IndyCar – Indianapolis, settimo giorno: Castroneves il più veloce nel Fast Friday

0

Helio Castroneves si conferma il favorito per la pole position per la 500 Miglia di Indianapolis risultando il più veloce anche nell’ultima giornata di prove libere, il Fast Friday, con il tempo di 39.7250 alla media di 364,532 kmh. “Certamente, da pilota, vuoi sempre avere un po’ di tempo in più per provare“, ha detto Castroneves. “Riteniamo di essere ben preparati, ma quest’anno c’è un nuovo formato. Siamo preparati, sono sicuro che al Team Penske lo siamo tutti, anche i miei compagni di squadra Ryan (Briscoe) e Will (Power). Abbiamo tre macchine che hanno la possibilità di essere in pole position. Ma, ancora una volta, non possiamo dare niente per scontato. Sappiamo che Ganassi, Andretti e anchee anche altre squadre, nuove squadre, hanno delle possibilità. Così abbiamo dobbiamo essere pronti per ogni situazione inaspettata.” Il pilota brasiliano ha preceduto il compagno di squadra Will Power di due centesimi, mentre il terzo pilota del team, Ryan Briscoe, ha fatto segnare il settimo tempo. “Sono molto soddisfatto della macchina“, ha detto Power. “Questo è il primo anno in cui sento di poter lottare per la pole. Quindi sono davvero impaziente in vista di domani.” Effettivamente, il Pole Day di quest’anno (che garantirà i primi ventiquattro posti in griglia) si annuncia come il più incerto degli ultimi anni, sia per il nuovo formato sia per il grande equilibrio in pista. Anche oggi tutti i piloti sono risultati ravvicinatissimi: tutti e trentasei i piloti scesi in pista si sono ritrovati racchiusi in poco più di sette decimi. Oltre ai grandi favoriti Penske, Ganassi e Andretti sono emersi altri seri contendenti per la pole position. Alex Tagliani, che ha fatto segnare oggi il terzo tempo, e Mario Moraes, quinto, sono i principali. “La macchina è stata fantastica“, ha detto Tagliani. “E’ davvero veloce. Abbiamo sicuramente una buona chance questo fine settimana per le qualifiche.”

Scott Dixon ha completato la top 5, effettuando molti giri anche negli ultimi minuti delle prove, quando il vento e l’umidità rendeva le condizioni poco favorevoli. “Credo che il nuovo formato sarà interessante per tutti“, ha detto Dixon. “Sarà più dura per i team, sarà più dura per i piloti, sarà più duro fare le giuste chiamate al momento giusto. Penso che ci sarà molto più stress su tutti e sarà difficile combattere per questa pole. Ma penso che sarà sicuramente un grande spettacolo per i fan.” Il team Andretti Autosport continua il suo cammino con Tony Kanaan e Marco Andretti, rispettivamente sesto e ottavo, mentre più indietro sono gli altri piloti del team, specialmente Danica Patrick, anche oggi nelle parti basse della classifica (ventottesima). “Il campo è davvero ristretto quest’anno e ci sono una serie di vetture veramente veloci“, ha detto Marco Andretti. “Siamo stati molto costanti e oggi sono riuscito a rimanere dentro i primi nove, quindi speriamo che possiamo fare lo stesso anche domani.” Completano la top ten Dario Franchitti e Townsend Bell.

Continua a mostrare una buona velocità anche Graham Rahal, undicesimo. “Siamo sempre stati abbastanza contenti del nostro passo, ma abbiamo faticato a mantenere la stessa velocità per tutto un intero run“, ha detto Rahal. “Ma ogni giorno abbiamo guadagnato qualcosa e ora siamo capaci di girare con differenze di due decimi. Penso che siamo abbastanza competitivi e dovremmo avere delle buone chance per questo weekend.” La sorpresa di giornata è stato Alex Lloyd (Dale Coyne Racing) che si è portato al dodicesimo posto precedendo Hideki Mutoh, invece sempre al top in questa settimana.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image