NASCAR – Hamlin evita l’incidente e vince in Texas

0

Denny Hamlin ha conquistato la sua seconda vittoria dell’anno vincendo la Samsung Mobile 500 disputata sul Texas Motor Speedway lunedì, dopo essere stata rinviata domenica a causa della pioggia. Per ottenere la vittoria, Hamlin ha potuto approfittare di un maxi incidente avvenuto a 17 giri dalla fine. Jeff Gordon, che aveva condotto in testa 124 dei 334 giri in programma e sembrava essere il favorito per la vittoria, è venuto in contatto con Tony Stewart mentre cercava di tornare davanti dopo la sua ultima fermata ai box durante la caution precedente. Stewart ha così perso il controllo della sua auto ed è stato colpito da dietro da Carl Edwards, venendo spinto di nuovo contro Gordon e creando il caos alle sue spalle. Stewart è finito così a muro, e nell’incidente sono rimasti coinvolti pure Clint Bowyer, il vincitore di Daytona Jamie McMurray, Paul Menard e Juan Pablo Montoya, finito sull’erba e poi spedito contro il muro. Tutti questi piloti sono stati costretti al ritiro. “Assolutamente colpa mia“, ha ammesso Stewart nel dopo gara, mentre Gordon ha criticato il compagno di squadra Jimmie Johnson che lo ha chiuso a sandwich contro Stewart. “Si è ritrovato davanti a me solo dopo un pit stop“, ha detto Gordon. “Lui non era abbastanza veloce e io non ho potuto fare altro che bussargli e scomporlo per superarlo. Forse pensava che fossi troppo aggressivo. Non lo so, so solo che mi ha chiuso la porta in faccia. Quando hai una macchina come quella, la gara è difficile e non hai compagni di squadra o amici. Questo è ciò che è successo a Jimmie. Sono deluso. Dovremo parlarne. Non abbiamo bisogno di correre l’uno contro l’altro.” Da parte sua, Johnson si è detto deluso da Gordon, visto che non è la prima volta che un tale problema si verifica tra di loro ed anche lui auspica un chiarimento al più presto.

Dopo l’incidente, Jeff Burton si è trovato in testa al momento della bandiera verde finale, a 12 giri dalla fine, dopo aver effettuato il pit stop solo per il carburante, mentre Hamlin ha montato due pneumatici nuovi (trovandosi così al secondo posto al restart) e Johnson tutt’e quattro. Burton così ha dovuto immediatamente soccombere contro chi aveva pneumatici più freschi, cedendo prima a Hamlin e poi a Kyle Busch. Dietro di loro Johnson ha cominciato a risalire, ma a causa di un difficile sorpasso su un altro dei compagni di squadra all’Hendrick Motorsports, Dale Earnhardt Jr, ha perso l’attimo buono, dovendosi accontentare del secondo posto a poco più di un decimo da Hamlin, che ha vinto per la secondo volta nelle ultime tre gare, solo 19 giorni dopo un intervento chirurgico al ginocchio sinistro per risolvere un problema ad un legamento. “Non sono ancora al 100 percento“, ha detto Hamlin. “Mi sento come se fossi al massimo al 60 percento. Una vittoria come quella di oggi ovviamente è molto importante. Ti dà un bel po’ di fiducia per il futuro. Tra l’altro, questo non è il tipo di tracciato su cui ci sentiamo più forti. Adesso dobbiamo continuare a migliorare e continuare a lavorare per entrare nella Chase, ed una volta entrati, cercare di essere al vertice.” Con il secondo posto, Johnson ha aumentato i suoi punti di vantaggio in campionato su Matt Kenseth(ventesimo in Texas), portandoli da 36 a 108. Dietro, Kurt Busch ha conquistato il quarto posto dietro al fratello Kyle, mentre Kasey Kahne, Mark Martin, Kevin Harvick, Earnhardt Jr, Martin Truex Jr e Greg Biffle hanno completato la top ten. Ottima prestazione per Max Papis, che ha confermato la bella qualifica chiudendo al ventiduesimo posto.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image