NASCAR – Kyle Busch torna alla vittoria

0

busch

Kyle Busch rilancia le sue ambizioni per la Chase e raddrizza una stagione che si stata rivelando disastrosa vincendo la Sharpie 500 disputata sul Bristol Motor Speedway sabato notte. Il pilota del Joe Gibbs Racing è riuscito ad avere la meglio, in un finale mozzafiato, su Mark Martin. Busch ha vinto così per la quarta volta in questa stagione e per la seconda volta a Bristol. Busch è così salito di due posizioni in classifica, piazzandosi al tredicesimo posto, a 34 punti da Matt Kenseth che occupa il dodicesimo posto. “Io sono un ragazzo che ama vincere“, ha detto Busch. “Non c’è niente altro per me di meglio che la sensazione della vittoria. Martin ha corso una grande gara, avrebbe meritato di vincere. Mi dispiace che torni a casa con un secondo posto. So come si sente. Io ho guidato più forte che potevo. Ha avuto una possibilità di passarmi, avrebbe potuto farlo, avrebbe potuto spostarmi. Ma non lo ha fatto. Ha corso pulito“. Martin, che ha disputato la sua gara numero 1000 conteggiando le tre principali serie NASCAR, ha detto  che Busch gli ha lasciato un sacco di spazio per passare all’interno negli ultimi quattro giri, ma lo il suo spunto non era abbastanza buono. Martin ha detto che ha preferito fare tutto in maniera pulita. “Mi ha lasciato molto spazio, e ho avuto modo di affiancarlo,” ha dichiarato Martin, che ha condotto in testa la gara per 240 giri, più di tutti gli altri. “Finalmente siamo riusciti a portare a casa un buon risultato dopo una grande gara. Se qualcuno pensa che io sono stato troppo morbido sappia che ho buttato anche le mie budella“.

Martin aveva ottenuto la pole position, ma al via era stato sopravanzato da Greg Biffle (quarto poi al traguardo). Come sempre in un ovale da mezzo miglio sono state numerose le caution. La prima già al giro 12 (su 500), quando il rookie Joey Logano è stato messo ko da una toccata di Sorenson. Martin si è riportato in testa nella prima parte di corsa, per vedersi poi sopravanzato da Jimmie Johnson, autore di una bella rimonta dopo essere partito ventunesimo. Ma le speranze di Johnson sono naufragate a causa di un disastroso ultimo pit stop, a causa di un pneumatico non ben fissato che lo ha costretto ad una seconda sosta e riportandolo in fondo al gruppo. Al giro 493 un incidente tra Waltrip e Bowyer porta all’uscita delle bandiere gialle. Con anche una leggera pioggia che cade, la NASCAR decide di sospendere la gara con la bandiera gialla. Dopo 11 giri la gara può riprendere, e la bandiera verde viene data a quattro giri dalla fine, con la conseguente lotta per la vittoria tra Busch e Martin. Marcos Ambrose è arrivato terzo, seguito da Biffle e Denny Hamlin che completano la top five. Hamlin è riuscito a risalire nelle prime posizioni tornato da un problema ad un pneumatico. Altra buona prova per Dale Earnhardt jr, che ha terminato al nono posto.

Classifica finale:

Pos. Driver Make
1. Kyle Busch Toyota
2. Mark Martin Chevrolet
3. Marcos Ambrose Toyota
4. Greg Biffle Ford
5. Denny Hamlin Toyota
6. Ryan Newman Chevrolet
7. Kurt Busch Dodge
8. Jimmie Johnson Chevrolet
9. Dale Earnhardt Jr. Chevrolet
10. Matt Kenseth Ford

Classifica del campionato:

Pos. +/- Driver Points Behind
1. — Tony Stewart 3,564 Leader
2. +1 Jimmie Johnson 3,344 -220
3. -1 Jeff Gordon 3,310 -254
4. +1 Denny Hamlin 3,141 -423
5. -1 Carl Edwards 3,110 -454
6. — Kurt Busch 3,103 -461
7. +2 Ryan Newman 2,995 -569
8. +2 Greg Biffle 2,986 -578
9. -2 Juan Montoya 2,975 -589
10. +2 Mark Martin 2,971 -593
11. -3 Kasey Kahne 2,963 -601
12. -1 Matt Kenseth 2,945 -619

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image