WSR – Alcaniz, gara 1 – Baguette, che rimonta!

0

MOTORSPORT/WSR SPA 2009

Ha praticamente vivacizzato la gara coi suoi sorpassi, Bertrand Baguette, giungendo alla vittoria sul nuovissimo tracciato disegnato a quattro mani da Tilke e Pedro De La Rosa. Il belga è stato attento a non farsi coinvolgere in toccate alla prima curva, e dopo che il gruppone si era sgranato, ha cominciato la sua rimonta mangiandosi gli avversari uno ad uno.

La cronaca

Turvey dalla pole prende subito il comando, mentre Leo perde una posizione a favore di Move. Dietro gli si piazza Baguette, seguito da Lancaster e Alguersuari. Al primo giro Baguette tenta già un attacco su Leo, che riesce a difendersi, mentre dietro Pentus perde la corda della curva intraversandosi, e venendo colpito da Nebilitsky. Lieve toccata tra Lancaster che spinge Baguette, che ci riprova. Ma solo al sesto giro, dopo una breve fase di calma, Baguette riesce a superare Federico Leo. Il milanese s lascia sorprendere anche da Lancaster e Alguersuari.

Ottima la partenza di Guerrieri che partiva dalla quindicesima posizione e si trova in breve a lottare con Walker e Fauzy per la nona posizione. Baguette terzo recupera su Move. L’attacco decisivo avviene alla prima curva con traiettoria interna. Mentre Move perde terreno, e viene superato anche da Lancaster, Leo scivola fino al settimo posto a favore di Guerrieri. Anche Alguersuari è vittima del messicano ed in breve finisce a far compagnia a Leo.

Raggiunto Turvey, solo al comando, Baguette ripete la manovra alla prima curva e si issa al comando della corsa. Bella la manovra di Leo che non si fa problemi a riguadagnarsi una posizione a scapito del neo pilota di F1 Alguersuari. Incisiva anche la gara di Fauzy, è in piena lotta di campionato per la classifica riservata ai team. Il malese, detentore della pole per gara 2, partiva ottavo, e dopo aver perso posizioni al via, recupera fino al sesto posto superando Leo a pochi giri dalla fine.

Buona la gara dell’unico italiano rimasto, Federico Leo. Alla sua prima stagione in una serie ad altissimo livello, Federico ha ben impressionato dimostrando grande apprendimento, costanza enessun errore di esuberanza.

Alcaniz, gara 1

1 – Bertrand Baguette – Draco – 26 giri 46’17″280
2 – Oliver Turvey – Carlin – 1″634
3 – Jon Lancaster – Comtec – 7″750
4 – Daniil Move – P1 – 8″482
5 – Esteban Guerrieri – RC – 11″241
6 – Fairuz Fauzy – Fortec – 20″396
7 – Federico Leo – Pons – 23″739
8 – Jaime Alguersuari – Carlin – 25″319
9 – Chris Van der Drift – Epsilon Euskadi – 25″689
10 – Greg Mansell – Comtec – 25″993
11 – Marcos Martinez – Pons – 31″776
12 – Filip Salaquarda – Prema – 32″454
13 – Charles Pic – Tech 1 – 36″395
14 – Marco Barba – Draco – 36″592
15 – Brendon Hartley – Tech 1 – 39″573
16 – Salvador Duran – Interwetten – 44″120
17 – Keisuke Kunimoto – Epsilon Euskadi – 44″356
18 – James Walker – P1 – 44″645
19 – Guillaume Moreau – SG – 50″349
20 – Mihai Marinescu – Interwetten – 51″489
21 – Julian Leal – Prema – 57″069

Giro veloce: Esteban Guerrieri 1’45″507

Ritirati
16° giro – Bruno Mendez
0 giri – Sten Pentus
0 giri – Anton Nebilitskiy

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image