Gp2 Series- Hungaroring, gara2: Ricci e Valsecchi sul podio

0

È stato un fine settimana di alti e bassi quello sul circuito ungherese; i piloti della Gp2 hanno vissuto infatti vicende alternate e alterne fortune e diversi anche i protagonisti di queste due gare in un momento importante del campionato che fa un po’ già parlare di bilanci. Maldonado solido in gara1 sempre in testa alla classifica; le due Addax sempre conferme con Perez punta di diamante; le Isport in crescita con Turvey e poi anche con Valsecchi che, dopo le prove e una gara1 altalenante come parte di questa stagione dopo il successo nella Serie asiatica, coglie anche l’occasione importante in gara2. Quindi le conferme per Dpr con Herck ma soprattutto oggi con Ricci capace  di mettere a segno la vittoria nel secondo appuntamento del fine settimana. Anche alcuni incidenti però hanno funestato il week end all’Hungaroring; uno su tutti quello di Jules Bianchi che ha riportato la frattura di una vertebra lombare e che non potrà terminare la stagione. Serie di incidenti a catena all’avvio di gara1 che hanno coinvolto diversi piloti e contuso è rimasto anche Tung (che resterà in convalescenza per una frattura come accaduto al francese di Art). Una stagione non facile per Bianchi che partiva come promessa e che ora si ritrova beffato dalla fortuna; ad ottobre era infatti prevista la sua presenza nelle giornate di test speciali dedicate da Ferrari ai giovani del suo Junior Team.

Ma gara2 non è stata immune da errori e problemi che, come per gara1, si sono verificati fin dalle prime battute con Herck che partiva in prima fila e che spegne il motore subito al via del giro di ricognizione. Ricci invece parte con un bello scatto e tiene dietro D’Ambrosio avvantaggiato dal prematuro K.o. di Herck e bene parte anche Valsecchi che recupera al via quattro posizioni nonostante l’urto di Perez che oltre alle doti velocistiche è caratterizzato anche da una certa irruenza ancora non del tutto controllata. Il messicano di Addax coinvolge nel suo testacoda anche Razia che a sua volta mette fuori gioco un altrettanto incolpevole Maldonado. Per i primi due della classifica, nulla di fatto. Bird e D’Ambrosio sono poi costretti al ritiro e lasciano campo libero a Vlasecchi, Vietoris e Filippi che hanno modo di migliorare la propria posizione fino al traguardo. Quando manca Perez a sollevare le sorti della squadra ci pensa Van Der Garde , oggi stretto fra le due Isport che mostrano una buona ripresa. Filippi, al ritorno nella Serie, ha modo di togliersi la soddisfazione di girare nel gruppetto dei primi e guardare un po’ più lontano in vista delle prossime gare.

Così all’arrivo di gara2

1 – Giacomo Ricci – DPR – 28 giri 42’56″588
2 – Christian Vietoris – Racing Engineering – 7″097
3 – Davide Valsecchi – iSport – 16″712
4 – Giedo Van der Garde – Addax – 19″708
5 – Oliver Turvey – iSport – 20″655
6 – Luca Filippi – Super Nova – 22″383
7 – Dani Clos – Racing Engineering – 26″885.
8 – Adrian Zaugg – Trident – 30″078
9 – Charles Pic – Arden – 31″327
10 – Marcus Ericsson – Super Nova – 39″394
11 – Fabio Leimer – Ocean – 40″610
12 – Alberto Valerio – Coloni – 43″010
13 – Johnny Cecotto – Trident – 49″669
14 – Vladimir Arabadzhiev – Coloni – 57″900.
15 – Rodolfo Gonzalez – Arden – 1’10″829
16 – Max Chilton – Ocean – 1’11″873

Giro veloce: Michael Herck 1’30″764

Ritiri
2° giro – Sergio Perez
2° giro – Luiz Razia
6° giro – Pastor Maldonado
9° giro – Michael Herck
9° giro – Sam Bird
12° giro – Jerome D’Ambrosio

La classifica di campionato
1.Maldonado 77; 2.Perez 51; 3.Clos 43; 4.Bianchi 39; 5.Van der Garde 34; 6.Bird 26; 7.Turvey 25; 8.Pic 23; 9.Valsecchi 21; 10.Razia 20.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image