NASCAR – Newman torna alla vittoria dopo due anni

0

Ryan Newman ha conquistato la prima vittoria stagionale battendo Jeff Gordon all’ultimo restart della Subway Fresh Fit 600 disputata sabato notte al Phoenix International Raceway. L’ultima vittoria per il pilota dello Stewart-Haas Racing risaliva alla Daytona 500 del 2008, quando ancora correva per il team di Roger Penske. Newman ha montato solo due gomme nuove nel pit stop durante la caution finale, a quattro giri dalla fine. Al restart Gordon, che aveva effettuato la stessa mossa di Newman e altri quattro piloti, ha avuto un eccessivo pattinamento e Newman ne ha approfittato per superarlo. “Ho chiesto solo due pneumatici nuovi perché mi sentivo bene“, ha detto Newman all’arrivo. “Ero in una buona posizione. Sono rimasto un po’ impressionato dal mio restart. Avevamo un sacco di ragazzi dietro di noi con solo due gomme nuove, e questa è stata una buona situazione per noi. Era molto tempo che non tornavo in Victory Lane. Sono molto contento di essere qui. Questa è la vittoria più emozionante della mia carriera proprio perchè è passato così tanto tempo dall’ultima volta.” Per la seconda gara consecutiva Gordon era in testa alla ripartenza finale ma non è riuscito a conquistare la vittoria. Nonostante la delusione, Gordon ha comunque elogiato la sua squadra per averlo messo in condizione di vincere. “Mi dispiace per il team“, ha detto Gordon. “Ho fatto pattinare troppo le gomme al riavvio e Ryan mi ha passato. A quel punto era fatta. Abbiamo avuto una buona macchina, abbiamo finito al secondo posto. Sono piuttosto felice e orgoglioso di questo risultato.”

Gran parte della gara è vissuta su una battaglia a tre fra Jimmie Johnson, Juan Pablo Montoya e Kyle Busch. Sia Busch che Johnson hanno montato quattro pneumatici nuovi all’ultimo pit stop. Negli ultimi tre giri Johnson è risalito dal settimo al terzo posto, mentre Busch ha terminato all’ottavo posto. Il quattro volte campione in carica ha aumentato il suo vantaggio in classifica a 36 punti su Matt Kenseth (sesto a Phoenix) e 96 su Greg Biffle, che ha chiuso ventiduesimo. “Ho sperato in un’ultima caution. Penso che con un’ultima caution me la sarei potuta giocare. Con un altro giro o due saremmo stati lì per la vittoria“, questo il commento di Johnson. Montoya ha terminato al quinto posto, dopo aver condotto in testa 104 giri ed essere ripartito nono all’ultimo restart. “Eravamo un po’ più veloci quando c’era ancora il sole“, ha detto Montoya. “Ma siamo stati tra i primi cinque per tutto il giorno. Potevamo finire più su, ma in questi ‘green-white-checkered finish’ non si può mai dire, è tutta una questione di fortuna e tempismo. Quindi sono molto felice. Avevamo davvero bisogno di questo risultato.” Quarto posto per Mark Martin, nonostante una gara difficile, mentre Carl Edwards, Clint Bowyer e Joey Logano hanno completato la top ten. Il polesitter AJ Allmendinger (alla prima pole in carriera) ha condotto in testa i primi giri e ha terminato al quindicesimo posto. Ancora una qualificazione per Max Papis, poi quarantesimo al traguardo. Da segnalare il trentesimo posto di Denny Hamlin, che era reduce dall’operazione al ginocchio e non era sicuro di poter completare la gara, tanto che aveva chiamato Casey Mears per una eventuale sostituzione.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image