Gp2 Series- Hungaroring, gara1: sempre più Maldonado

0

 

Dopo la sessione di prove in cui a mettersi in vista era stato il team

Addax, conferma in questo campionato di Gp2 grazie alla copstanza

di rendimento dei suoi piloti, in qualifica è l’inglese Bird ad

ingaggiare il testa a testa con il connazionale Turvey, molto in forma

 in queste ultime gare; è l’inglese di Art ad avere la meglio e a

piazzare una pole entusiasmante che vede nei primi tre anche

l’italiano Valsecchi che a sua volta supera il compagno di squadra.

Maldonado si deve accontentare in qualifica ma poi mette il suo

marchio incisivo e deciso in gara e conquista la quinta vittoria

di stagione mentre Bird e molti avversari sono messi fuori gioco

fin dalle prime battute. Se infatti Zaugg, non brillante in questa prima

parte di fine settimana, è il primo a spegnere il motore, anche il pole

man Bird non è immune da errore e sfortuna e il giro doppio di

rischieramento spiana la strada a Maldonado che coglie senza indugio

l’occasione ghiottissima. E se Bird sbaglia, Bianchi non brilla, anzi,

ingaggiata la lotta con Ricci, colpisce il pilota Dpr, poi anche un

incolpevole Clos e Gonzalez che a sua volta si ritrova invischiato

nella mischia mentre entra la safety car.

Autore di un’ottima partenza, è Vietoris a mettersi alle spalle di

Maldonado, seguito dal duo Addax che mette a segno una quasi-

doppietta che conferma la buona forma di squadra e piloti. Perez

davanti a Turvey e Van Der Garde è la prova che il pilota messicano può

fare la differenza e mettere a segno risultati migliori ad ogni gara.

Scivola invece indietro Valsecchi e Filippi finisce in qualifica e in

gara dietro al compagno Ericsson. Ricci resta nella top ten con

Herck, entrambi conferme con Dpr in questa stagione. Colpisce

il guizzo di D’Ambrosio con Dams.

  Così al traguardo di gara1:

1 – Pastor Maldonado – Rapax – 37 giri 1.18’45″734
2 – Christian Vietoris – Racing Engineering – 5″865
3 – Sergio Perez – Addax – 6″511
4 – Oliver Turvey – iSport – 7″109
5 – Giedo Van der Garde – Addax – 10″2
6 – Jerome D’Ambrosio – Dams – 12″0
7 – Michael Herck – DPR – 12″4
8 – Giacomo Ricci – DPR – 12″9
9 – Davide Valsecchi – iSport – 13″5
10 – Luiz Razia – Rapax – 14″3
11 – Charles Pic – Arden – 18″6
12 – Marcus Ericsson – Super Nova – 21″7
13 – Sam Bird – ART – 25″3
14 – Luca Filippi – Super Nova – 28″0
15 – Adrian Zaugg – Trident – 29″7
16 – Dani Clos – Racing Engineering – 30″4
17 – Max Chilton – Ocean – 32″1
18 – Vladimir Arabadzhiev – Coloni – 1 giro

Ritiri
0 giri – Rodolfo Gonzalez
0 giri – Jules Bianchi
0 giri – Ho Pin Tung
9° giro – Johnny Cecotto
14° giro – Fabio Leimer
24° giro – Alberto Valerio

Qualifica gara1:

1.Sam Bird – ART – 1’27”864
2.Davide Valsecchi – iSport – 1’27”907
3.Oliver Turvey – iSport – 1’27”976
4.Pastor Maldonado – Rapax – 1’28”134
5.Christian Vietoris – Racing Engineering – 1’28”225
6.Alberto Valerio – Coloni – 1’28”245.
7.Sergio Perez – Addax – 1’28”273
8.Giacomo Ricci – DPR – 1’28”277
9.Michael Herck – DPR – 1’28”337
10.Giedo Van der Garde – Addax – 1’28”357
11.Jules Bianchi – ART – 1’28”375
12.Jerome D’Ambrosio – Dams – 1’28”378.
13.Dani Clos – Racing Engineering – 1’28”483
14.Charles Pic – Arden – 1’28”536
15.Marcus Ericsson – Super Nova – 1’28”613
16.Ho Pin Tung – Dams – 1’28”622
17.Luiz Razia – Rapax – 1’28”710
18.Fabio Leimer – Ocean – 1’28”718.
19.Adrian Zaugg – Trident – 1’28”727
20.Luca Filippi – Super Nova – 1’28”924
21.Johnny Cecotto – Trident – 1’28”968
22.Vladimir Arabadhziev – Coloni – 1’29”141
23.Max Chilton – Ocean – 1’29”219
24.Rodolfo Gonzalez – Arden – 1’30”129.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image