryan Newman, contatto che lo ha fatto decollare in aria, volando sulle barriere di protezione e rischiando di scavalcarle e di finire in tribuna. Fortunatamente il pilota del Roush Fenway Racing è sceso dalla macchina senza un graffio, mentre 7 spettatori sono rimasti feriti. “Nessuno degli infortunati è grave o in pericolo di vita“, ha detto il Dr. Bobby Lewis, direttore medico del Talladega Superspeedway. “Si tratta soprattutto di lievi contusioni, con possibili fratture.”

Mi dispiace per quanto accaduto e sono andato a chiedere scusa a Carl, ma la regola dice che non si può andare al di sotto della linea gialla“, ha detto Keselowski a fine gara. “Lui mi ha bloccato, e non io non potevo scendere al di sotto della linea gialla. Non volevo centrarlo, ma sono stato costretto in quella situazione. Non c’era nient’altro che io potessi fare.” La versione di Edwards è sorprendentemente vicina a quella di Keselowski. “Brad stava spingendo, è tutto ciò che doveva fare“, ha detto Edwards. “Ho visto che andava su ed anche io sono andato sù. Qquando è sceso di nuovo giù, ed anche io sono sceso giù per bloccarlo, ma non ho realizzato che lui potesse farlo così velocemente. Brad ha fatto un grande lavoro. Congratulazioni per la vittoria. Ma la NASCAR ci hanno messo in queste condizioni, e noi continueremo a correre così finchè non uccideremo qualcuno, e poi faranno delle modifiche. Brad ha fatto solo il suo compito. Lui pensava che io sapessi che si fosse messo all’interno, ma era troppo veloce perché io me ne rendessi conto.”

Alle spalle di Keselowski ha terminato così Dale Earnhardt jr, vincitore per cinque volte su questo circuito, seguito da Ryan Newman che è riuscito a tagliare il traguardo nonostante sia rimasto coinvolto nell’incidente con Edwards. Com’è tipico di Talladega, due maxi incidenti hanno caratterizzato la corsa: dopo 7 giri di gara, una toccata tra Matt Kenseth e il leader della classifica Jeff Gordon ha innescato una carambola che ha messo ko tra gli altri Mark Martin, Clint Bowyer, Kevin Harvick e Kasey Kahne, mentre a 4 giri dalla fine un altro incidente multiplo ha messo fuori gioco in 10, tra cui il poleman Juan Pablo Montoya e il campione in carica Jimmie Johnson. Col sesto posto finale, Kurt Busch è passato in testa alla classifica.

Classifica finale:

Pos. Driver Make
1. Brad Keselowski Chevrolet
2. Dale Earnhardt Jr. Chevrolet
3. Ryan Newman Chevrolet
4. Marcos Ambrose Toyota
5. Scott Speed Toyota
6. Kurt Busch Dodge
7. Greg Biffle Ford
8. Brian Vickers Toyota
9. Joey Logano Toyota
10. Jeff Burton Chevrolet

Classifica del campionato:

Pos. +/- Driver Points Behind
1. +2 Kurt Busch 1299 Leader
2. -1 Jeff Gordon 1294 -5
3. -1 Jimmie Johnson 1235 -64
4. — Tony Stewart 1232 -67
5. — Denny Hamlin 1190 -109
6. +1 Kyle Busch 1124 -175
7. +1 Carl Edwards 1119 -180
8. -2 Clint Bowyer 1098 -201
9. +2 Jeff Burton 1092 -207
10. +4 Greg Biffle 1081 -218
11. -2 David Reutimann 1077 -222
12. — Matt Kenseth 1063 -236

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image