F1- Abu Dhabi, analisi gara: Vince Vettel, poi il deserto

0

vettel_abudhabi

ABU DHABI 01.11.2009 Ha chiuso alla grande Sebastian Vettel, come meglio non si poteva. Ha vinto dominando. C’era poco da fare oggi contro il tedesco e la RedBull, vestita a festa almeno nell’ultima gara stagionale. E in questo modo i rimpianti e i rimorsi crescono, ricordando quelle tante, troppe occasioni perse nel corso dell’anno.

START Al semaforo Hamilton mantiene la pole, mentre alle sue spalle Webber viene leggermente toccato da Barrichello che così perde la quarta piazza a favore di Button. Kubica regala un po’ di spettacolo ingaggiando un duello con Trulli. Hamilton, Vettel, Webber, Button, Barrichello, Kubica, Trulli ed Heidfeld i primi otto.

Vettel incalza Hamilton, mentre dietro Alonso infila Grosjean. Barrichello e Kubica inaugurano il valzer dei pit stop. Hamilton rientra un giro dopo, Vettel rientra al 19esimo giro. Il tedesco così riesce a sopravanzare l’inglese, peraltro costretto al ritiro dal sistema frenante al giro 20.

Kobayashi intanto è riuscito a risalire fino alla terza posizione, seguito da Button e Barrichello.

Fisichella, invece, rimedia un drive trough per aver passato il limite di velocità in pit lane. Per l’italiano ennesima gara da dimenticare.

FERRARI Da dimenticare anche la gara di Raikkonen che perde la sua posizione a vantaggio di Kovalainen nel gioco dei pit stop. Entrambi i piloti non prenderanno alcun punto al traguardo. Il resto è noia e niente più.

Da segnalare il duello ingaggiato da Kubica con Buemi al quarantesimo giro, ed il sorpasso di Fisichella su Grosjean nel finale. Negli ultimi tre giri la gara si anima vedendo il duello tra Button e Webber. L’australiano è in difficoltà e l’inglese cerca di approfittarne. Il neo campione del mondo però non riesce nell’intento, chiudendo a soli sei decimi da Webber.

L’ultimo duello in chiave mondiale, assegna il terzo posto costruttori alla McLaren. La Ferrari non riesce così ad entrare nei primi tre posti della classifica costruttori, evento che non accadeva dal 1993.

Valerio Lo Muzzo

Classifiche mondiali:
 
Piloti:                    Costruttori:             
 1.  Button        95        1.  Brawn-Mercedes        172
 2.  Vettel        84        2.  Red Bull-Renault      153.5
 3.  Barrichello   77        3.  McLaren-Mercedes       71
 4.  Webber        69.5      4.  Ferrari                70
 5.  Hamilton      49        5.  Toyota                 59.5
 6.  Raikkonen     48        6.  BMW Sauber             36
 7.  Rosberg       34.5      7.  Williams-Toyota        34.5
 8.  Trulli        32.5      8.  Renault                26
 9.  Alonso        26        9.  Force India-Mercedes   13
10.  Glock         24       10.  Toro Rosso-Ferrari      8
11.  Kovalainen    22
12.  Massa         22
13.  Heidfeld      19
14.  Kubica        17
15.  Fisichella     8
16.  Buemi          6
17.  Sutil          5
18.  Kobayashi      3
19.  Bourdais       2
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image