CIR Allo Start – Preparativi per la Mille Miglia

0

Ormai manca poco all’avvio di uno dei campionati nazionali più combattuti e spettacolari del mondo. Proprio il Campionato Italiano Rally ha fatto da scuola a tanti nomi blasonati che sono rimasti impressi nel mondo e nell’albo d’oro del rallysmo mondiale.

La passione e la tradizione italiana si fa ancor sentir forte nelle strade del rallysmo nazionale. Nonostante la pseudo crisi, molti nomi importanti si sono fatti vedere e sentire.. Oltre ai soliti big e alla competizione di team di primo ordine, vedremò alcune giovani promesse e alcuni nuovi team.

Quest’anno si vedrà senz’altro un campionato ai massimi livelli, come ormai il CIR ci ha abituato. Vediamo il perché.

Nonostante i tanti cambiamenti al calendario sia CIR sia TRA-TRT si pronostica anche quest’anno una stagione con località esclusive. Per via del sistema di rotazione usato dall’ACI alcuni rally sono passati al TRA e TRT. Gli specialisti dell’asfalto hanno già assaggiato le fantastiche strade del Rally Del Ciocco e il 7-8 Maggio delizieranno gli storici asfalti della Targa Florio. Mentre per i terraioli dovranno vedersela con il San Crispino il 30 Aprile e 1 Maggio, new entry dal CIR. Altre le gare aggiunte ai due trofei specialistici ma non provenienti dal campionato Italiano.

Gli appuntamenti che di più interessano a noi sono senz’altro quelli del campionato nazionale che ora si dividono in questa maniera:

  • – 1000 Miglia (23-25 aprile)
  • – Adriatico (22-23 maggio)
  • – Salento (18-20 giugno)
  • – San Marino (2-4 luglio)
  • – Alpi Orientali (3-5 settembre)
  • – Sanremo (24-26 settembre)
  • – Costa Smeralda (8-10 ottobre)
  • – Como (22-24 ottobre)

Sarà proprio la Mille Miglia ad aprire le danze, e già molti team sono pronti ad accendere i motori.

110 gli iscritti alla gara e fior fior di piloti alla guida delle ormai rinomate e collaudatissime S2000.

Ci sono molte parole da spendere sui piloti e Team al via, e lo faremo con grande piacere.

Partiamo con l’Abarth, team nazionale, che con la prima S2000 costruita nella storia ancora da filo da torcere alle giovanissime Skoda e Peugeot.

Squadra ufficiale con grande esperienza alle spalle e con la coppia Rossetti – Basso possono davvero impensierire le più arzille Skoda, Ford e Peugeot. A una settimana dall’inizio l’Abarth ha portato a termine i suoi test pre-stagionali poco prima dell’inizio della Mille Miglia, apportando le nuove modifiche e aggiornamenti ai differenziali, trasmissioni e motori.

Lo spettacolare Paolo Andreucci si presenterà al via con la veloce 207 S2000, cercando di tenersi stretto il titolo da una concorrenza davvero serrata e spietata.

Piero Longhi in contratto con il Twister Corse sempre a bordo di una Peugeot, sarà affiancato dai più modesti Manzini Cristiano e Niboli Gianluigi.

Due scoop faranno scintille e tanto parlar di se tra gli appassionati.

Il primo scoop è l’abbandono definitivo da parte di Subaru Italia che decide di abbandonare il campionato nazionale. Un abbandono forse spinto anche dalle difficoltà che la S2000 ha inflitto alla vecchia ma sempre verde Gr. N che ormai non regge più il passo alla più nuova e prestazionale categoria.

La Seconda notiziona e invece l’avvio della Skoda Italia nel CIR, con due guide al volante. Jan Kopecy sarà la prima guida, proprio il pilota che si è fatto valere nell’IRC, e Signor Marco come seconda guida.

Alla Mille Miglia risultano altri 2 iscritti provenienti dalla Repubblica Ceca, Tlustak e Odlozilik entrambi su Skoda. Saranno da tenere d’occhio anche le due Ford Fiesta pilotate dal polacco Oleksowicz e dall’italiano Eddie Sciesserre, entrambe auto private.

Nelle altre categorie le uniche Gr. N4 rimaste al via sono le due Mitsubishi Lancer Evo X dell’Errepi Racing. Mentre Nelle S1600 grande attenzione per Robert Kubica, che ha ormai preso gusto ai rally Italiani, sempre a bordo di una Renault Clio ma del Twister Corse.

Altri nomi e team da nominare infine, sono:

L’Island Motorsport, la scuderia Palermitana, che decide di prendere parte al CIR in pieno programma, schierando gli espertissimi, Renato Travaglia, Gianfranco Cunico e il più giovane siciliano Davide Di Benedetto.

Poi i velocissimi Corrado Fontana, Elwis Chentre, Alessandro Perico, Tobia Cavallini, tutti piloti con auto private ma sempre veloci e pericolosi, pronti ad impensierire i big con i migliori team.

Questo in riassunto l’andazzo e le trattative dei vari team che quest’anno faranno scintille nel campionato nazionale più bello del mondo.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image