NASCAR – Vince sempre Johnson

0

start

Jimmie Johnson compie un altro grande passo verso il quarto titolo consecutivo nella NASCAR Sprint Cup ottenendo la vittoria nella Banking 500 disputata a Charlotte nella notte di sabato. Per il pilota dell’Hendrick Motorsports si tratta della terza vittoria su cinque gare della Chase, e ha portato a 90 il vantaggio sul secondo, Mark Martin, solo diciassettesimo a Charlotte. “Penso che siamo in buona posizione, ma non c’è motivo ancora di essere troppo eccitati“, ha detto Johnson. “Siamo entusiasti e ottimisti, ma al tempo stesso, sappiamo che ci sono ancora molti pericoli. Una foratura, un problema meccanico, una corsa come Talladega dove può succedere di tutto. Ci sono ancora cinque gare alla fine della stagione.” Il tre volte campione, e campione in carica, ha letteralmente dominato il weekend di Charlotte: ha ottenuto la pole position, è stato il più veloce in tutte e tre le sessioni di prove, ha condotto in testa il maggior numero di giri e ha vinto la gara. Jeff Gordon ha preso brevemente la testa della corsa dopo un restart a 17 giri dalla fine, ma tre giri più tardi Johnson lo ha superato nuovamente e si è involato verso la vittoria. “Sapevo che sarebbe stata dura“, ha detto Johnson. “Lui era su di me, ed io ero piuttosto nervoso. Ad un certo punto ha avuto la linea giusta e mi ha sorpassato. In precedenza ero riuscito a contenerlo, ma lui aveva davvero un grande spunto nei restart.” A cinque giri dalla fine Matt Kenseth è riuscito ad effettuare il sorpasso giusto per mettersi al secondo posto, seguito da Kasey Kahne. Completano la top 5 Gordon e Joey Logano sulla Toyota del Joe Gibbs Racing.

E’ stata una giornata disastrosa per molti contendenti per la Chase: Denny Hamlin si è dovuto ritirare per un problema ad una valvola e si è classificato 42°, Carl Edwards ha rotto la trasmissione e ha terminato la sua corsa 37°, Juan Pablo Montoya è stato rallentato da una foratura che lo ha mandato in testacoda, ed ha chiuso 35°, Martin ha pagato un contatto ad inizio gara ed ha chiuso 17°. “Avevamo una delle vetture più veloci ma non c’era molto che potessimo fare oggi“, ha detto Montoya. “Abbiamo lavorato al massimo di come potevamo, abbiamo fatto tutto ciò che potevamo fare. Ma oggi il meglio che potevamo è stato il 35° posto.” A metà della Chase, solo tre piloti, cioè Martin, Gordon e Tony Stewart (tredicesimo a Charlotte), sono a meno di 161 punti da Johnson, che è il massimo di punti che un pilota può accumulare in una singola gara. “Mi sento molto bene nella corsa per il campionato“, ha ammesso Johnson. “Se non abbiamo alcun problema, credo abbiamo una buona occasione per vincere il campionato. Ma ci sono tante incognite che non possiamo controllare. Ecco perché vogliamo restare coi piedi per terra e tenere alta la guardia.”

Classifica finale:

Pos. Driver Make
1. Jimmie Johnson Chevrolet
2. Matt Kenseth Ford
3. Kasey Kahne Dodge
4. Jeff Gordon Chevrolet
5. Joey Logano Toyota
6. Clint Bowyer Chevrolet
7. Casey Mears Chevrolet
8. Kyle Busch Toyota
9. Martin Truex Jr. Chevrolet
10. Kurt Busch Dodge

Classifica del campionato:

Pos. +/- Driver Points Behind
1. — Jimmie Johnson 5,923 —
2. — Mark Martin 5,833 -90
3. +2 Jeff Gordon 5,788 -135
4. — Tony Stewart 5,768 -155
5. +1 Kurt Busch 5,746 -177
6. -3 Juan Montoya 5,728 -195
7. — Greg Biffle 5,655 -268
8. +2 Ryan Newman 5,635 -288
9. +2 Kasey Kahne 5,592 -331
10. -2 Carl Edwards 5,582 -341
11. -2 Denny Hamlin 5,551 -372
12. — Brian Vickers 5,438 -485

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image