WSR – Alcaniz, gara 2 – Doppietta di Baguette, Leo ancora settimo

0

baguette

Dopo aver conquistato gara 1 di ieri con una prestazione inarrivabile, la sua team manager, Nadia Mornini gli aveva detto “Tu sì che ti meriti la Formula 1”. E lui l’ha dimostrato davvero, cogliendo la vittoria anche in gara 2, dopo essere partito dalla quarta piazza. Secondo Fauzy, partito dalla pole. Gran week end per Federico Leo, che entra ancora nei punti bissando il settimo posto di ieri.

La cronaca

Alla partenza è buono lo spunto del poleman, Fauzy, mentre non va così bene ad Alguersuari e Van Der Drift, che perdono posizioni. Dietro al leader si piazza Lancaster, seguito da Move, Baguette, Guerrieri, Van Der Drift, Alguersuari e Leo. Mentre Baguette mette in atto la sua tattica di pressing su Move, lancaster fora una gomma su un leggero fuoripista. Fauzy al comando allunga, ma subito dopo al sorpasso di Baguette su Move, Fauzy sorprende la compagnia fermandosi per il pit obbligatorio a soli cinque giri dal via.

Move viene sopravanzato anche da Guerrieri, mentre Alguersuari parte un po’ troppo presto, innervosito da un intoppo nel cambio gomme. Al pit stop di baguette, i meccanici compiono un lavoro perfetto, consentendo al belga di fuoriuscire davanti a Fauzy. Leo intanto si trova secondo dietro a Guerrieri, ma deve ancora fermarsi ai box. Duran passa al comando davanti a Baguette, ma sarà costretto alla sosta ai box. Oltre al danno, la beffa per il messicano che, rientrando al 20° giro incappa in problemi sul fissaggio della ruota anteriore sinistra e la direzione gara gli infligge una penalità di 20″ per aver effettuato la sosta oltre il tempo consentito.

Mentre Baguette conduce, la battaglia si riduce tra Move e Guerrieri pe ril terzo posto, ma al giro successivo quest’ultimo finirà fuori pista. Perentoria vittoria quindi di Baguette, che lascia il suo pesante marchio sul campionato. Completano il podio Fauzy e Move, mentre ancora nei punti Leo, che anche in gara 2 si è tenuto alle spalle gente con più esperienza. Pare davvero che l’apprendistato del nostro portacolori sia davvero finito ed inizi ora a regalarci delle soddisfazioni.

Alcaniz, gara 2

1 – Bertrand Baguette – Draco – 26 giri 46’28″831
2 – Fairuz Fauzy – Fortec – 3″224
3 – Daniil Move – P1 – 14″478
4 – Esteban Guerrieri – RC – 20″971
5 – Oliver Turvey – Carlin – 22″478
6 – Marco Barba – Draco – 23″006
7 – Federico Leo – Pons – 24″301
8 – Chris Van der Drift – Epsilon Euskadi – 24″681
9 – James Walker – P1 – 39″626
10 – Sten Pentus – Fortec – 31″862
11 – Charles Pic – Arden – 40″308
12 – Jaime Alguersuari – Carlin – 40″395
13 – Marcos Martinez – Pons – 53″161
14 – Greg Mansell – Comtec – 53″425
15 – Filip Salaquarda – Prema – 56″497
16 – Brendon Hartley – Tech 1 – 1’02″432
17 – Mihai Marinescu – Interwetten – 1’03″156
18 – Guillaume Moreau – SG – 1’03″490
19 – Bruno Mendez – RC – 1’14″889
20 – Jon Lancaster – Comtec – 1’43″903

Giro più veloce: James Walker 1’44″833

Ritirati
25° giro – Keisuke Kunimoto
23° giro – Julian Leal
21° giro – Salvador Duran
9° giro – Anton Nebilitskiy

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image