F1 – “Da 0 a 10” – Le pagelle del Gp di Germania

0

E’ stato il giorno della riscossa ferrarista, del trionfo, della doppietta, delle polemiche. E’ stato un giorno quasi perfetto per la rossa, se non per quel sorpasso, per quella manovra fin troppo evidente. E’ stato il giorno di Felipe Massa, alla ribalta al primo anniversario dall’incidente ungherese, alla prima occasione valida per centrare una vittoria che manca al suo palmares da ormai 27 gare. E’ stato il giorno della Ferrari, nel bene e nel male, adesso, nel bene e nel male valutiamo noi. Ovviamente nel nostro modo. Ovviamente “Da 0 a 10”. Capitolo 11: Germania.

VOTO 0 AL SORPASSO ALONSO-MASSA

Per logiche mondiali la vittoria di Alonso sarebbe stata una boccata di ossigeno, ma il modo in cui è avvenuta non può che causare polemiche. In mondovisione le parole di Smedley alla radio di Massa sono un messaggio in codice: “Fernando è più veloce di te”. Poi il sorpasso, e le scuse. “Ben fatto, adesso stai con lui. Scusa”. Già, son proprio quelle scuse la prova del misfatto. Seguiranno smentite, ma la frittata è stata fatta.

ELOQUENTE

VOTO 1 AL TEAM FORCE INDIA

La gara dei piloti Force India dura appena un giro. Dopo aver raccolto i detriti delle Toro Rosso sfracellate qualch metro avanti, Sutil e Liuzzi son costretti al cambio gomme. Il team però monta gli pneumatici sbagliati ed è costretto a rimediare all’errore nei giri a venire. Il gruppo però è avanti, a fine gara le vetture indiane fanno meglio soltanto di Glock e Senna.

SUICIDA

VOTO 2 ALLA PARTENZA DI ALGUERSUARI

Centra in pieno il posteriore di Buemi costringendolo al ritiro. Cambia immediatamente l’ala anteriore, ma anche per lui la gara è compromessa.

DISASTROSA

VOTO 3 ALL’AFFIDABILITÀ LOTUS

Ancora una volta il cambio tradisce Jarno Trulli. Il team Lotus si conferma in crescita per quanto riguarda le prestazioni, ma in quanto ad affidabilità lascia ancora a desiderare.

FRAGILE

VOTO 4 AL TEAM MERCEDES

Chiudere il gran premio di casa con un ottavo e un nono posto non è certo quello che tutti i tifosi della stella a tre punte si aspettavano. Non è competitiva la vettura in grigio, e in casa Mercedes non si spiegano il perchè. Tristi le parole di Rosberg dopo la sessione di qualifica: “Non ci spieghiamo il perchè di questa prestazione” commenta a caldo. Già, non ce lo spieghiamo nemmeno noi.

INCENERITO

VOTO 5 A MARK WEBBER

Dopo l’exploit in terra inglese, il pilota australiano non riesce a tenere il ritmo del compagno di squadra. Commette un errore in qualifica, mentre in gara non sembra avere il passo giusto per stare davanti le McLaren, che dal punto di vista prestazionale non sembravano al livello della sua RedBull. Per il ciclo: “Ogni lasciata è persa”.

FIACCO

VOTO 6 A ROSBERG E SCHUMACHER

Fanno quel che possono con la vettura che si ritrovano. Nel gran premio di casa i due piloti tedeschi chiudono dietro la Renault di Kubica sempre lesta a balzare davanti a Schumacher prima e Rosberg dopo. Per il ciclo: “Chi si accontenta gode”.

PASSEGGERI DISTRATTI

VOTO 7 A HAMILTON E BUTTON

Sono una grande coppia. I piloti McLaren limitano al meglio i danni in Germania, chiudendo con un quarto ed un quinto posto che in ottica mondiale li confermano in testa alle classifiche iridate. Basta una buona partenza ad Hamilton per conquistare la quarta piazza, mentre Button si conferma il solito tattico riuscendo a sopravanzare Webber nel cambio gomme. Con questa intelligenza tattica in McLaren posson dormire sogni tranquilli.

SORNIONI

VOTO 8 A VETTEL E KUBICA

Un tedesco e un polacco. Il primo sbaglia la partenza, incollando Alonso al muro e lasciando pista libera alla Ferrari di Massa. Il secondo duella alla grande con Schumacher per la settima piazza, l’unica disponibile visto che le prime sei fanno gara a sé. Sfruttano al meglio la loro vettura, più di così non potevano fare.

SPREMIAGRUMI

VOTO 9 A MASSA E ALONSO

Fantastici per tutta la gara, ad eccezione dell’evento già citato. Complice una super Ferrari i due si sfidano a colpi di giri veloci, anche se lo spagnolo sembra avere qualcosa in più. Sul podio sono freddi, finti amici, e Domenicali sembra fargli da collante. Chissà se questo dictat non avrà ripercussioni in futuro.

PERFETTI

VOTO 10 ALLA F10

Fa anche rima. Dopo un intenso lavoro di upload, a Maranello son riusciti a rendere competitiva la F10 anche, e soprattutto sul giro veloce. La qualifica è superba, la gara ancor di più. La RedBull non ha tenuto il passo della rossa, gli altri team avevano prestazioni ben più lontane. Ha vinto la vettura più forte e potrà confermarsi in Ungheria, visto l’enorme potenziale. Staremo a vedere.

IMPRENDIBILE

Valerio Lo Muzzo

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image