Indycar – Sears Point Sonoma – Franchitti dall’inizio alla fine

0

franchitti1

Per la prima volta dal 2003 un pilota riesce a rimanere in testa dal primo all’ultimo giro di una gara Indycar. A riuscirci è stato Dario Franchitti, che ha vinto così l’ Indy Grand Prix of Sonoma disputato sull’Infineon Raceway. Franchitti ha preso la leadership dopo essere partito dalla pole positon e ha condotto in testa per tutti i 75 giri, resistendo alla continua pressione di Ryan Briscoe, secondo al traguardo e nuovo leader della classifica. “Questa vittoria è fondamentale per il campionato“, ha detto Franchitti. “La pole position di ieri ci ha permesso di controllare la gara. E’ stato importante fare una buona partenza. Abbiamo controllato il ritmo della corsa e salvato un sacco di carburante. Quando sei in testa, è soltanto una tua decisione se spingere al massimo e cercare di costruire un vantaggio o cercare di salvare carburante. Abbiamo deciso di risparmiare carburante e controllare il ritmo.” Per Briscoe si tratta della settima seconda posizione ottenuta in questo 2009 (su 14 gare finora disputate). “L’unica cosa che poteva fare era aspettare che Dario commettesse un errore“, ha detto Briscoe. “Sono stato molto prudente sul carburante durante il primo stint e ho veramente pensato che sarei stato in grado di fare andando un giro in più e sono rimasto sorpreso di vedere che lui è andato un giro più lungo di me. Penso che se fossi stato davanti sarei stato più veloce. Con l’aria sporca non c’era molto che potessi fare. Purtroppo, è una pista molto difficile dove superare se quello davanti a te non fa errori. Complimenti a Dario e alla sua squadra perché non ne hanno fatti. Il Team Penske ha fatto un ottimo lavoro e dei grandi pit-stop. Siamo in testa al campionato, speriamo di portarlo a casa.”

La gara è iniziata subito con un incidente multiplo che ha visto coinvolte numerose vetture, tra cui quelle di Scott Dixon, Tony Kanaan e Graham Rahal. L’incidente costringe Marco Andretti, Conway, Kanaan, Dixon, l’esordiente Franck Montagny, Danica Patrick e Rahal a rientrare ai box per effettuare alcune riparazioni. Dopo una lunga caution per riordinare i detriti di questo incidente, Franchitti e Briscoe riescono a creare un break rispetto al resto del gruppo. Dietro si accende una dura lotta per il terzo posto tra Helio Castroneves e Hideki Mutoh. Il pilota brasiliano riesce però a staccare il giapponese ed a riportarsi su Franchitti e Briscoe dopo il primo pit stop, quando i due piloti di testa devono passare alle gomme normali mentre Castroneves può utilizzare le “red” grazie ad una diversa tattica. La fase centrale della corsa vede il tentativo di rimonta di alcuni dei piloti attardati nell’incidente la via, tra cui Dixon, Kanaan e Andretti, che cercano di districarsi in mezzo al gruppo.

Il trio di testa rimane agganciato per gran parte della fase centrale, prima che le speranze di vittoria di Castroneves svaniscano quando quando per una incomprensione con Kanaan i due arrivano al contatto, subito dopo il secondo pit stop del pilota di Penkse. La Dallara di Castroneves si alza da terra e atterra pesantemente, danneggiandosi. Il brasiliano continua per qualche giro, prima di finire sulla sabbia alla prima curva a 9 giri dalla fine. La contemporanea di fermata sulla pista di Ryan Huntr-Reay a causa di problemi tecnici consente al gruppo di ricongiungersi, e negli ultimi giri Briscoe tenta invano di attaccare Franchitti, che va così a conquistare la quarta vittoria stagionale. Chi invece riesce nel suo intento è Mike Conway, che con due sorpassi negli ultimi giri su Mutoh e Mario Moraes riesce a conquistare il primo podio in carriera. Anche per Moraes il quarto posto finale è il miglior risultato della sua carriera. Gli ultimi giri sono stati molto spettacolari, con diversi sorpassi e diversi contatti. A farne le spese Justin Wilson, in lotta per il quarto posto con Mutoh e finito in testacoda per un contatto col giapponese, e Dixon, che è stato toccato da Andretti in lotta per il nono posto ed ha concluso tredicesimo.

Classifica finale:

Pos Driver Team Time/Gap

1. Dario Franchitti Ganassi 1h49m23.0073s

2. Ryan Briscoe Penske + 0.2488s

3. Mike Conway Dreyer & Reinbold

4. Mario Moraes KV

5. Hideki Mutoh Andretti Green

6. Oriol Servia Newman/Haas/Lanigan

7. Justin Wilson Dale Coyne

8. Tony Kanaan Andretti Green

9. Raphael Matos Luczo Dragon

10. Robert Doornbos HVM

11. Ed Carpenter Vision

12. Dan Wheldon Panther

13. Scott Dixon Ganassi

14. Marco Andretti Andretti Green

15. Richard Antinucci 3G

16. Danica Patrick Andretti Green + 1 lap

17. Milka Duno Dreyer & Reinbold + 4 laps

Ritiri:

Helio Castroneves Penske 66 laps

Ryan Hunter-Reay Foyt 65 laps

Franck Montagny Andretti Green 57 laps

Graham Rahal Newman/Haas/Lanigan 30 laps

EJ Viso HVM 0 laps

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image