GP2 Asia – Abu Dhabi, gara 2 – Un fantastico Valsecchi ipoteca il titolo

0

Dopo la maiuscola prestazione fatta segnare anche in gara 2, Davide Valsecchi mette una seria ipoteca sulla conquista del titolo che 12 mesi fa fu conquistato da Kobayashi. Bella e combattuta la gara negli emirati arabi, caratterizzata da molti sorpassi e molta azione. Da evidenziare anche Jules Bianchi, che alla prima gara con la Dallara GP2, ha fatto registrare un numero considerevole di sorpassi.

La cronaca

Difficoltà nella partenza, con Villa prima e Bianchi poi, che fanno abortire le prime due procedure di partenza. Allo spegnersi dei semafori, Chilton non ha un ottimo spunto dalla prima fila e subito viene sopravanzato da Herck, Rossi e Ricci. Un contatto a tre tra Kral, Perez e Filippi mette fuori gioco il primo, mentre Filippi è costretto a visitare i box. Quando la vettura viene rimossa e la safety car si congeda, Ricci non si fa cogliere impreparato e scavalca Rossi, seguito a ruota da Valsecchi. La classifica vede Herck al comando, seguito dal compagno di squadra Ricci, poi Valsecchi, Rossi e Chilton.

Inizia a dare spettacolo Jules Bianchi, che essendo partito dalla pit lane, è costretto ad una rimonta a suon di sorpassi. Il francese mette a segno una serie di sorpassi decisi, scalando la classifica. Il vincitore di gara 1, Turvey, non riesce a resistere a Perez, mentre al decimo giro Pic supera Bratt, campione dell’Euro3000 2009. Rossi perde un altra posizione in favore di Perez.

Valsecchi intanto si è avvicinato a Ricci, superandolo sul rettilineo, con Giacomo che cede solo per salvare l’arrivo a podio. Valsecchi, non contento, si getta all’inseguimento di Herck. Il sorpasso avviene prima dell’inizio dell’ultimo giro. Contatto al tornantino tra Arabadzhiev e Van Der Garde, con ulteriore salto in avanti di Bianchi. Vittoria quindi di Davide valsecchi, la seconda dopo la prova di apertura dello scorso novembre, seguito dall’accoppiata Herck-Ricci, che costituiscono la rinascita del team DPR dopo l’avvenuto cambiamento di tecnici ed ingegneri (alcuni sembra siano stati concessi proprio dall’uscente Durango). Settima posizione finale Per Jules Bianchi. Davvero un ottimo inizio.

Abu Dhabi, gara 2

1 – Davide Valsecchi – iSport – 21 giri 41’00″566
2 – Michael Herck – DPR – 1″969
3 – Giacomo Ricci – DPR – 4″227
4 – Sergio Perez – Addax – 11″618
5 – Oliver Turvey – iSport – 12″235
6 – Max Chilton – Ocean – 19″619
7 – Jules Bianchi – ART – 20″018
8 – Charles Pic – Arden – 20″686
9 – Alexandre Rossi – Meritus – 26″380
10 – Vlaimir Arabadzhiev – Rapax – 27″038
11 – Javier Villa – Arden – 27″400
12 – Marcus Ericsson – Super Nova – 28″307
13 – Dani Clos – Trident – 29″574
14 – Christian Vietoris – Dams – 30″993
15 – Daniel Zampieri – Rapax – 31″691
16 – Edoardo Piscopo – Dams – 32″213
17 – Luca Filippi – Meritus – 34″854
18 – Alberto Valerio – Coloni – 39″649
19 – Giedo Van Der Garde – Addax – 63″697
20 – Plamen Kralev – Trident – 67″219

Giro più veloce: Davide Valsecchi 1’52″061

Ritirati
19° giro – Will Bratt
17° giro – Fabio Leimer
1° giro – Josef Kral
1° giro – Sam Bird

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image