IndyCar – Indianapolis, primo giorno: Castroneves subito al top

0

La rincorsa verso la quarta vittoria alla 500 Miglia di Indianapolis di Helio Castroneves si apre nel migliore dei modi. Il brasiliano ha infatti fatto segnare il miglior tempo nella prima giornata di prove libere, ad un media di 364,604 kmh. “Amo correre a Indianapolis, e sono felice di essere di nuovo qui“, ha detto Castroneves. “Sappiamo che dovremo lavorare quattro volte più duro per vincere la nostra quarta Indy 500, ma siamo qui per questo e il Team Penske è la squadra giusta per portare a termine questo compito. Ed è sempre bello quando si comincia in modo positivo. Certo, c’è ancora molto lavoro da fare.” Va segnalato che i tempi sono risultati subito più veloci rispetto al 2009. Come previsto dal nuovo calendario, il giorno di apertura (così come la seconda giornata) è stato diviso in due parti, con una prima sessione di due ore per i veterani e poi una di quattro ore per espletare le procedure del Rookie Orientation Program. Se però le prime due ore sono procedute senza intoppi, il pomeriggio dedicato ai rookie è stato tormentato dalla pioggia, che ne ha rallentato lo svolgimento.

Alle spalle di Castroneves si è piazzato il duo Ganassi Dario Franchitti e Scott Dixon. “Trovarsi subito in macchina con un così buon feeling è stato davvero incoraggiante“, ha detto Franchitti. “Mi sento abbastanza bene.” Grande lavoro per Tony Kanaan, che oltre a scendere in pista con la sua vettura ha guidato per qualche giro tutte le vetture dei suoi quattro compagni di squadra. Dan Wheldon ha mostrato subito un buon passo portando la Dallara del Panther Racing al quarto posto, davanti allo stesso Kanaan. L’Andretti Autosport ha cinque vetture iscritte in questa edizione della 500 Miglia di Indianapolis. Il titolare del team Michael Andretti ha affermato che il team ha l’esperienza per affrontare la sfida. “L’abbiamo fatto due volte quando guidavo io, quindi non dovrebbe essere poi così un problema. L’abbiamo fatto due settimane fa in Kansas, senza problemi. Penso che questo possa porta valore alla squadra“, queste le parole di Andretti. Ottima prestazione per il rientrante Ed Carpenter, sesto sulla vettura iscritta insieme da Panther Racing e Vision Racing, che ha preceduto i due Andretti, Marco settimo e John, nono, e gli altri due piloti del Team Penske, Ryan Briscoe e Will Power, rispettivamente ottavo e decimo.

Non è sceso in pista il FAZZT Race Team: il pilota titolare del team, Alex Tagliani, è ancora sofferente per dei dolori al petto che lo hanno anche costretto ad una notte in ospedale nei giorni scorsi, mentre ci sono dubbi sulla possibilità di schierare la seconda vettura prevista per Bruno Junqueira. Inoltre, per una migliore e più semplice identificazione, il Luczo Dragon Racing/de Ferran Motorsports ha cambiato nome diventando de Ferran Dragon Racing. Il rookie colombiano Sebastian Saavedra (Bryan Herta Autosport) sarà invece seguito ed aiutato dal connazionale Roberto Guerrero, Rookie of the Year nel 1984 e poleman nel 1992. “Lui è stato il primo colombiano nel mondo delle corse“, ha detto Saavedra, che aveva 9 anni quando Guerrero partecipò alla sua ultima Indy 500. “Probabilmente l’ho seguito più e ne sapevo di più di quanto sapessi su Juan Pablo Montoya. Ora che è parte del nostro progetto, è un sogno che si avvera.”

Tempi:

Pos  Driver             Team               Time      Gap
1.  Helio Castroneves  Penske             39.7170s
2.  Dario Franchitti   Ganassi            39.7290s  + 0.0120s
3.  Scott Dixon        Ganassi            39.7813s  + 0.0643s
4.  Dan Wheldon        Panther            39.8921s  + 0.1751s
5.  Tony Kanaan        Andretti           40.0369s  + 0.3199s
6.  Ed Carpenter       Panther/Vision     40.0726s  + 0.3556s
7.  Marco Andretti     Andretti           40.0952s  + 0.3782s
8.  Ryan Briscoe       Penske             40.1098s  + 0.3928s
9.  John Andretti      Andretti           40.1206s  + 0.4036s
10.  Will Power         Penske             40.1251s  + 0.4081s
11.  Mario Moraes       KV                 40.1906s  + 0.4736s
12.  Hideki Mutoh       Newman/Haas        40.1959s  + 0.4789s
13.  Danica Patrick     Andretti           40.2412s  + 0.5242s
14.  Vitor Meira        Foyt               40.3248s  + 0.6078s
15.  Raphael Matos      de Ferran Dragon   40.3844s  + 0.6674s
16.  EJ Viso            KV                 40.4196s  + 0.7026s
17.  Sarah Fisher       Sarah Fisher       40.4703s  + 0.7533s
18.  Milka Duno         Dale Coyne         40.5314s  + 0.8144s
19.  Ryan Hunter-Reay   Andretti           40.5942s  + 0.8772s
20.  Tomas Scheckter    Dreyer & Reinbold  40.6107s  + 0.8937s
21.  Mike Conway        Dreyer & Reinbold  40.6317s  + 0.9147s
22.  Alex Lloyd         Dale Coyne         40.6612s  + 0.9442s
23.  Justin Wilson      Dreyer & Reinbold  40.7143s  + 0.9973s
24.  Graham Rahal       Rahal Letterman    40.9197s  + 1.2027s
25.  Townsend Bell      Schmidt/Ganassi    40.9791s  + 1.2621s
26.  Paul Tracy         KV                 40.9996s  + 1.2826s
27.  Jay Howard         Sarah Fisher       41.8529s  + 2.1359s
28.  Ana Beatriz        Dreyer & Reinbold  42.0950s  + 2.3780s
29.  Simona de SilvestroHVM                42.0961s  + 2.3791s
30.  Takuma Sato        KV                 42.6546s  + 2.9376s
31.  Sebastian Saavedra Herta              42.6684s  + 2.9714s
32.  Mario Romancini    Conquest           48.5300s  + 8.8130s

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image