Superleague – Nurburgring, gara 1-2: Vincono Buurman e Parente, ottimo Rigon

0
La quinta tappa stagionale della Superleague Formula by Sonangol è stata decisamente positiva per i colori italiani. Nella prima gara, infatti, si è imposto l’AC Milan col pilota olandese Yelmer Buurman, mentre l’italiano Davide Rigon (Anderlecht) si è classificato secondo. La seconda gara è stata, invece, vinta dal portoghese Alvaro Parente (Porto). I 100.000 euro in palio per il vincitore della SuperFinale sono, invece, stati conquistati dal neozelandese Chris Van der Drift (Olympiacos) che si era già imposto nella SuperFinale la scorsa settimana al Jarama. Al secondo posto della SuperFinale si è classificato Davide Rigon, che ha così vinto i 75.000 euro in palio, mentre il terzo posto ed i 50.000 euro in dotazione sono andati a Yelmer Buurman.
Nella prima gara, Yelmer Buurman, che partiva dalla seconda fila, prende immediatamente il comando riuscendo a superare subito sulla destra la vettura del Corinthians, pilotata da Robert Doornbos in un via lanciato molto concitato, mentre Davide Rigon, anch’egli scattato dalla seconda fila, fa altrettanto ai danni dell’AS Roma pilotata da Julien Jousse, affiancandolo sul lato sinistro. Diverse macchine arrivano, quindi, appaiate alla prima curva. Buurman, che si trova all’interno, può voltare in testa, mentre Rigon che si trova completamente all’esterno s’installa subito al secondo posto, davanti all’AS Roma di Jousse, a Frank Perera (Flamengo) a Chris Van der Drift (Olympiacos) ed a Doornbos (Corinthians) scivolato al sesto posto. A partire da quel momento, Buurman allunga accumulando un certo vantaggio che perde, però, in parte al momento della sosta obbligatoria ai box, al 10° giro, quando per errore inserisce in anticipo il limitatore di velocità. Riparte comunque davanti ai rivali diretti e da quel momento non è più minacciato e vince con 7’’724 di vantaggio su Davide Rigon ed 11’’562 su Chris Van der Drift.
Buono anche il risultato dell’AS Roma, che si classifica al quinto posto col pilota francese Julien Jousse, alle spalle del suo connazionale Frank Perera, quarto per i colori del Flamengo.
Nella seconda gara, ancor prima del via, ha problemi James Walker (Liverpool) sulla cui macchina che rientra ai box al termine del giro di lancio per un calo della pressione idraulica che lo costringerà poco dopo al ritiro. Scatta subito bene Alvaro Parente (Porto) che prende il comando della gara davanti a Montagny (Girondins de Bordeaux), Martin (Guoan di Bejing), Bourdais (Olympique Lyonnais) e Maria de Villota (Atletico di Madrid). Per via dell’ordine di partenza invertito rispetto a quello d’arrivo della gara uno, AS Roma, AC Milan e Rigon sono scattati dalle retrovie e Rigon, che è in difficoltà con la macchina, si limita a cercare di conquistare i punti sufficienti per accedere alla SuperFinale e ci riesce piazzandosi 12°. Ci riesce anche l’AC Milan grazie all’8° posto conquistato da Yelmer Buurman. Non ce la fa, invece, l’AS Roma di Jousse, che si classifica solo 14° ad un giro di distacco, dopo aver accumulato problemi. Prima la scelta strategica di ritardare la sosta si rivela svantaggiosa, poi Jousse deve anche rientrare una seconda volta ai box per un problema alla ruota anteriore destra. Per finire deve concludere la gara col cambio rotto! Vince Parente davanti a Montagny che però manca di soli due punti l’ingresso alla SuperFinale, conquistato di forza da Wissel (Basilea) che ha superato Dolby (Tottenham) conquistando un prezioso quinto posto alle spalle della sorprendente Maria de Villota.
