Indycar – Wilson domina a Watkins Glen

0

wilsonwinsfolo-inside-07052009

Dominando il Camping World Grand Prix corsa a Watkins Glen, Justin Wilson ha regalato al suo team, il Dale Coyne Racing, la prima vittoria della sua storia. Per l’inglese si tratta invece della seconda vittoria in carriera, dopo quella ottenuta a Detroit nel settembre 2008. Wilson era l’ultimo pilota non Ganassi o Penske ad aver vinto una gara. E’ una sensazione fantastica“, ha detto Wilson. “Questa è la vittoria più importante della mia carriera. Vincere con Dale e mostrare cosa siamo in grado di fare. E’ una sensazione fantastica“. “C’è voluto troppo tempo“, ha detto Coyne, che è nelle corse da più di venticinque anni, prima da pilota e poi da proprietario. “Sapevamo che Justin è un pilota molto forte sugli stradali. Aveva mostrato le sue qualità a St.Petersburg, e le ha confermate qui.” Wilson ha preceduto di 4.9906 secondi il poleman Ryan Briscoe. Devo fare i complimenti a Dale Coyne, a Justin e a tutta la squadra“, ha detto Briscoe. “Siamo andati più lunghi di lui di un giro nel primo stint, ma purtroppo sono uscite le bandiere gialle e abbiamo dovuto fare due pit-stop. Questo ci ha fatto perdere una decina di posizione. Abbiamo dovuto lavorare sodo per tornare su, abbiamo avuto dei buoni pit stop. Gli ultimi giri sono stati molto impegnativi, dovendomi difendere dagli attacchi di Dixon.” Il neozelandese Scott Dixon ha terminato al terzo posto, passando così in testa al campionato.

Briscoe era riuscito a prendere la leadership al via, ma Wilson riusciva a superarlo al quarto giro. Da quel momento l’inglese è rimasto praticamente sempre in testa, se si escludono i giri in cui ha effettuato i pit stop.  Briscoe ha avuto la possibilità di riprendere la leadership quando Wilson ha perso tempo nel doppiare Marco Andretti, che era stato costretto ad un pit stop fuori programma dopo un contatto con EJ Viso che gli ha causato una foratura, ma l’inglese è riuscito a sbarazzarsi di Andretti e a mantenere la leadership. Al giro 18 il debuttante Richard Antinucci finisce in testacoda causando l’uscita delle bandiere gialle. Briscoe, Mario Moraes, Dixon, Tony Kanaan e Franchitti, che non avevano ancora rifornito, vanno ai box in regime di caution e scivolano in fondo al gruppo. Wilson si ritrova così in testa davanti ad un sorprendente Conway, Graham Rahal (che era stato penalizzato di dieci posizioni in griglia per essere stato trovato irregolare nelle verifiche dopo le qualifiche), Mutoh ed Helio Castroneves.

Al giro 23 Moraes rovina il suo buon weekend toccandosi con Carpenter nel tentativo di recuperare dopo la sfortuna del primo pit. Il contemporaneo testacoda di Dario Franchitti, che perde un giro restando bloccato nella ghiaia, causa le bandiere gialle. Dopo la ripartenza Wilson mantiene la leadership e va via a Conway, mentre Paul Tracy, al ritorno dopo Indianapolis, sbatte causando una nuova caution. Questi inconvenienti permettono a Briscoe e Dixon di risalire nella top ten ed allo stesso tempo risparmiare carburante, il che gli permetterà un pit stop più corto facendogli recuperare così ulteriori posizioni. Brisccoe si ritrova così a tallonare Wilson in seconda posizione, seguito a sua volta a breve distanza da Dixon e Castroneves. L’ultima caution è provocata da Hideki Mutoh, che sbatte nello stesso punto di Tracy al giro 52. Alla ripartenza Wilson allunga su Briscoe, che invece deve guardarsi dagli attacchi di Dixon. Wilson riesce così a vincere con quasi 5 secondi di vantaggio sull’australiano, che riesce a battere in volata Dixon. All’ultimo giro  Andretti riesce invece a scavalcare Mike Conway, che comunque porta a casa il miglior risultato stagionale (e in carriera) terminando sesto, così come Viso con il settimo posto.

Classifica finale:

Pos  Driver             Team                      Time/Gap

 1.  Justin Wilson      Coyne                1h48m24.1947s

 2.  Ryan Briscoe       Penske                  +  4.9906s

 3.  Scott Dixon        Ganassi                 +  5.1632s

 4.  Helio Castroneves  Penske                  +  7.0755s

 5.  Marco Andretti     Andretti Green          +  8.5595s

 6.  Mike Conway        Dreyer & Reinbold       +  9.3646s

 7.  EJ Viso            HVM                     + 11.3804s

 8.  Tony Kanaan        Andretti Green          + 13.0020s

 9.  Robert Doornbos    Newman/Haas/Lanigan     + 13.2633s

10.  Dan Wheldon        Panther                 + 18.0412s

11.  Danica Patrick     Andretti Green          + 18.5656s

12.  Raphael Matos      Luczo Dragon            + 18.9342s

13.  Graham Rahal       Newman/Haas/Lanigan     + 23.0413s

14.  Mario Moraes       KV                      + 23.3821s

15.  Dario Franchitti   Ganassi                 +    1 lap

16.  Ed Carpenter       Vision                  +    1 lap

17.  Milka Duno         Dreyer & Reinbold       +   2 laps

18.  Richard Antinucci  3G                      +  13 laps

 

Ritiri:

 

     Hideki Mutoh       Andretti Green             51 laps

     Paul Tracy         KV                         29 laps

     Ryan Hunter-Reay   Foyt                        0 laps

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image