AutoGP – Imola, Gara 2: Successo per Iaconelli

0

Carlos Iaconelli ha riportato il team Durango sul gradino più alto del podio. Il pilota brasiliano ha infatti vinto agevolmente la seconda gara sul circuito di Imola, corsa terminata da soltanto dieci vetture a causa di un incidente occorso al via che ha messo fuori gioco sei monoposto.
Allo spegnersi del semaforo, infatti, mentre il poleman Miguez e Carlos Iaconelli si sono avviati senza problemi, Stefano Coletti è partito male, ed è stato affiancato da Jonny Reid. Il pilota di Monaco ha chiuso il neozelandese della SuperNova, che non ha potuto fargli spazio perché nel frattempo era stato affiancato da Fabio Onidi, autore di una partenza straordinaria. Con tre macchine nello spazio di pochi metri, il contatto è stato inevitabile: Coletti e Reid si sono toccati, e la vettura del pilota Charouz-Gravity è finita dalla parte opposta della pista coinvolgendo anche Luca Filippi ed Edoardo Piscopo. La Lola di Reid, invece, dopo aver colpito quella di Onidi è tornata in mezzo alla pista ed è stata investita dalla vettura di Walter Grubmuller. Proprio il pilota austriaco è stato portato in ospedale per accertamenti, ma tutto si è risolto positivamente e, a conferma della grande sicurezza dei telai Auto GP, tutti i piloti coinvolti nel crash ne sono usciti illesi.

La direzione gara ha deciso di effettuare la seconda partenza sotto Safety-Car per motivi di sicurezza e al rientro della vettura staffetta, dopo due giri è stata subito bagarre: Iaconelli ha subito iniziato a pressare Miguez, mentre alla Villeneuve Fabrizio Crestani ha passato Giorgio Pantano. La pressione di Iaconelli sullo spagnolo della RP Motorsport ha dato i suoi frutti al 4° passaggio, quando alla staccata della Tamburello Carlos ha prima affiancato Miguez per poi superarlo all’esterno. Da lì in poi il pilota della Durango ha migliorato i propri tempi giro dopo giro conquistando un vantaggio incolmabile ed anche il giro più veloce della gara.
Alle sue spalle, invece, Miguez ha ingaggiato una lotta all’ultima staccata con Duncan Tappy. Il pilota della DAMS era visibilmente più veloce ma Miguez ha guidato magistralmente, attuando una difesa perfetta e coprendo ogni varco. L’occasione migliore Tappy l’ha avuta al 14° passaggio, quando ha affiancato l’avversario sul rettilineo, ma Miguez ha risposto con una staccata al fulmicotone, mantenendo la posizione. I due hanno continuato a lottare fino alla fine, chiudendo secondo e terzo staccati di soli 28 millesimi!

Alle loro spalle Adrien Tambay, autore di una gara tranquilla, e un ottimo Federico Leo, che ha trovato il feeling con la Lola B05/52. Il punto del sesto posto è andato a Jan Charouz, che ha preceduto Fabrizio Crestani. Il pilota della DAMS è stato a lungo pressato da Giorgio Pantano, ma il padovano è stato vittima di una foratura lenta ed ha dovuto abbandonare la gara a un giro dalla fine.

In seguito ai risultati di gara 2 Edoardo Piscopo mantiene la testa della classifica, seguito da Tambay e da Filippi e Tappy a pari punti. Per quanto riguarda invece la classifica del solo weekend di Imola, che guida l’assegnazione del montepremi, a dominare è stato Adrien Tambay con 13 punti. Il pilota francese si porta così a casa 80.000 euro, con Iaconelli (10 punti) che ne vince 50.000 e Tappy (9 punti) 30.000. Quarto posto di weekend e 15.000 euro per Piscopo (8 punti) e 12.500 euro a testa per Miguez e Onidi, quinti a parimerito (6 punti).

Carlos Iaconelli:Sono contento perché siamo migliorati durante l’intero weekend, una volta capito perché la macchina in frenata non si comportava come volevamo. Devo ringraziare tutto il team perché già in gara 1 mi avevano dato una vettura molto migliorata permettendomi di rimontare, e qui andavamo davvero forte. Vincere così è una gran bella sensazione!”.

Celso Miguez:Sono contento, perché è un grande risultato che ci dà morale. La macchina aveva tanti problemi e poco grip e Iaconelli è stato bravo a passarmi all’esterno sfruttando il vantaggio che gli davano le gomme nuove. Da lì in poi ho dovuto tenere dietro Tappy, e non è stato facile. Abbiamo ancora tanto da lavorare, ma se penso che dopo le qualifiche eravamo ultimi questo podio è oro colato”.

Duncan Tappy:Ogni volta che mi avvicinavo a Miguez in scia arrivavo al limitatore e questo non mi ha aiutato a passarlo. A un certo punto ho pensato che per arrivare secondo avrei dovuto rischiare davvero tanto, e ho preferito prendere il podio e punti importanti per il campionato”.

Imola, Risultati di gara 2

1. Carlos Iaconelli – Durango – 15 giri in 26’09″983
2. Celso Miguez – RP Motorsport – 14″395
3. Duncan Tappy – DAMS – 14″963
4. Adrien Tambay – Charouz-Gravity Racing – 15″727
5. Federico Leo – Trident Racing – 16″153
6. Jan Charouz – Charouz-Gravity Racing – 16″598
7. Fabrizio Crestani – DAMS – 18″181
8. Julian Leal – Trident Racing – 19″978
9. Giorgio Pantano – SuperNova – 1 giro
10. Stefano Bizzarri – RP Motorsport – 5 giri

Ritirati

Edoardo Piscopo 0 giri
Stefano Coletti 0 giri
Walter Grubmuller 0 giri
Jonny Reid 0 giri
Fabio Onidi 0 giri
Luca Filippi 0 giri

Il campionato piloti dopo 2 eventi: 1. Piscopo 20 punti; 2. Tambay 16; 3. Filippi e Tappy 13; 5. Onidi 12; 6. Iaconelli 10; 7. Arabadzhiev 8; 8. Charouz 7; 9. Zaugg e Miguez 6; 11; Reid 5; 12. Leal 3; 13. Grubmuller, Coletti e Leo 2; 16. Pantano 1.

Condividi in

Autore

Studente di ingegneria meccanica a Perugia

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image