F1- Tutti d’accordo con Schumacher

2

michael-schumacher_1454646c

 

Appena arrivata, la notizia della rinuncia di Schumacher a ritornare in F1, ha scatenato commenti. Quelli dei medici, innanzitutto, d’accordo con la scelta del pilota tedesco, soprattutto considerando gli effetti che gran premi impegnativi come quelli di Valencia, Spa e Monza, potrebbero avere soprattutto sul suo collo, già traumatizzato dall’incidente in moto dello scorso inverno, ma anche quelli degli addetti ai lavori. Suo fratello Ralf, tra i primi a commentare la decisione, ha infatti dichiarato all’agenzia Dpa,”E’ una grande delusione per tutti, ma la decisione di Michael va accettata. E’ assolutamente chiaro che un ritorno stabile in F1 non può avvenire se le condizioni fisiche non lo consentono”. In seguito sono arrivate le parole del principale competitor della Ferrari con il boss della Mercedes Norbert Haug, che non ha nascosto il suo rammarico,” E’ una grossa delusione per tutti coloro che hanno gioito quando hanno apppreso la notizia del ritorno di Michael. La salute però è una priorità. Su questo non c’è alcun dubbio. Era chiaro sin dall’inizio che i risultati degli esami sarebbero stati decisivi”. In ultimo, uno dei personaggi più coraggiosi del motorsport internazionale, Alex Zanardi, che si è anche espresso sulla scelta di Luca Badoer, classe ’71, come sostituto del Kaiser, “Il rientro sembrava una decisione presa più con il cuore che con il cervello. Paradossalmente prendere un ragazzino della Gp2 sarebbe stata la scelta più logica, con poca esperienza ma allenato e con il colpo d’occhio di chi parte sempre in mezzo ad un plotone di trenta assatanti. A Schumacher queste cose mancano da un po’, ma io avevo fiducia che il suo grande talento lo avebbe aiutato a trovare rapidamente certi meccanismi”. 

Sul sostituto del sostituto non poteva mancare il parere della Federazione Spagnola dell’Automobilismo, non proprio soddisfatta delle scelta operata dalla rossa che non ha premiato il suo porta bandiera, “La Ferrari doveva scegliere Genè per sostituire Massa, non Badoer. E’ una delle cose assurde che hanno deciso i responsabili della Ferrari. Genè è preparato meglio visto che ha appena vinto la 24h di Le Mans. E’ la prima volta che un pilota spagnolo centra un simile obiettivo, sarebbe stata una promozione importante per la scuderia italiana”, chiosando alla fine proprio sul pilota veneto,” Non corre da tre anni, Genè è in condizioni migliori. La decisone va accettata anche se non la condividiamo”.

Condividi in

Autore

2 commenti

  1. Giordano Ghio il

    Federazione spagnola sta zitta ! Il circuito di Valencia fa schifo e se non vendi i biglietti non pretendere Genè alla Ferrari, posso capire se si poteva prendere Alonso, con tutto il rispetto per Mark che ha comunque recentemente ammesso di essere stato tra i più lenti dei piloti Peugeot a le Mans.

  2. Da grande tifoso di Michael sono deluso. Ma ragionando, non si può criticare Schumi per la sua scelta: la salute viene prima di tutto. Faccio un grosso in bocca al lupo a Luca Badoer che a 38 anni ha tra le mani un occasione unica ed inaspettata. La meritava, più di Genè, dopo tanti anni al servizio della Rossa. Tifosi, guardiamo il lato positivo della cosa: c’è un Italiano a guidare la Ferrari!

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image