World Superbike ad Assen: dominio Honda con Jonathan Rea

2

Il pilota britannico del team ufficiale Hannspree Ten Kate Honda domina al Gp d’Olanda ,  vincendo sia gara 1 che gara 2: dopo la conquista della Superpole di sabato, Rea riesce ad avere la meglio in due manche tanto emozionanti quanto combattute in perfetto stile WSBK.

GARA 1

Scatta dalla terza casella l’australiano Troy Corser (BMW) che si infila subito davanti a Camier (Aprilia), Rea (Honda) e Smrz (Ducati); partenza fantastica per Max Biaggi (Aprilia), che in poche centinaia di metri risale dalla 11° alla 5° posizione.  Al decimo giro è Rea a dare inizio alla bagarre, passando Corser e portandosi in testa alla gara; al duo si aggiungono Camier, Toseland (Yamaha), Checa (Ducati) e Biaggi, con Smrz a chiudere il gruppone di piloti in lotta per il podio. A spuntarla è proprio Johnny Rea, seguito al secondo posto da James Toseland, che finalmente ritrova ad Assen la velocità che gli mancava da tempo, e al terzo posto il sorprendente Leon Camier. Crisi profonda, invece, per le Ducati ufficiali del team Xerox, con Noryuki Haga 10° e Michel Fabrizio 13°: salva la domenica della squadra di Borgo Panigale Carlos Checa, 4° con una Ducati del team Althea. Da segnalare anche la performance convincente di Luca Scassa, 15° con il team Supersonic Racing, che ad ogni gara acquisisce sempre più confidenza con la sua Ducati.

Classifica Gara 1

1  65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 35′38.483
2  52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1.106
3  2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1.249
4  7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1.548
5  11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 2.738
6  3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 2.813
7  96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 6.296
8  35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 12.022
9  67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 12.146
10  41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 19.753
11  91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 22.204
12  66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 22.282
13  84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 22.780
14  50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 23.364
15  99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 37.097
16  57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 39.467
17  77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R 46.468
18  15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 57.170
19  95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1′01.634
20  76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1′04.295
RET  23 Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR
RET  111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR

GARA 2

Di nuovo partenza ottima per Corser, seguito da Rea, Haslam e Camier; per una quindicina di giri il gruppo di sette piloti di testa mette in scena un numero non quantificabile di sorpassi e controsorpassi, dando luogo ad una gara combattutissima fino alla fine. Leon Haslam (Suzuki), leader del campionato, questa volta non può battere la Honda di Rea, che conquista la sua prima doppietta; al terzo posto si conferma l’inglese di casa Yamaha James Toseland che batte in volata Max Biaggi, quarto. Nuovo disastro per il team ufficiale Ducati Xerox: Haga si ritira per problemi alla sua 1198, mentre Fabrizio fatica a conquistare il 13° posto. Ducati private, invece, tutte in buona salute: Carlos Checa e Jakub Smrz conquistano il 6° e 7° posto, mentre il sorprendente Luca Scassa convince sempre di più arrivando 11°.

In termini di classifica generale, Haslam si conferma sempre al comando, seguito da Biaggi e da Rea, che grazie ai due primi posti di Assen balza dal quinto al terzo posto. Un bel 10 in pagella alla trasferta olandese della WSBK: il TT Circuit, la cosiddetta “università delle due ruote”, ha regalato un week end di gare veramente al cardiopalma.

Classifica Gara 2
1.  65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR in 35′43″137 (167,85 kph)
2.  91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 +1″942
3.  52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 +3″928
4.  3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. +4″067
5.  11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR +4″176
6.  7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R +4″525
7.  96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R +4″682
8.  67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R +7″698
9.  76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR +9″903
10.  111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR +11″465
11.  99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R +15″489
12.  84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R +23″604
13.  50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 +29″085
14.  77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R +35″401
15.  15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R +44″330
16.  95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R +50″830
17.  23 Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR +58″819

Classifica generale (primi 10):
1.  Haslam 148;
2.  Biaggi 128;
3.  Rea 110;
4.  Checa 103;
5.  Toseland 86;
6.  Haga 85;
7.  Corser 68;
8.  Guintoli 55;
9.  Fabrizio 53;

Condividi in

Autore

reporter Moto Gp-Superbike

2 commenti

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image