IRC – Asturias – Kopecky inarrestabile

0
irc-kopecky_1

La gara giusta per mescolare il mazzo nel campionato IRC è il Rally Principe De Asturias, 9° appuntamento della serie rallystica più combattuta e spettacolare dell’anno 2009.

In attesa del Rallye di Sanremo, la corsa Spagnola si è rivelata molto dura e divertente da percorrere per i piloti e per gli spettatori che hanno dimostrato un’ottima disciplina.

Nella piazza di Oviedo, partenza e quartiere generale in una della città più belle e importanti della catena montuosa spagnola, si incominciano a riscaldare i motori

15 le tappe che hanno infiammato questo freddo weekend.

Nella prima mattinata il nostro portacolori Basso si fa valere nei tornantini spagnoli. L’italiano, già vincitore l’anno scorso della gara, tenta di farsi strada fra una concorrenza spietata. Le Peugeot per la prima volta si trovano in difficoltà. Vouilloz perde quasi 2 minuti a causa di seri problemi alle sue coperture nel fine giornata, a seguire, il compagno Loix, due tappe dopo alla  PS 9 abusa gli stessi problemi, ma che fortunatamente durano poco dato il rientro a Pola De Serio per la zona assistenza.

Sulla PS 9 Jan Kopecky stampa il suo record di 18m 16,1s davanti all’inglese Meeke di soli 0,3s, leader della serie. Nelle ultime tappe il pilota britannico diventa molto aggressivo nel tentativo di recuperare il tempo perso dopo una sfortunata foratura.

Guy Wilks comincia subito male a causa di noie al cambio della sua Proton Satria Neo. Toni Gardmaister invece si ritira con la sua ancora sotto sviluppata Opel Corsa S2000.

Alla fine della prima giornata, G. Basso chiude con la prima posizione distaccandosi dal locale Alberto Hevia di 8,2 secondi, e più indietro un costante Jan Kopecky a 2,2 secondi.

Nella seconda giornata, le tensione dei piloti è tangibile. Un rally ancora del tutto aperto regala al pubblico uno spettacolo unico. Ancora 239 i km da coprire tra cui 90 da correre.

Alle 08:28 di mattina parte la prima auto sulla PS 10. Il miglior tempo è registrato da uno scatenato K. Meeke, braccato da un performante G. Basso e N. Vouilloz in recupero dopo la sfortunata prima tappa. Jan Kopecky non fa una super gara ma fino ad ora è rimasto sempre nelle posizioni alte restando sempre sopra la quinta piazza e rivelandosi molto costante. Da segnalare la ripresa del bravo Corrado Fontana che riesce, anche se con difficoltà, a stare dietro gli scatenati per il titolo.

Per tutta al seconda tappa assistiamo a una lotta tirata tra Kris Meeke e Jan Kopecky, ma a fine gara il pilota ceco ha la meglio. Certo non è stato il più veloce, avendo ottenuto solo due scratch, ma la sua costanza e grande regolarità sono stati premiati. Il nostro Italiano dopo una piccola toccata cede il posto alla Skoda vincitrice, scendendo cosi fino all’ottava posizione. Altra delusione in casa Abarth, avvalorato anche dal ritiro nella seconda tappa della nuova seconda guida Miguel Fuster. Il podio viene completato da un veloce ma sfortunato Nicolas Vouilloz che nella seconda giornata, ha spremuto al massimo il suo 4 cilindri nel tentativo di recuperare i secondi persi nel venerdì. Kris Meeke si posiziona dietro al francese dopo una gara sofferta; medaglia di bronzo per lui.  Jan Kopecky, con la sua seconda vittoria consecutiva, si aggiudica la leadership della serie, cambiando le carte in tavola. Si presagisce una fine stagione di fuoco. Al quarto posto si piazza il belga Loix seguito dal veloce Corrado Fontana entrambi con una 207, tallonati dal locale Alberto Hevia con una Skoda.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image