Superleague – Jarama, qualifiche: Guoan Pechino in Pole

0
E’ iniziata oggi sul circuito di Jarama (Spagna) la quarta prova stagionale della Superleague Formula by Sonangol. La lunga procedura di qualifica, che ha determinato la griglia di partenza della prima corsa di domani, ha rispettato la tradizione mantenendo un verdetto incerto fino all’ultimo secondo. La pole position è andata al Guoan di Pechino, portato in pista dal pilota australiano John Martin, che l’ha spuntata in finale nel testa-a-testa con l’AC Milan di Yelmer Buurman.
Buurman, attualmente secondo nella classifica di campionato dietro il leader Tottenham di John Martin, nella prima gara in programma domani scatterà al fianco del poleman, ed in generale è risultato soddisfatto del lavoro fatto nella prima giornata dell’appuntamento di Jarama. “Abbiamo fatto un grande lavoro sul set-up della monoposto – ha spiegato il pilota olandese – e alla fine siamo riusciti ad avere un bilanciamento generale buono anche se ancora non perfetto. Sono però molto contento di scattare dalla prima fila dello schieramento, perché la pista di Jarama è molto stretta, e sorpassare non è semplice”.
La prima giornata del weekend di Jarama è invece iniziata subito in salita per Davide Rigon, che domani prenderà il via di gara-1 dalla quindicesima posizione. Il pilota italiano, portacolori dell’Anderlecht, è stato bloccato da un problema al motore durante i giri iniziali della prima sessione di prove libere. Il team è stato costretto a sostituire il propulsore, e Rigon non ha preso parte alla seconda sessione di prove libere. Un handicap non da poco, visto che Davide non aveva mai visto in precedenza il circuito spagnolo.
“Purtroppo non è stata una giornata fortunata – ha confermato Rigon – perché avevo bisogno di girare per trovare i riferimenti su una pista per me del tutto nuova. Sono riuscito a fare qualche giro nella sessione di qualifica, cosa che mi è servita, ma ovviamente non potevo sperare di ottenere un tempo in grado di farmi partire nelle prime file. Ma su questa pista sbagliare è facile, e conto di impostare una gara di rimonta badando a non commettere errori. Il weekend è ancora molto lungo, quindi le chance non sono del tutto perse”.
Julien Jousse, portacolori dell’AS Roma, aveva mostrato un buon potenziale nelle prove libere, ma nel primo giro della sessione di qualifica ha bloccato le gomme in fase di frenata, danneggiando un pneumatico. “Sono dovuto tornare ai box per le vibrazioni – ha commentato il francese – e purtroppo ho capito che le qualifiche erano compromesse. Nonostante le vibrazioni causate dal pneumatico danneggiato ho comunque ottenuto il quinto tempo nel mio turno, ovvero ad un soffio dall’ingresso nei quarti di finale. Resto quindi fiducioso in vista di domani, perché il potenziale della monoposto è molto buono e questa pista, anche se molto ostica, mi piace”.
Il programma dell’intensa giornata di domani prevede la partenza della prima gara alle 11:00, mentre la seconda corsa scatterà alle 12:30. Al termine di gara-2 prenderà il via la SuperFinale, con al via i sei piloti che avranno ottenuto il maggior numero di punti nelle due corse precedenti. Al vincitore andranno i 100.000 euro in palio in tutte le dodici tappe del calendario 2010, al secondo classificato 75.000 ed il terza pilota a salire sul podio 50.000 euro.
Condividi in

Autore

Studente di ingegneria meccanica a Perugia

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image