Si qualificano per SuperFinale l’AC Milan (Buurman), in pole, davanti al Galatasaray (Tristan Gommendy), l’Anderlecht (Rigon), l’Olympiacos (Van der Drift), il Flamengo (Perera) ed il Basilea (Wissel). Van der Drift è il solo ad aver risparmiato un treno di gomme nuove e le sfrutta subito scattando meglio di tutti (questa volta con partenza da fermo) dalla seconda fila prendendo subito il comando davanti a Rigon che ha provato a resistergli alla prima curva. Van der Drift allunga subito e vince con facilità, al termine dello sprint di cinque giri, davanti a Rigon, Buurman, Gommendy e Wissel. Ultimo Perera che non ha nemmeno potuto prendere il via per un guasto.
Chris Van der Drift(Olympiacos): “Sinceramente non riesco a crederci. E’ una bella ricompensa per la squadra e per tutti gli sforzi che fa. Nella SuperFinale sono partito in modo fantastico. Ho semplicemente mollato la frizione e sono scattato benissimo riuscendo subito ad infilarmi in mezzo alle vetture davanti. A dire il vero mi piacerebbe proprio che tutte le gare fossero con partenza da fermo, perché mi piacciono proprio. L’Anderlecht era abbastanza veloce, ma sono riuscito ad allungare ed a gestire. La prossima gara sarà a Zolder e conto di far anche meglio od almeno ripetermi!”.
Davide Rigon(Anderlecht): “La mia partenza nella SuperFinale è stata ottima ed ero molto vicino all’Olympiacos alla prima curva, ma lui aveva gomme nuove ed era scattato persino meglio e per giunta era all’interno. Ha quindi voltato in testa e, poi, ha allungato. Io spingevo al limite ma lui se ne andava… Avevo quasi l’impressione che la mia macchina non andasse talmente lui poteva allungare. A quel punto mi sono accontentato del secondo posto, visto che non ero troppo minacciato da Yelmer Buurman che era abbastanza distanziato alle mie spalle. Nella seconda gara, non ero veloce. Non so se per colpa dell’aerodinamica o delle gomme. Sono molto contento per questo risultato e spero di far meglio alla prossima gara, a Zolder, dove avevo vinto nel 2008. Mi piacerebbe poter regalare un bel risultato ai tifosi dell’Anderlecht nella loro gara in casa”.
Yelmer Buurman (AC Milan): “E’ stato un buon fine settimana ed è stato fantastico aver vinto la prima gara. Devo, poi, anche ringraziare i ragazzi della squadra che mi hanno sostituito il cambio tra una gara e l’altra. Hanno lavorato a spron battuto per potercela fare e ci sono riusciti! Abbiamo rimontato qualche punto al Tottenham oggi, nella classifica del Campionato, e bisognerà vedere cos’accadrà nelle prossime gare. In ogni caso, quest’anno siamo andati forte ogni volta per cui non vedo ragioni per cui non dovrebbe essere così anche a Zolder, dove si correrà la prossima gara”.
Julien Jousse (AS Roma): “Conquistare la pole position è stata una gran bella soddisfazione, ma purtroppo è stata per me la sola del weekend. Dopo la prima gara, di cui la regolarità della partenza è più che discutibile e dove ho, poi, anche perso tempo al momento della sosta ai box, pensavo d’aver limitato i danni ed avuto già la mia dose di guai. Invece la seconda gara è stata un vero calvario, con problemi dall’inizio alla fine. E’ molto frustrante. Ora, voglio veramente conquistare risultati conformi alle mie speranze, fin dalla prossima corsa a Zolder, per rimontare in Campionato, dove siamo settimi ormai…”.
La prossima gara si svolgerà, quindi, il 16 luglio a Zolder (Belgio) dove le squadre arriveranno con questa, attuale, classifica:
1° Tottenham (370 punti), 2° AC Milan (340), 3° FC Basilea (297), 4° Anderlecht (294), 5° Olympiacos (273), 6° Flamengo (248), 7° AS Roma (244), 8° FC Porto (207), 9° Liverpool FC (187), 10° Girondins de Bordeaux (184), 11° Sporting Club di Lisbona (174), 12° SC Corinthians (172), 13° Galatasaray SK (160), 14° Sevilla FC (142), 15° Atletico Madrid (142), 16° Gouan Bejing (129), 17° Olympique Lyonnais (117), 18° PSV Eindhoven (70)
Condividi in

Autore

Studente di ingegneria meccanica a Perugia

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image