Indycar – Fast Friday, Briscoe il più veloce

0

2

Il “Fast Friday” arride al team di Roger Penske. Ryan Briscoe e Helio Castroneves sono stati i più veloci nell’ultima giornata precedente il Pole Day. L’australiano ha fatto segnare il tempo di 39.8263 alla media di 363,604 km, e il compagno di squadra è stato il solo altro pilota a scendere sotto i 40 secondi. L’anno scorso eravamo in una situazione diversa, non ci sentivamo in grado di lottare per la pole, sentivamo che non avevamo abbastanza velocità“, ha detto il presidente di Penske Racing Tim Cindric. “Credo che sia importante essere coscienti delle proprie capacità“, ha aggiunto lo stesso Roger Penske. “Abbiamo visto cosa siamo in grado di fare in questi giorni. Poi c’è da valutare il tempo. E poi c’è anche da considerare il fatto che siamo qui per la corsa. Sappiamo dalle statistiche che qualificarsi nelle prime due o tre o quattro file significa avere le maggiori probabilità di vincere.” Buono anche il settimo tempo del terzo pilota del team, Will Power (40.0733).

A candidarsi per la pole ci sono anche i due piloti di Ganassi. Dario Franchitti ha fatto segnare il terzo tempo, pochi millesimi sopra i 40 secondi, e quarto è stato Scott Dixon. Più dietro i piloti dell’Andretti-Green Racing, guidati da Danica Patrick (40.0436 il suo tempo) quinta e Marco Andretti, sesto, mentre più in difficoltà è risultato essere Tony Kanaan, solo dodicesimo con la sua vettura, che nel finale è sceso in pista anche alla guida della vettura di Marco Andretti per effettuare delle comparazioni. Hideki Mutoh si è piazzato al nono posto. A completare la top ten ci sono Dan Wheldon, ottavo, e Alex Lloyd, grande sorpresa di giornata con la vettura schierata in partnership tra i team di Chip Ganassi e Sam Schmidt.

Due incidenti hanno segnato la giornata. Nel primo, Robert Doornbos ha pesantemente danneggiato la sua vettura sbattendo all’uscita della curva 2. “E’ stato soltanto un errore mio”, ha detto il pilota olandese. “Non c’era niente di sbagliato nella vettura, ho semplicemente commesso un errore io. Per fortuna siamo sono in grado di risolvere il problema in tempo per tornare forti domani.” Nel secondo, Scott Sharp ha perso il controllo della su vettura all’uscita della prima curva ed è andato a impattare contro il muro. “Stavamo compiendo dei giri di routine”, ha detto Sharp.”Era il secondo giro, piuttosto facile. Non so esattamente cosa sia successo, ma ho perso il controllo della macchina”. E’ un peccato, avevamo fatto un po’ di fatica per ottenere più velocità e non era davvero il caso che succedesse questo. Vedremo adesso cosa fare per recuperare.”

Tra i piloti ancora a piedi che cercano in extremis di trovare un sedile c’è il brasiliano Bruno Junqueira, 5 volte al via ad Indy, in pole nel 2002. “Quest’anno è un po’ diverso“, ha detto Junqueira. “Vorrei essere in macchina e lottare per la pole come ho fatto negli anni precedenti, ma questo anno invece sto cercando ancora di trovare una vettura per correre. Sto parlando con ogni singolo team nel paddock. Spero di poter ottenere qualcosa per la seconda settimana. Posso portare la mia esperienza qui. Alcuni team vogliono vedere qualificati i loro piloti nella prima settimana, e poi potrebbero pensare ad allestire una seconda auto. Sono Fiducioso che almeno tre squadre posso darmi una possiblità. C’è da aspettare e vedere“.

Per domani con ogni probabilità il meteo giocherà un ruolo determinante. “Mi ricordo che nel 2003 abbiamo avuto continue raffiche di vento, fino a 80 kmh, e c’erano molti problemi, specie nella curva 2“, ha detto Castroneves, due volte vincitore della Indy 500. “È necessario, quindi, analizzare attentamente quali sono le condizioni della pista, avere sotto controllo la situazione e procedere un passo alla volta. Ecco perché è così importante avere queste giornate di porva, si impara sempre qualcosa. La pista e le modifiche che devi eseguire, seguendo il tuo istinto e ciò che la pista ti dice di fare. Domani dovremo cercare di tirar fuori un po’ più di velocità delle auto. Ma non dobbiamo mai prendere inutili rischi.”

Domani sono in programma due ulteriori ore di prove mattutine, prima che il Pole Day scatti a mezzogiorno ora locale.

Tempi:

Pos  Driver             Team                     Time      Gap
 1.  Ryan Briscoe       Penske                   39.8263s
 2.  Helio Castroneves  Penske                   39.9223s  + 0.0960s
 3.  Dario Franchitti   Ganassi                  40.0029s  + 0.1766s
 4.  Scott Dixon        Ganassi                  40.0317s  + 0.2054s
 5.  Danica Patrick     Andretti Green           40.0436s  + 0.2173s
 6.  Marco Andretti     Andretti Green           40.0492s  + 0.2229s
 7.  Will Power         Penske                   40.0733s  + 0.2470s
 8.  Dan Wheldon        Panther                  40.1146s  + 0.2883s
 9.  Hideki Mutoh       Andretti Green           40.1388s  + 0.3125s
10.  Alex Lloyd         Schmidt/Ganassi          40.1393s  + 0.3130s
11.  Graham Rahal       Newman/Haas/Lanigan      40.1528s  + 0.3265s
12.  Tony Kanaan        Andretti Green           40.1726s  + 0.3463s
13.  Robert Doornbos    Newman/Haas/Lanigan      40.1867s  + 0.3604s
14.  Mario Moraes       KV                       40.2549s  + 0.4286s
15.  Vitor Meira        Foyt                     40.2573s  + 0.4310s
16.  Paul Tracy         KV                       40.2916s  + 0.4653s
17.  Raphael Matos      Luczo Dragon             40.4203s  + 0.5940s
18.  Sarah Fisher       Fisher                   40.4596s  + 0.6333s
19.  John Andretti      Petty/Dreyer & Reinbold  40.5262s  + 0.6999s
20.  Ed Carpenter       Vision                   40.5367s  + 0.7104s
21.  Davey Hamilton     Dreyer & Reinbold        40.5440s  + 0.7177s
22.  Scott Sharp        Panther                  40.5882s  + 0.7619s
23.  Justin Wilson      Coyne                    40.5885s  + 0.7622s
24.  Alex Tagliani      Conquest                 40.6250s  + 0.7987s
25.  AJ Foyt IV         Foyt                     40.7525s  + 0.9262s
26.  EJ Viso            HVM                      40.7540s  + 0.9277s
27.  Ryan Hunter-Reay   Vision                   40.7949s  + 0.9686s
28.  Mike Conway        Dreyer & Reinbold        40.8163s  + 0.9900s
29.  Nelson Philippe    HVM                      40.9376s  + 1.1113s
30.  Milka Duno         Dreyer & Reinbold        40.9708s  + 1.1445s
31.  Stanton Barrett    3G                       41.1506s  + 1.3243s

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image